Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Cinema, motori e problemi spirituali: il forum per tutto ciò che non è informatica.

Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda Pct » mer lug 06, 2011 10:48 am

Ciao a tutti!

Vi chiederei qualche dritta per aiutarmi ad orientarmi nella scelta dell'università.. vi dico già subito di non offendervi se alla fine decidessi qualcosa di diverso da quello che mi consigliereste, perché sapete, in mezzo ci sono anche parenti, amici,situazioni ecc. , e in più sono abbastanza "confuso" [:-H] .. ma mi rivolgo a voi perché apprezzo molto i vostri consigli e ho davvero bisogno di qualche dritta [;)]

Allora, la mia situazione è la seguente.. premetto che so poco di ambiente universitario e il resto.. ho fatto il liceo scientifico, abito in provincia di Torino, le materie in cui andavo meglio erano storia e filosofia : storia mi piace un sacco, filosofia non mi piace molto. Altre materie che mi piacciono sono matematica e chimica/biologia/scienze.. di matematica però in quinta non ho studiato molto (nel primo quadrimestre praticamente per niente) perché ho avuto un brutto periodo.. in più dalla quarta ho avuto una prof che, per quanto sia una brava persona che stimo, non mi trovavo come insegnava (diciamo che praticamente tutti quelli della classe andavano a recupero per conto proprio, che fosse per arrivare alla sufficienza o per tenersi la loro media alta), per cui ora ho lacune non indifferenti in matematica , soprattutto in argomenti come i limiti.. però matematica mi piace . Sempre per sto periodo brutto che ho avuto, quest'anno non ho fatto l'università, ma ora non mi posso permettere di perdere un altro anno, e così devo (e voglio) scegliere una facoltà.. Le principali facoltà che sono indeciso di scegliere sono : Scienze matematiche, fisiche e naturali ; facoltà di lettere e filosofia (se fossi indirizzato su storia, dovrei scegliere questa,giusto? perché su unito , il sito dell'università di Torino, non trovo altro che mi lasci pensare a storia. Se non è questa la facoltà giusta per storia, quale dovrei scegliere?) e Scienze politiche (diciamo che mi attira, perché da quanto ho sentito c'è un buon ventaglio di materie interessanti, dalla storia all'economia.. in più non c'è il test di ingresso: diciamo che mi ispira, e in più la sceglierei se alla fine non sapessi cosa scegliere e/o se non passassi il test di ingresso per altre facoltà, così non perderei un altro anno.. ma non vorrei che pensasse che scienze politiche la tengo solo come "carta di riserva", perché sebbene sia quella la strada su cui è più indirizzata, non è solo per quello..). Altre facoltà su cui potevo essere indirizzato ma che sto scartando sono psicologia (non saprei se per me sarebbe una buona idea,diciamo che mi attira ma non mi convince molto.. non sono molto informato su cosa si studia, come e quali sono le opportunità che offre.. me l'aveva consigliata una mia zia,dice che lì mi vedrebbe bene, e per me ha avuto sempre un certo fascino, però da avere qualche fascino ed essere consigliata da un parente, al pensare di studiarci seriamente e per anni sopra e poi lavorarci sopra la differenza è tanta) e informatica, perché per quanto mi piaccia (e tra l'altro una volta non avevo dubbi, ero certo che avrei scelto quella facoltà), da tempo ho "esagerato con il pc" per mesi, e ora ho qualche fastidio agli occhi, del tipo se sto davanti al pc per un periodo di tempo prolungato (diciamo se supero la mezz'ora/raggiungo un ora) iniziano a bruciarmi.. per cui stare davanti al pc per un periodo non indifferente, prima per studio , poi per lavoro se tutto andasse bene, non mi sembra una buona idea, e perciò informatica ormai la scarterei..

