Punto informatico Network

Centro sicurezza PC, sicurezza, allarme, allerta, avviso

Panda Security: è allarme arancione per Conficker

14/01/2009
- A cura di
Zane.
Sicurezza - Il celeberrimo worm sta intensificando la propria attività proprio in questi giorni, nonostante la patch sia disponibile ormai da tempo.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

security (1) , panda (1) , allarme (1) , conficker (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 221 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Panda Security ha diramato un comunicato stampa nel quale annuncia di aver innalzato il livello di guardia allo stadio di pre-allerta. A preoccupare gli osservatori è una nuova ondata di infezioni causate dal worm Conficker, già rilevato durante gli ultimi mesi del 2008.

Come noto, Conficker sfrutta una pericolosa debolezza nei sistemi Windows (rilevata e corretta già ad ottobre dell'anno scorso) per auto-propagarsi fra tutti i computer su cui non fosse installato l'opportuno aggiornamento.

Come se questo non fosse sufficiente, le nuove varianti di Conficker possono diffondersi anche attraverso l'uso di dispositivi USB come le chiavette di memoria o riproduttori MP3, sfruttando le stesse modalità di infezione rese celebri dal worm Perlovga.

"Probabilmente i cybercriminali, una volta che avranno infettato un gran numero di PC, cercheranno di scaricare altro malware che servirà loro per ottenere una qualche forma di beneficio economico. Per esempio utilizzeranno Trojan capaci di rubare dati confidenziali come password di conti correnti o falsi antivirus", spiega Luis Corrons, direttore tecnico dei laboratori di Panda Security.

Come difendersi

Si stenta a credere che un worm ormai noto da mesi possa continuare a causare tanti problemi. Le misure preventive (come se già non fossero state ribadito a sufficienza) sono comunque sempre le stesse:

  • Mantenere aggiornato il proprio sistema operativo, e, nello specifico, verificare la presenza della già citata patch MS08-067
  • Assicurarsi che l'antivirus sia installato, funzionante e, a propria volta, aggiornato con le ultime definizioni virali
  • Dotare il PC di un personal firewall. Anche Windows Firewall, incluso in tutte le versioni di Windows a partire da Windows XP SP2 e Windows Server 2003 SP1, è più che appropriato per arginare il problema
  • Usare la massima diffidenza verso qualsiasi programma o allegato in arrivo dalla rete.

Con l'aggiornamento di gennaio 2009, il programma antivirale Microsoft Malicious Software Removal Tool è in grado di estirpare anche Conficker. Maggiori informazioni sono qui.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.24 sec.
    •  | Utenti conn.: 138
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.05