Punto informatico Network

20080829210835

Il virus Beagle viaggia sulle reti di P2P

27/08/2007
- A cura di
Archivio - Il worm Bagle non ha mai perso la sua capacità di infettare i PC connessi in rete. Le nuove varianti sfruttano anche le reti di file sharing per diffondersi.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

virus (1) , p2p (1) , reti (1) , beagle (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 182 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Ci sono giunte numerose segnalazioni di persone che, dopo aver scaricato dalle reti di P2P un file chiamato trusted.exe, una volta utilizzato questo file, si sono ritrovate con i programmi di sicurezza disattivati e impossibili da reinstallare.

Bagle.jpg

L'icona del file infetto si presenta come una chiave infilata in una serratura, mentre le dimensioni del file cambiano a seconda della variante del virus che è stata usata per infettarlo.

Prima di estrarre da un archivio ed utilizzare questo tipo di file, come con qualsiasi altro file di provenienza dubbia, è opportuno farlo analizzare sul sito Virustotal.com. Nel giro di pochi minuti dall'invio il file verrà analizzato da 32 diversi antivirus contemporaneamente, fornendo un chiaro responso sulla sua eventuale pericolosità.

Per chi invece avesse già utilizzato il file e si ritrovasse il computer infetto, è a disposizione l'articolo sul worm con le istruzioni per la rimozione del virus e il ripristino di alcune funzioni di Windows, mentre è possibile trovare lo script da usare con Avenger "personalizzato" per le singole esigenze in questa discussione.

Se dopo aver seguito le istruzioni suddette aveste ancora dei problemi con questo virus, aprite una discussione nella sezione Sicurezza del MegaForum e cercheremo di aiutarvi.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.37 sec.
    •  | Utenti conn.: 76
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.22