Ero orientato a fare una cosa di questo tipo: se scegliessi una o massimo 2 facoltà su cui orientarmi per "provare ad entrare" , ordinerei 1 libro (2 se proverei 2 facoltà) con alpha test e preparazione per quella facoltà e studierei per il test di ingresso per quella facoltà (a meno che non mi indirizzassi su scienze politiche; in quel caso scienze politiche non ha test di ingresso, quindi a parte un buon ripasso il problema non si porrebbe); se poi lo passassi, andrei a quella facoltà; altrimenti mi iscriverei a Scienze politiche che non ha test di ingresso, così non perderei l'anno..

Voi cosa mi consigliereste?

[grazie]

P.S. Sapete anche dirmi la differenza tra Facoltà, Scuole universitarie, Scuole di dottorato e Dipartimenti?
È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio - Albert Einstein
Avatar utente
Pct
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 1933
Iscritto il: dom set 09, 2007 4:38 pm

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda sampei.nihira » mer lug 06, 2011 4:05 pm

Pct tu prendi quello che scrivo come se fossi un vecchio (invece sò giovane [bleh] ) indiano saggio, ma poi fai di testa tua, OK ?

Secondo me oggi più di ieri è discretamente difficile trovare lavoro,quindi la scelta della facoltà dovrebbe essere in parte finalizzata anche allo stesso.
Quindi a meno di avere già una possibilità di lavoro dovute a familiari e parenti ,io sarei per sconsigliarti la scelta di facoltà tipo Psicologia,e Scienze Politiche.
Anche Lettere segue in parte i consigli suddetti. [ciao] [ciao]
釣りキチ三平
Avatar utente
sampei.nihira
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 3527
Iscritto il: dom ott 03, 2010 8:18 am

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda Pct » mer lug 06, 2011 4:28 pm

sampei.nihira ha scritto:Pct tu prendi quello che scrivo come se fossi un vecchio (invece sò giovane [bleh] ) indiano saggio, ma poi fai di testa tua, OK ?

Secondo me oggi più di ieri è discretamente difficile trovare lavoro,quindi la scelta della facoltà dovrebbe essere in parte finalizzata anche allo stesso.
Quindi a meno di avere già una possibilità di lavoro dovute a familiari e parenti ,io sarei per sconsigliarti la scelta di facoltà tipo Psicologia,e Scienze Politiche.
Anche Lettere segue in parte i consigli suddetti. [ciao] [ciao]


grazie mille per i consigli! [^]

Eheh, magari avere amici o parenti per lavoro! Quindi psicologia la scarto definitivamente.. Scienze politiche allora la terrei solo nel caso non passassi il test di ingresso.. oppure sai per caso se c'è qualche facoltà che non ha test di ingresso più proficua in termini di lavoro di Scienze politiche, che potrei scegliere nel caso non passassi il test di ingresso?
È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio - Albert Einstein
Avatar utente
Pct
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 1933
Iscritto il: dom set 09, 2007 4:38 pm


Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda Uomo_Senza_Sonno » mer lug 06, 2011 5:37 pm

Giurisprudenza potrebbe essere una soluzione, poi non so se ti vuoi buttare in qualcosa di più tecnico come ingegneria o architettura. Tuttavia, dietro la scelta di una carriera universitaria c'è la passione per la disciplina che vuoi studiare, e senza di quella non si prosegue.
Appunto per questo motivo, pondera la tua scelta in base anche a quanta passione ed interesse provi per determinati campi.
Grazie per tutto Zane

conosciamo l'1% delle leggi che governano l'universo, le altre non le abbiamo ancora comprese a fondo o addirittura nemmeno intuite
Avatar utente
Uomo_Senza_Sonno
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 3255
Iscritto il: gio feb 07, 2008 9:00 am
Località: http://turbolab.it

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda zenith » mer lug 06, 2011 7:40 pm

Pct ha scritto:le materie in cui andavo meglio erano storia e filosofia : storia mi piace un sacco, filosofia non mi piace molto. Altre materie che mi piacciono sono matematica e chimica/biologia/scienze..

