Punto informatico Network

Contenuto Default

Miscellanea di malware Kaspersky - dicembre 2007

28/01/2008
- A cura di
Archivio - Dopo la pausa natalizia, la security enterprise russa torna alla consueta pubblicazione della lista di malware notabili. Tanti nomi noti e qualche new entry caratterizzano la miscellanea del mese trascorso.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

kaspersky (1) , malware (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 190 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Another_Virus.jpgSarà arrivato anche a Mosca il tradizionale Pandoro natalizio? Questo non è dato saperlo, ma quel che è certo è che gli analisti Kaspersky tornano, negli ultimi giorni di gennaio, a pubblicare la tradizionale miscellanea di malware dopo essersi presi un mese di pausa.

Da ottobre si passa dunque alla elencazione degli agenti patogeni vincitori delle categorie brutte, sporche e cattive rappresentate dalla società russa nel corso del mese di dicembre.

La miscellanea del mese passato comprende le seguenti bestiacce:

  • Il trojan bancario più avido: è Trojan.Win32.Qhost.sx il vincitore della categoria di cybercrimine finanziario per eccellenza, avendo preso di mira 42 istituti in un sol colpo.
  • Il malware più invisibile: ancora una variante della famiglia Hupigon, in particolare Backdoor.Win32.Hupigon.rc, fa notizia per le sue capacità di camuffamento essendo il frutto della compattazione successiva di 11 diversi engine di compressione.
  • Il malware più piccolo: Trojan.BAT.KillFiles.gm, da perfetto rappresentante della categoria pesi piuma, racchiude in 12 byte un minuscolo ma pur sempre pericoloso script ammazza-dischi fissi.
  • La backdoor più grossa: Backdoor.Win32.Bifrose.adr pesa 85 Megabyte, sicuramente meno degli oltre 240 mega della backdoor del mese scorso ma comunque extra-large rispetto alle dimensioni tipiche dei malware.
  • Il malware più pericoloso: questo mese Hupigon conquista una doppia segnalazione, e con la variante Backdoor.Win32.Hupigon.vqe si fa notare per la sua capacità di cancellare i software di sicurezza dalla memoria, dal disco fisso e dal Registro di Configurazione di Windows.
  • Il worm più diffuso nelle e-mail: con il 20,03% del traffico infetto individuato dai radar Kaspersky, il verme Netsky.q conferma la sua adamantina resistenza in vetta ai malware attualmente in circolazione.
  • Il ceppo di trojan più prolifero: Backdoor.Win32.Rbot, cavallo di troia con funzionalità da backdoor, è risultato essere il malware con più varianti in circolazione a dicembre, totalizzando un totale di 673 diverse versioni.
  • La famiglia di malware più diffusa: ennesima conferma per i worm della genìa Zhelatin, di cui sono state catturate 69 nuove varianti.
Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.33 sec.
    •  | Utenti conn.: 104
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.12