Punto informatico Network

20090119162610_995777680_20090119162407_315265510_ObamaLogo.jpg

Obama si ritira: la cyber-trappola è servita

20/01/2009
- A cura di
Zane.
Sicurezza - Una nuova ondata di e-mail truffaldine tenta la mossa del sensazionalismo per indurre l'utente ad abbassare la guardia.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

virus (1) , malware (1) , botnet (1) , trappole (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 183 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Proprio durante la giornata di oggi, il neo-eletto Barak Obama proferirà il giuramento che lo investirà ufficialmente della carica di 44-esimo Presidente degli Stati Uniti d'America. Vi è indubbiamente molta attesa per la cerimonia, e qualcuno già tenta di approfittarsene.

Un gruppo di non meglio identificati cyber-criminali cinesi sta infatti inondando le mailbox di mezzo mondo con una notizia apparentemente sensazionale: Obama è in procinto di ritirarsi.

L'e-mail invita l'utente a visitare un sito web fasullo, la cui grafica ricorda da vicino quella delle pagine web utilizzate dal candidato durante la campagna elettorale, per ottenere maggiori informazioni. Tale sito ospita però un pericoloso eseguibile, mascherato a sua volta da documento PDF o con altri nomi che si rifanno alla notizia.

Il programma, se lanciato sul computer dell'incauto visitatore, installa uno strumento di controllo remoto, consegnando il terminale nelle mani dei cracker. Lo scopo è apparentemente quello di costruire una botnet, da trasformare successivamente in una centrale spara-spam distribuita o da impiegare per portare attacchi Distributed Denial of Service (DDoS).

Panda Security ha realizzato un interessante articolo al riguardo, comprensivo di uno screenshot di uno dei siti truffaldini

Site.jpg

Come proteggersi

Le raccomandazioni sono sempre le stesse: innanzitutto, diffidare sempre di qualsiasi notizia comunicata da una fonte non verificabile come una semplice e-mail di spam.

Mantenere quindi ben aggiornato l'antivirus ed il sistema operativo, ed, ancora, evitare di aprire programmi o documenti provenienti da un sito di cui non sia stata accertata l'autenticità.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.29 sec.
    •  | Utenti conn.: 109
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0