Punto informatico Network

IE, Internet Explorer, Internet, explorer

Una sola linea di codice manda in crash Internet Explorer 6

14/08/2007
- A cura di
Archivio - La scoperta di un blogger giapponese forse non stupisce più di tanto, ma di certo fa discutere, considerando che ancora oggi il vecchio browser Microsoft è largamente adoperato per navigare in rete.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

internet (1) , internet explorer (1) , codice (1) , internet explorer 6 (1) , crash (1) , explorer (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 234 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Hamachiya2, il blogger giapponese di cui sopra, ha individuato l'ennesima falla in quello che è unanimemente considerato come il peggior virus che la storia del World Wide Web abbia mai conosciuto: con un post sul suo weblog (disponibile in inglese nella traduzione di Google) l'utente comunica di aver individuato una singola linea di codice HTML e CSS in grado di mandare in crash Internet Explorer 6.

La linea di codice, per quanti si stiano ponendo domande sulla sua complessità e perniciosità, è la seguente:

01_-_The_evil_string!.jpg

Cinquantasette caratteri sono dunque tutto il necessario per mandare definitivamente in crisi la largamente maggioritaria tecnologia web di Microsoft. Per chi voglia sperimentare, lo script "assassino" ma assolutamente innocuo è disponibile on-line: accedere al link appena indicato con IE 6 genererà un errore fatale nel modulo mshtml.dll, producendo il ben noto messaggio di crash delle applicazioni Windows.

02_-_IE_crash.jpg

Neanche a dirlo, l'unico browser tra quelli "principali" (cioè più usati dagli utenti) ad essere affetto è appunto IE 6. Il codice viene interpretato in maniera corretta da Firefox, Safari, Opera e la recente versione 7 del browser Microsoft, anche se in quest'ultimo caso pare non sia possibile usare il box generato per immettere del testo nel browser.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.35 sec.
    •  | Utenti conn.: 89
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 20
    •  | Tempo totale query: 0.23