Mi associo a quello che ha scritto Sampei... però se sei interessato alle scienze naturali, alla chimica, dovresti tenere presente il corso di chimica! Offre una laurea triennale e poi le diverse specializzazioni. I chimici e i fisici sono sempre "rari" e sono richiesti nel mondo del lavoro. A volte i contatti con le aziende si hanno già all'interno della facoltà, e gli studenti migliori sono già "prenotati" prima della laurea.
C'è scienze biologiche, ma è diventato un corso di laurea alquanto "inflazionato" purtroppo... molti sono "trombati" di corsi come medicina o odontoiatria in attesa di provare anno dopo anno l'accesso. Davvero peccato, perché a volte diventa un CdL "parcheggio" e invece è un bellissimo corso, molto interessante con vari sbocchi professionali (per esempio questo CdL era nelle mie opzioni di scelta perché una volta concluso mi sarebbe piaciuto insegnare biologia al liceo!)
Io mi sento di sconsigliarti un percorso nelle facoltà umanistiche: troppo piene di gente che le usa come parcheggio, pochi sbocchi lavorativi in cui c'è tanta competizione. Per quanto possano soddisfare la curiosità dello studente, raramente danno da mangiare per il resto della vita. Lo so è abbastanza odioso da dire, ma bisogna considerare con un certo peso questo aspetto!
Pct ha scritto:Altre facoltà su cui potevo essere indirizzato ma che sto scartando sono psicologia (non saprei se per me sarebbe una buona idea,diciamo che mi attira ma non mi convince molto.. non sono molto informato su cosa si studia, come e quali sono le opportunità che offre.. me l'aveva consigliata una mia zia,dice che lì mi vedrebbe bene, e per me ha avuto sempre un certo fascino, però da avere qualche fascino ed essere consigliata da un parente, al pensare di studiarci seriamente e per anni sopra e poi lavorarci sopra la differenza è tanta)

Scienze e tecniche psicologiche per l'esattezza... in Italia praticamente non esiste la figura dello psicologo "americano", quello con il lettino e il bloc notes... più che altro i laureati in psicologia lavorano con i servizi sociali, per i tribunali... poi ci sono anche i liberi professionisti con il lettino, ma lo fa come doppia professione.
Pct ha scritto:Ero orientato a fare una cosa di questo tipo: se scegliessi una o massimo 2 facoltà su cui orientarmi per "provare ad entrare" , ordinerei 1 libro (2 se proverei 2 facoltà) con alpha test e preparazione per quella facoltà e studierei per il test di ingresso per quella facoltà

Corsi di laurea a numero programmato ce ne sono molti ormai (troppi IMHO). Studio nel "settore", quindi posso dirti che come CdL a numero programmato ci sono da considerare tutte le Professioni Sanitarie: da Scienze Infermieristiche a Fisioterapia... sono tutte figure professionali davvero MOLTO richieste (da tutta Europa arrivano infermieri in Italia) e attualmente visto il numero programmato c'è davvero penuria di queste figure. Sono corsi molto interessanti in cui si spazia dallo studio sui libri all'attività "sul campo".
«Our philosophy at “New Scientist” is this: science is interesting, and if you don’t agree you can fu** off.»
Avatar utente
zenith
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: lun ago 13, 2007 3:31 pm
Località: Mola di Bari

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda Pct » mer lug 06, 2011 9:20 pm

Ringrazio tutti per i consigli e le risposte; davvero dettagliate e piene di informazioni preziose [^]

Uomo_Senza_Sonno ha scritto:Giurisprudenza potrebbe essere una soluzione, poi non so se ti vuoi buttare in qualcosa di più tecnico come ingegneria o architettura. Tuttavia, dietro la scelta di una carriera universitaria c'è la passione per la disciplina che vuoi studiare, e senza di quella non si prosegue.
Appunto per questo motivo, pondera la tua scelta in base anche a quanta passione ed interesse provi per determinati campi.


