Punto informatico Network

20090116125803_1297679407_20090116125711_1618438945_Zhongguo-China-256.png

L'iPhone potrebbe arrivare in Cina, forse senza wi-fi

15/07/2009
- A cura di
Telefonia & Palmari - Apple e il carrier China Unicom stanno cercando un'intesa per la commercializzazione dell'iPhone nel Paese. L'accordo potrebbe arrivare nei prossimi giorni, ma è probabile che il melafonino venga venduto sprovvisto di wi-fi.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

apple (1) , cina (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 145 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

Da tempo si vocifera su una possibile commercializzazione dell'iPhone in Cina. Apple cerca da tempo nuovi impiegati da spedire in oriente per avviare programmi di training, ossia d'apprendimento, riguardo l'iPhone per i dipendenti locali in collaborazione con China Unicom, il carrier che dovrebbe supportare il melafonino.

Un secondo indizio al riguardo arriva da Macworld, che segnala la presenza di un dispositivo Apple, il cui nome non è specificato, nella lista degli apparecchi autorizzati a funzionare nella rete di telefonia cellulare di nuova generazione che sarà operativa in Cina. Ovviamente l'unico dispositivo prodotto da Cupertino in grado di connettersi a una rete mobile è l'iPhone, quindi tutta questa riservatezza non è comprensibile.

Nonostante molti in rete diano per certo l'arrivo del melafonino in Cina, le peripezie di Apple non sono finite. L'azienda californiana cerca l'accordo con China Unicom, uno dei tre operatori telefonici sotto lo stretto controllo del governo cinese, che però fatica ad arrivare.

L'oggetto principale della contesa fra i due è il wi-fi. Qualche mese fa addirittura illegale in Cina, la presenza di questa funzionalità nell'iPhone sta rallentando l'arrivo di quest'ultimo nel grande mercato del Paese.

China Unicom chiede che il melafonino venga venduto sprovvisto di wi-fi oppure che Apple implementi il supporto al protocollo di sicurezza WAPI che sembra piacere molto al governo cinese.

La seconda ipotesi è accettabile da parte di Cupertino solo a patto non sia necessario cambiare il chipset presente nello smartphone, e che dunque basti una modifica al software.

L'operatore cinese chiede anche la possibilità di vendere l'iPhone con alcuni applicativi preinstallati, opportunità che Apple ha sempre negato a tutti gli altri carrier e probabilmente non farà un'eccezione per China Unicom.

I due diretti interessati non si sono ancora pronunciati ufficialmente, ma nonostante queste divergenze d'opinioni sembra che l'iPhone arriverà in Cina per la fine dell'estate o comunque entro gennaio. Attendiamo dunque nuovi sviluppi della vicenda.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.55 sec.
    •  | Utenti conn.: 113
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 18
    •  | Tempo totale query: 0.2