Punto informatico Network

20100320115757_2024353920_20100320115727_1316752026_sl_webcam.png

Skype lancia High Quality Video

17/10/2007
- A cura di
Zane.
Archivio - L'ultima versione di Skype offre una nuova funzione che assicura una qualità senza precedenti alle comunicazioni via webcam. Una nuova era per la videochiamata?

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

skype (1) , video (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 213 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Filmati grandi quanto un francobollo, immagine a scatti, spesso pesantemente sgranata e con la caratteristica desincronizzazione fra audio e video sono sempre stati gli elementi caratterizzanti della videochiamata via Internet, relegando lo strumento ad un trastullo per appassionati più che ad un reale mezzo di comunicazione e produttività. Skype.png

Da oggi la situazione potrebbe drasticamente cambiare, grazie ad una iniziativa congiunta fra Skype e Logitech che, perlomeno sulla carta, ha tutte le caratteristiche in regola per smantellare finalmente il binomio videochiamata-bassa qualità.

La novità si chiama High Quality Video: disponendo degli opportuni requisiti, è possibile intrattenere videoconferenze alla risoluzione di 640x480 punti (quindi niente più filmati microscopici), ad un frame rate di 30 immagini al secondo (superiore in fluidità allo standard televisivo tradizionale PAL a 25 frame/sec.). Il miglioramento rispetto a quanto offerto fino ad ora (320x240 a 15 fps) è quindi sicuramente notevole.

Per accedere al servizio sono necessari l'ultima versione di Skype (3.6 beta), una webcam Logitech specificatamente studiata per lavorare con il video ad alta qualità e una connessione a banda larga: la pagina di riferimento suggerisce almeno 380kbps, e questo potrebbe essere un problema per lo standard di upload delle ADSL italiane pari a 256kbps. È richiesto infine un processore dual-core, condizione destinata a rallentare sicuramente l'adozione del sistema fra il grande pubblico vista la diffusione ancora modesta di questa tecnologia (soprattutto nei PC portatili).

Va comunque precisato che il programma non esegue alcuna verifica dei requisiti minimi richiesti per la videochiamata ad alta qualità: dovrebbe quindi essere possibile provare la nuova funzionalità anche in caso la dotazione hardware non soddisfacesse tutte le richieste, con l'unico limite di ottenere una qualità inferiore.

La pagina di riferimento italiana per High Quality Video è questa.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.24 sec.
    •  | Utenti conn.: 113
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.01