Domande & Risposte
20090814104051_525206554_20090814104036_901919882_spotlight_dualboot_ubuntu-vista.png

Installare correttamente Ubuntu in dual boot con Windows 7

06/08/2010
- A cura di
Linux & Open Source - Una spiegazione passo-passo per avere contemporaneamente installati Ubuntu e Windows 7 senza problemi.

Correlati

  Nessun contenuto correlato disponibile

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

 

Vorrei installare Ubuntu 10.04 in dual boot con Windows 7, facendo le cose per bene.

Ho guardato la vostra guida per installare Ubuntu in dual boot con Windows Vista [n.d.r.: QUI], però non spiega come fare le partizioni, la cosa in cui sono più incapace.

La mia domanda è: funziona anche volendo installare Ubuntu in dual boot con Windows 7?

Lo chiedo perché non ho trovato un'altra guida così completa e perché mi piacerebbe non far vedere la partizione di Ubuntu a 7 (e viceversa) ed avere una partizione condivisa.

Vi ringrazio tantissimo.

 
Domanda posta da BFC_leojr
Per MegaLab.it, risponde farbix89

Ecco la procedura per installare Ubuntu "per bene":

- prima di tutto procurarsi il Live CD di Ubuntu;

- avviare il Live CD;

- appena avviato, aprire Gparted (System -> Administration -> Gparted);

- da Gparted bisogna operare per recuperare lo spazio necessario alla partizione di Ubuntu (riduci quella di Windows, che sarà l'unica presente, con il comando resize/move); puoi ricavare circa 20-25 GB di spazio, togliendolo a Windows, e lasciando questo spazio (tolto a Windows) non partizionato;

- controllare bene prima di proseguire, per non combinare pasticci, e premere Apply;

- avviare quindi l'installazione di Ubuntu;

- arrivato alla scelta delle partizioni, basta selezionare Utilizza spazio libero contiguo;

- Ubuntu farà il resto, tutto da solo;

- al riavvio, si potrà scegliere se avviare Windows o Ubuntu.

È la procedura più semplice ed immediata per installare Ubuntu senza difficoltà.

Tornando alle altre tue domande...

Posso impedire che un sistema operativo veda all'altro?

Normalmente Windows non riesce a vedere la partizione di Ubuntu; vicecersa Ubuntu può vedere la partizione di Windows, ma non vi accede, almeno che non la si selezioni e la si avvii (quindi basta non aprire il disco locale assegnato a Windows per non fare danni).

La partizione dati condivisa?

Puoi crearla sia prima di installare il sistema sia dopo; l'importante è agire dal CD di Ubuntu, non da sistema operativo avviato. Basta ridimensionare le partizioni con Gparted e ricavare lo spazio che ti serve.

In proposito, consiglio di creare una nuova partizione logica in NTFS, ben gestita da tutti e due i sistemi operativi (Windows la leggerà subito, mentre con Ubuntu sarà necessario aprirla manualmente, sebbene ci sia anche la possibilità di automontaggio).

Ci sarebbe un'altra procedura, il partizionamento manuale di root e swap, ma è più difficile (anche se porta a risultati e performance migliori).


 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2014 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.24 sec.
    •  | Utenti conn.: 95
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11