Punto informatico Network

Canali
20080829221052

Intel prende tutto!

13/03/2006
- A cura di
Tecnologia & Attualità - Intel, Microsoft, Apple... anche sul nostro forum ultimamente se ne discute parecchio; propongo una personale visione di quello che potrebbe essere il futuro prossimo del mobile computing.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

intel (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 216 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Visti i recenti trascorsi in casa Santa Clara, viste le recenti notizie di casa Microsoft (leggi Origami), viste le recenti novità in casa Apple (computer Mac basati su piattaforme Intel), mi pare doverosa questa osservazione.

  • Intel ha sviluppato una piattaforma hardware chiamata UMPC, chiaramente destinata a nuovi PC, presumo di un form factor così piccolo da inserirsi nel segmento dei vecchi palmari (i mai avviati tablet anzi), ma con una potenzialità dichiaratamente superiore.
  • Microsoft ha in serbo un nuovo progetto, conosciuto come Origami, ritenuto dal sottoscritto una piattaforma software destinata a computer di piccole dimensioni; non un iPod-killer, non una gaming station, non un palmare, ...
  • Apple ha il suo iPod per la musica, ma in passato ha pionerizzato il mercato dei tablet PC con Newton...

    È da qualche anno che si ipotizza un rietro di Apple in questo settore, ma da Cupertino nessuna notizia è mai trapelata; iPod rimane un player (ormai) multimediale, ma con una chiara impronta verso il tempo libero (e chi si potrebbe immaginare un sistema di input comandato da una sola ghiera cliccabile?), quindi un probabile nuovo prodotto di Apple nel settore dei (chiamiamoli) palmari-tablet, dovrà per forza avere un nome differente, ovvero essere un prodotto che non è iPod.

    Ancora: iPod ad oggi è basato sui chip di PortalPlayer (i cui piani di collaborazione con Apple non sono per nulla in crisi).

Mettiamo questi tre ingredienti nel pentolone, mescoliamo, aggiungiamo sale a piacere e... cosa ne viene fuori?

Interrogation.gif

Grazie a GadgetBlog.it possiamo aiutarci (leggete il breve articolo) a fare la seguente previsione.

Intel fornisce ai produttori software questa piattaforma hardware chiamata UMPC (e quindi un nuovo segmento di prodotti, chiamati appunto Ultra Mobile PC, PC ultra portatili).

Microsoft sviluppa su questa piattaforma un proprio sistema operativo (progetto Origami), basato strettamente su Windows e lo fornirà ai produttori di device finali, i quali comporanno hardware e software più qualche spezia finale per insaporire il tutto.

Apple, come al solito, prende l'hardware (di Intel), aggiunge qualche pezzettino, sviluppa il software in casa (nuova versione di Mac?), assembla tutto per benino (senza viti e senza parti sporgenti), lo mette in una bella scatolina e vende il tutto al 30% in più dei rispettivi prodotti concorrenti (lo stesso prodotto però, STRANAMENTE, funzionerà!!!).

Manca qualcuno... AMD!

AMD non rimarrà a guardare: con Apple non lavora, quindi farà la sua piattaforma concorrente ad Intel, il progetto Origami di Microsoft dovrà funzionare anche con AMD (e cresce quindi la complessità e per forza non potrà essere sviluppato ad hoc in maniera performante per una sola piattaforma) ed i produttori finali faranno scelte "di convenienza".

Vabbè... voi utenti PC ci siete abituati, io personalmente preferisco farmi imboccare da mamma Apple!

Bibliografia per i più curiosi

Low Power on Intel Architecture

Ultra Mobile PC category brief (PDF)

AGGIORNAMENTO

CIMG7093.JPG.jpg

Foto grazie a Engadget

Nel corso della pubblicazione di questo articolo, alcune novità hanno confermato le mie tesi:

  • Nuovi device mobili, su piattaforma Intel, chiamati UMPC.
  • Origami è un insieme di tecnologie Microsoft in grado di far girare le attuali versioni di Windows per tablet (e quindi non una versione ad hoc) su questi nuovi device, fornendo in più un'interfaccia per accedere meglio alle funzioni più comuni di questi device. Per maggiori informazioni, leggere qui.
  • In queste ore al CeBIT sono presentati i primi device UMPC di produttori come Asus, Samsung e Founder.
Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.39 sec.
    •  | Utenti conn.: 118
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.21