In giurisprudenza sai per caso se c'è da studiare anche latino? in effetti è un'idea interessante [;)] Ingegneria non penso soprattutto perché ho sentito dire che lì la matematica ( e non solo,diciamo la facoltà in generale) è davvero difficile, e io sento troppe lacune.. un mio amico che è uscito dal liceo con 100 e lode al primo esame di matematica ha preso 19.. Però ho anche sentito dire, (in generale, non riguardo solo a ingegneria, stavamo parlando di Scienze matematiche,fisiche e naturali, non so se valga anche per ingegneria) che non mi devo porre il problema perché all'università si ricomincia tutto da capo e che basta che quest'estate mi faccio per bene gli alpha test andando a ripassare tutto quello dove vedo che ho delle lacune.. quanto c'è di vero in questo? davvero si ricomincia "tutto da capo", e non fa tanta differenza la preparazione che hai alle spalle? Dite che è più difficile ingegneria o Scienze matematiche fisiche e naturali (d'ora in poi abbreviato Scienze MFN :P) ? Come interessi comincia a intrigarmi sempre di più Scienze MFN.. sperò solo che le mie lacune non mi impediscano di intraprendere quella strada, se sceglierò quella

zenith ha scritto:

Pct ha scritto:le materie in cui andavo meglio erano storia e filosofia : storia mi piace un sacco, filosofia non mi piace molto. Altre materie che mi piacciono sono matematica e chimica/biologia/scienze..

Mi associo a quello che ha scritto Sampei... però se sei interessato alle scienze naturali, alla chimica, dovresti tenere presente il corso di chimica! Offre una laurea triennale e poi le diverse specializzazioni. I chimici e i fisici sono sempre "rari" e sono richiesti nel mondo del lavoro. A volte i contatti con le aziende si hanno già all'interno della facoltà, e gli studenti migliori sono già "prenotati" prima della laurea.
C'è scienze biologiche, ma è diventato un corso di laurea alquanto "inflazionato" purtroppo... molti sono "trombati" di corsi come medicina o odontoiatria in attesa di provare anno dopo anno l'accesso. Davvero peccato, perché a volte diventa un CdL "parcheggio" e invece è un bellissimo corso, molto interessante con vari sbocchi professionali (per esempio questo CdL era nelle mie opzioni di scelta perché una volta concluso mi sarebbe piaciuto insegnare biologia al liceo!)
Io mi sento di sconsigliarti un percorso nelle facoltà umanistiche: troppo piene di gente che le usa come parcheggio, pochi sbocchi lavorativi in cui c'è tanta competizione. Per quanto possano soddisfare la curiosità dello studente, raramente danno da mangiare per il resto della vita. Lo so è abbastanza odioso da dire, ma bisogna considerare con un certo peso questo aspetto!
Pct ha scritto:Altre facoltà su cui potevo essere indirizzato ma che sto scartando sono psicologia (non saprei se per me sarebbe una buona idea,diciamo che mi attira ma non mi convince molto.. non sono molto informato su cosa si studia, come e quali sono le opportunità che offre.. me l'aveva consigliata una mia zia,dice che lì mi vedrebbe bene, e per me ha avuto sempre un certo fascino, però da avere qualche fascino ed essere consigliata da un parente, al pensare di studiarci seriamente e per anni sopra e poi lavorarci sopra la differenza è tanta)

Scienze e tecniche psicologiche per l'esattezza... in Italia praticamente non esiste la figura dello psicologo "americano", quello con il lettino e il bloc notes... più che altro i laureati in psicologia lavorano con i servizi sociali, per i tribunali... poi ci sono anche i liberi professionisti con il lettino, ma lo fa come doppia professione.
Pct ha scritto:Ero orientato a fare una cosa di questo tipo: se scegliessi una o massimo 2 facoltà su cui orientarmi per "provare ad entrare" , ordinerei 1 libro (2 se proverei 2 facoltà) con alpha test e preparazione per quella facoltà e studierei per il test di ingresso per quella facoltà

