Punto informatico Network

20080917162937_979358657_20080917162918_2144161568_software-update.png

Il Leopardo delle nevi diventa "pezzato"

31/03/2010
- A cura di
Zane.
Sicurezza - Apple ha rilasciato un importante update per Snow Leopard. Oltre a correggere 88 bug di sicurezza, l'aggiornamento veicola numerosi perfezionamenti qua e là. Ma il pacchetto completo ha dimensioni importanti, soprattutto per chi non è stato diligente.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

Valutazione

  •  
Voto complessivo 4 calcolato su 23 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Gli utenti Mac non sono certo abituati a scaricare voluminosi aggiornamenti per la piattaforma, soprattutto quando si parla di patch tese a risolvere importanti difetti di sicurezza.

Ma l'update 10.6.3 per Mac OS X Snow Leopard, rilasciato lunedì scorso, non deve essere sottovalutato: sono infatti ben 88 i bug risolti, alcuni dei quali potrebbero consentire ad un aggressore di compromettere il sistema semplicemente inducendo le vittime ad aprire file malformati. I formati utilizzabili sono svariati: immagini, video o documenti da ufficio sono fra quelli più rilevanti.

I bachi corretti, precisa ZdNet, sono localizzati sia in componenti realizzati da Apple stessa (AppKit, QuickTime, CoreMedia, CoreTypes, DiskImages, ImageIO e Image RAW) sia in applicazioni in terze parti, quali Apache HTTP Server, ClamAV, MySQL e PHP.

Questo aggiornamento, oltre che per importanza, si contraddistingue per le corpose dimensioni del file: fino a 784 megabyte, ottenibili sia tramite il sistema di aggiornamento software integrato nel sistema operativo, sia come file autonomo.

The Register spiega che l'update completo è necessario solo per coloro avessero saltato l'aggiornamento 10.6.2 e successivi. La maggior parte degli utenti dovrebbe quindi necessitare di una patch più piccola: "soli" 437 MB.

È importante precisare che il maxi-aggiornamento non risolve solamente lacune di sicurezza, ma introduce anche numerose ottimizzazioni e miglioramenti di vario tipo a funzionalità-chiave quali la stampa, il gestore delle reti Wi-Fi e l'archiviazione su memorie USB.

L'elenco completo dei problemi risolti è stato pubblicato a questa pagina, mentre gli utilizzatori di Snow Leopard Server devono fare riferimento a questo documento.

Chi invece impiegasse ancora la versione precedente, Mac OS X Leopard, può trovare un aggiornamento analogo, sebbene di dimensioni più contenute, seguendo "Security Update 2010-002 (Leopard-Client)" oppure "Security Update 2010-002 (Leopard-Server)".

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.58 sec.
    •  | Utenti conn.: 66
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.36