Corsi di laurea a numero programmato ce ne sono molti ormai (troppi IMHO). Studio nel "settore", quindi posso dirti che come CdL a numero programmato ci sono da considerare tutte le Professioni Sanitarie: da Scienze Infermieristiche a Fisioterapia... sono tutte figure professionali davvero MOLTO richieste (da tutta Europa arrivano infermieri in Italia) e attualmente visto il numero programmato c'è davvero penuria di queste figure. Sono corsi molto interessanti in cui si spazia dallo studio sui libri all'attività "sul campo".



Grazie per tutti i consigli e le info, davvero molte! [;)] Credo allora che scarterò le facoltà umanistiche: hai ragione a dire che bisogna pensare al lavoro, e dato che storia non ne offrirebbe molto, forse è meglio che la scarto
Per quanto riguarda le facoltà sanitarie hai ragione, ma purtroppo le scarterei perché proprio lavorare nella sanità (come medico o cose del genere dico) non mi piacerebbe proprio: tanto da studiare, per un lavoro che non sento mi piacerebbe
È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio - Albert Einstein
Avatar utente
Pct
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 1933
Iscritto il: dom set 09, 2007 4:38 pm

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda zenith » mer lug 06, 2011 10:40 pm

Pct ha scritto:In giurisprudenza sai per caso se c'è da studiare anche latino?

Rubo la risposta a USS: [mandibol] NO! Non si studia latino (c'è solo un esame di inglese), anche se chiaramente i termini latini non sono infrequenti come puoi immaginare [^]
Pct ha scritto:un mio amico che è uscito dal liceo con 100 e lode al primo esame di matematica ha preso 19

Che c'entra... il primo impatto con il mondo universitario è difficile per tutti. Ad Ingegneria Analisi 1 è il primo esame che danno gli studenti.
Pct ha scritto:basta che quest'estate mi faccio per bene gli alpha test andando a ripassare tutto quello dove vedo che ho delle lacune

Gli Alpha test sono un'invenzione per fregare soldi. I libri del liceo sono 1000mila volte meglio se li hai ancora, sia per la ripetizione sia per la preparazione a test di ingresso in generale.
Pct ha scritto:Dite che è più difficile ingegneria o Scienze matematiche fisiche e naturali

Sono due mondi diversi come approccio alle tematiche ed impostazione dei corsi e degli argomenti; non mi sentirei di fare una comparazione. E comunque sia Ingegneria sia SMFN sono due GALASSIE che comprendono tantissimi corsi diversissimi tra loro anche come complessità intrinseca. Spero che nessuno se la prenda, ma tra ingegneria gestionale ed edile la differenza è netta IMHO
Pct ha scritto:Per quanto riguarda le facoltà sanitarie hai ragione, ma purtroppo le scarterei perché proprio lavorare nella sanità (come medico o cose del genere dico) non mi piacerebbe proprio: tanto da studiare, per un lavoro che non sento mi piacerebbe

Le Professioni Sanitarie sono tutte corsi triennali [^] ma se ritieni che non sarà mai il tuo campo, è evidente che hai un'idea chiara su questo.
«Our philosophy at “New Scientist” is this: science is interesting, and if you don’t agree you can fu** off.»
Avatar utente
zenith
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: lun ago 13, 2007 3:31 pm
Località: Mola di Bari

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda Uomo_Senza_Sonno » mer lug 06, 2011 11:51 pm

zenith ha scritto:Rubo la risposta a USS: [mandibol] NO! Non si studia latino (c'è solo un esame di inglese), anche se chiaramente i termini latini non sono infrequenti come puoi immaginare

E meno male che non si studia, ma ad ogni modo, in moltissime facoltà un esamino di diritto si dovrà sostenere comunque.

zenith ha scritto:Che c'entra... il primo impatto con il mondo universitario è difficile per tutti. Ad Ingegneria Analisi 1 è il primo esame che danno gli studenti.

Diciamo pure anche un piccolo trauma a seconda di come va.. però, come ti ho detto precedentemente, senza passione verso una disciplina che pensi di essere portato, la strada diventa moooolto ma moooolto più faticosa. In più, ogni corso di studi ha le sue difficoltà che con costanza e perseveranza si affrontano e superano, quindi non scoraggiarti davanti alle eventuali difficoltà che potresti incontrare.

zenith ha scritto:Spero che nessuno se la prenda, ma tra ingegneria gestionale ed edile la differenza è netta

No, hai perfettamente ragione, c'è una differenza enorme: la prima costruisce organizzazioni, l'altra pilasti e solai.

Pct ha scritto:Per quanto riguarda le facoltà sanitarie hai ragione, ma purtroppo le scarterei perché proprio lavorare nella sanità (come medico o cose del genere dico) non mi piacerebbe proprio: tanto da studiare, per un lavoro che non sento mi piacerebbe

Ripeto, è importante avere la passione per gli studi che vuoi intraprendere. Io non ho scelto architettura perché in un futuro magari forse ho un lavoro che mi rende, ho scelto architettura perché ho sempre avuto la passione per l'architettura.
Grazie per tutto Zane

conosciamo l'1% delle leggi che governano l'universo, le altre non le abbiamo ancora comprese a fondo o addirittura nemmeno intuite
Avatar utente
Uomo_Senza_Sonno
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 3255
Iscritto il: gio feb 07, 2008 9:00 am
Località: http://turbolab.it

Re: Datemi qualche dritta per scegliere l'università

Messaggioda Pct » gio lug 07, 2011 8:57 am

OK, grazie mille [^]

zenith ha scritto: Gli Alpha test sono un'invenzione per fregare soldi. I libri del liceo sono 1000mila volte meglio se li hai ancora, sia per la ripetizione sia per la preparazione a test di ingresso in generale


Non lo sapevo,allora meno male che li ho conservati i libri del liceo! Quali argomenti in particolare mi consigliate di ripassare bene? Quelli di terza e quarta dici che li posso mettere in secondo piano e concentrarmi su quelli di quinta?

zenith ha scritto:Le Professioni Sanitarie sono tutte corsi triennali ma se ritieni che non sarà mai il tuo campo, è evidente che hai un'idea chiara su questo.


Eheh, si, per fortuna è una delle cose (forse l'unica) di cui sono quasi sicuro: non so perché ma non mi ispirano proprio

Uomo_Senza_Sonno ha scritto:E meno male che non si studia, ma ad ogni modo, in moltissime facoltà un esamino di diritto si dovrà sostenere comunque.


Già, meno male che non si studia latino; oltre a essere una materia a conti fatti inutile, è anche difficile; meno male che l'hanno tolta almeno dai licei scientifici, cosa che dovevano fare IMHO molto prima. Diritto sarà per me una cosa completamente nuova

Uomo_Senza_Sonno ha scritto:Ripeto, è importante avere la passione per gli studi che vuoi intraprendere. Io non ho scelto architettura perché in un futuro magari forse ho un lavoro che mi rende, ho scelto architettura perché ho sempre avuto la passione per l'architettura.


è un consiglio importante anche perché la tentazione di prendere una strada solo per i lavori che può offrire a corso terminato c'è sempre; a questo punto Ingegneria e professioni sanitarie le escludo completamente allora

E di lingue che mi dite? Sapete qualcosa? Sapete per caso qualcosina sul corso? E le opportunità di lavoro che offrirebbe? A me studiare le lingue (inglese) è sempre piaciuto; però alla fine ho studiato solo inglese, quindi non so quanto mi converrebbe
È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio - Albert Einstein
Avatar utente
Pct
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 1933
Iscritto il: dom set 09, 2007 4:38 pm


Torna a Chiacchiere in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising