Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Formati Standard

Cinema, motori e problemi spirituali: il forum per tutto ciò che non è informatica.

Formati Standard

Messaggioda Xero » gio nov 19, 2009 2:20 pm

Sono sicuro che se ne sia già discusso, ma non ho trovato la conversazione [:-H]

Per i formati di file esistono degli standard dichiarati e non solo de facto?
Chi decreta standard un formato, le solite ISO e IEEE? Come fare per venire a conoscenza di quali formati siano standard e quali no?
Sui rispettivi siti non riesco a capirci una cippa [boh]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari

Re: Formati Standard

Messaggioda Andy94 » gio nov 19, 2009 4:50 pm

Nono, esistono eccome.
Ci sono le già note normative ISO, e alcuni formati sono pure brevettati.

Alcuni esempi:
http://en.wikipedia.org/wiki/Office_Open_XML
http://en.wikipedia.org/wiki/OpenDocument
...

Per una lista completa generale
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_ISO_standards

[^]
Avatar utente
Andy94
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 9998
Iscritto il: lun apr 09, 2007 8:39 pm

Re: Formati Standard

Messaggioda Xero » gio nov 19, 2009 5:03 pm

Perfetto, avevo già consultato quella lista, ma non conoscendo un formato sicuramente standard da cercare ho evitato di leggere tutto l'elenco cercandone uno [:D]

Ma una lista sintetica di tutti i formati standard non si trova? quella è completa, per carità, ma c'è anche tanta roba superflua

Intanto faccio una ricerchina sul sito iso.org
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari


Re: Formati Standard

Messaggioda Pacopas » gio nov 19, 2009 5:30 pm

L'argomento è alquanto spinoso.
Manca di linearità... almeno da quello che compresi io quando mi informai.

Allora diciamo che ISO Organizzazione internazionale per gli standard è l'organizzazione più importante a livello mondiale.
questo per varie motivazioni legate per lo più a questione politiche e agganci con gli stati, tant'è vero che loro si presentano come
International Standards for Business, Government and Society


Uno standard però può essere rilasciata da consorzi dedicati a questo uno è per esempio quello da te citato IEEE che si occupa per lo più di seguire e promuovere standard elettronici... la famosa porta 1394 il firewire di apple.

Per quanto riguarda la gestione italiana il consorzio di riferimento è UNI che diciamo è il consorzio ufficiale italiano del'ISO

Poi c'è il CEN che il consorzio che promuove a livello europeo gli standard

un altro importante consorzio sopratutto a livello informatico è l' OASIS quello che si è occupato dello standard dei documenti OpenOffice.... si chiama come il gruppo quindi trovare il loro sito è una missione [:D]

Fondamentalmente qualunque cosa può essere standardizzata da uno di questi consorzi.
Più Aziende e associazioni governative appoggiano il consorzio, più c'è la possibilità che lo standard prenda piede a livello pratico, teoricamente come spiegavo è già standard.

I dubbi vengono generati da un errata concezione che si ha sulla definizione di standard. standard non vuole dire unico, ma uguale.
in che senso. non esiste un unico standard per esempio le immagini, ma chiunque utilizza uno standard per rimanere nelle norme del consorzio, lo deve applicare in maniera uguale.
questo avviene per consentire l'interoperabilità dei formati.
Faccio un breve esempio.
Per le immagini digitali esistono vari standard... prendiamone a mo' di esempio due: (ricordo che GIF non solo non è standard ma in teoria si dovrebbe pagare per usarlo... ora non so in che termini e in quali ambiti)
Jpeg (Joint Photographic Experts Group) che è standard presso due consorzi, il succitato ISO e ITU-T (International Telecommunication Union - Telecommunication Standardization Bureau), prima conosciuto come CCITT.
PNG (Portable Network Graphics) che è uno standard di un altro famosissimo consorzio W3C (il consorzio che ha come obbiettivo la standardizzazione del World Wide Web)

Ora tu puoi utilizzare entrambe le estensioni, se vuoi assicurarti di usarne una standard. Questo ti permette di avere una certa uniformità in quanto chiunque può avvalersi grazie alla standardizzazione delle tecniche per riprodurre e generare alla perfezione questi tipi di estensioni.

Riassumendo. Esistono diversi consorzi per promuovere gli standard, quindi non c'è una lista unica sui loro siti, ma tutt'al più la lista delle loro norme che hanno eletto standard dei progetti (formati porte prese ecc ecc).

Nota a margine.
Nel panorama degli Standard esiste una particolare categoria i famosi standard aperti, questi oltre ad essere standardizzati vengono rilasciati con Free-Royalties o sotto licenze Free e Open.
Questi standard sono per ovvie ragioni i più interessanti da utilizzare, in quanto oltre la loro interoperabilità dovuta alla standardizzazione garantiscono non solo che non si debba mai pagare per utilizzarli/implementarli ma assicurano, non essendo condizionati da politiche commerciali una elevata retrocompatibilità. Cosa che può non avvenire con standard proprietari.

Scusa se sono stato un po' lunghetto, ma l'argomento mi interessa [;)]
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Formati Standard

Messaggioda Xero » gio nov 19, 2009 6:35 pm

No no, scrivi scrivi, quando ce vo' ce vo' [:D]

Quindi in teoria per essere riconosciuto standard, un formato deve rispettare le caratteristiche che ciascuna società impone, la quale a sua volta è appoggiata da diverse nazioni/istituzioni (e qui parte il giro d'affari) che ne confermano la validità.

Il dubbio mi è sorto indagando sul formato .dng. Si tratta di uno dei tanti formati RAW usati in fotografia, al pari del jpeg, con caratteristiche più evolute (maggiore flessibilità in postproduzione in sostanza).
Ora ogni azienda ha il suo RAW, hasselblad ha .fff e .3f, fujifilm ha i .raf, e via discorrendo.

Questo .dng è stato creato da Adobe con lo scopo di eliminare i mille formati esistenti e rappresentare uno standard del settore.

Poiché leggevo su wikipedia

Il formato DNG, grazie anche ad un convertitore RAW-DNG già disponibile, introduce un formato standard di pubblico dominio (ma protetto da brevetto) per i dati grezzi delle fotocamere, che potrebbe facilitare notevolmente la gestione dei file da parte dei professionisti della fotografia.


allora mi domandavo con quale concezione di standard l'autore avesse scritto ciò.
Perché se per standard intendiamo ciò che le autorità in materia hanno riconosciuto tale allora la definizione non è calzante, quello di Adobe con il .dng è un tentativo di creare lo standard.

Come Adobe stessa dichiara:

il formato DNG risolve la mancanza di uno standard aperto per i file RAW creati dai singoli modelli di fotocamere, garantendo ai fotografi un accesso costante ai propri file.


il dng sopperisce alla mancanza di uno standard, ma di fatto non lo è ancora.

Sono solo io a vederci l'errore oppure è così? [:D]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari

Re: Formati Standard

Messaggioda Pacopas » gio nov 19, 2009 8:14 pm

Hai visto giusto, nella voce di wikipedia oltre che estremamente stringata c'è un'errore nell'uso del termine standard. [^]

Adobe, se agirà e credo che lo farà, come ha fatto con il PDF, attraverso partnership commerciali introdurrà questo nuovo formato per i dati di archiviazione e lo renderà diffuso, chiedendo (si fa per dire) alle aziende di utilizzarlo.
Dopo chiederà a qualche consorzio, per il pdf ha usato l'ISO, di analizzare il formato e passarlo se è possibile (ogni consorzio ha i suoi procedimenti e fa le sue verifiche e i suoi test) a Standard ovviamente questo garantirà anche delle limitazioni per permettere all'utente di utilizzarlo al meglio anche negli anni e con diverse versioni del reader.

Questo permetterà a tutti di leggere e analizzare i dati archiviati in DNG ma non a tutti di modificarli e produrli senza pagare, come avviene ora per la versione pro di Adobe Acrobat che produce i PDF. in modo da ricavarci delle royalties, dopo tutto sono una azienda commerciale.

Nota a margine. La diffusione del formato PDF e la possibilità di produrre file PDF ha portato alla creazione di molti Software.
Ma c'è una differenza tecnica di base.
Questi software come l'esportazione di OO o di PDFCreator, non creano veri e proprio PDF (inteso come formato standard) ma elaborano un file di testo con propri editor (formattazione, creazione tabelle indicizzazione immagini ) e poi esportano (stampano su file in pratica) il risultato in PDF. Tecnicamente nel dettaglio non saprei spiegarlo meglio... dovreste fare delle ricerche... ma l'ultima volta che ho studiato la questione la situazione stava così [;)]
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Formati Standard

Messaggioda Xero » gio nov 19, 2009 9:39 pm

Pacopas ha scritto:Hai visto giusto, nella voce di wikipedia oltre che estremamente stringata c'è un'errore nell'uso del termine standard. [^]

Adobe, se agirà e credo che lo farà, come ha fatto con il PDF, attraverso partnership commerciali introdurrà questo nuovo formato per i dati di archiviazione e lo renderà diffuso, chiedendo (si fa per dire) alle aziende di utilizzarlo.
Dopo chiederà a qualche consorzio, per il pdf ha usato l'ISO, di analizzare il formato e passarlo se è possibile (ogni consorzio ha i suoi procedimenti e fa le sue verifiche e i suoi test) a Standard ovviamente questo garantirà anche delle limitazioni per permettere all'utente di utilizzarlo al meglio anche negli anni e con diverse versioni del reader.

Questo permetterà a tutti di leggere e analizzare i dati archiviati in DNG ma non a tutti di modificarli e produrli senza pagare, come avviene ora per la versione pro di Adobe Acrobat che produce i PDF. in modo da ricavarci delle royalties, dopo tutto sono una azienda commerciale.


Esattamente le conclusioni a cui sono arrivato io. Aggiungo che ad oggi adobe, con Camera Raw, è costretta a fare reverse enginnering per poter aprire i file raw dei diversi marchi. Se riuscisse a "convincere" le aziende a produrre .dng direttamente in macchina foto, non solo avrebbe il "potere" di un formato proprietario (sì, è aperto, ma è pur sempre brevettato), ma risparmierebbe sullo sviluppo e taglierebbe fuori tutti i RAW processor sviluppati delle singole aziende, che hanno il vantaggio di lavorare su file creati dall'azienda stessa e sfruttarne quindi tutte le caratteristiche.

Certo che ogni giorno che passa mi rendo conto che wikipedia è piena di imprecisioni. Comincio a domandarmi se come mezzo di consultazione sia veramente affidabile [rolleyes]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari

Re: Formati Standard

Messaggioda Pacopas » gio nov 19, 2009 10:30 pm

Xero ha scritto:Certo che ogni giorno che passa mi rendo conto che wikipedia è piena di imprecisioni. Comincio a domandarmi se come mezzo di consultazione sia veramente affidabile [rolleyes]


E' un argomento ampio, anche questo. [:D]
credo che molto dipenda dalle voci che si cercano. alcune sono estremamente precise e accurate.
dipende dalla lingue. Wikipedia en è molto più accurata, nella media.

io uso Wiki solo per avere un'idea del concetto globalmente.. non l'ho mai presa come la bibbia, come penso faccia la maggior parte delle persone... e credo che per loro stessa natura qualunque opera che si pone il fine di diffondere la cultura debba essere confrontata con più fonti.

Per adobe come azienda dico solo che ha sempre portato innovazioni nel campo in cui si è applicata, notevoli e di fascia altissima... ma non è di quelle aziende che giocano (almeno dai rumors a me pare, poi non si sa mai) sempre pulito.
E poi deve smettere di spingere a tutti i costi il Flash sul web in qualunque ambito di utilizzo [:D]
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Formati Standard

Messaggioda ssjx » gio nov 19, 2009 10:39 pm

Pacopas ha scritto:E poi deve smettere di spingere a tutti i costi il Flash sul web in qualunque ambito di utilizzo [:D]

Infatti ha smesso.... ora vuole spingerlo anche sul desktop con AIR [rotolo]


PS
meglio flash che almeno su Opera funzia... non come silverlight [sh]
Usavo IE e mi lamentavo... usavo Mozilla e mi lamentavo, decisamente meno ma mi lamentavo, ... poi ho trovato Opera e fu amore a prima vista
Avatar utente
ssjx
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5756
Iscritto il: ven nov 26, 2004 3:37 pm
Località: Barcellona

Re: Formati Standard

Messaggioda Xero » ven nov 20, 2009 12:35 am

ssjx ha scritto:
Pacopas ha scritto:E poi deve smettere di spingere a tutti i costi il Flash sul web in qualunque ambito di utilizzo [:D]

Infatti ha smesso.... ora vuole spingerlo anche sul desktop con AIR [rotolo]


E su Mac ci sta riuscendo, visto che ci sono un botto di applicazioni che sfruttano AIR e il Flash. Specie applicazioni che usano le API di servizi come twitter, flickr, e robe così.

A me non è mai piaciuto tanto questo AIR, non ho mai approfondito bene cosa sia, ma io voglio le App come Cristo comanda [:D]

Comunque, ritornando alla questione Wikipedia, la uso anch'io come mezzo per farmi un'idea superficiale, e ti dirò, il più delle volte non arrivo a leggere oltre il primo paragrafo. Però quando sono alla ricerca di fonti serie ed affidabili comincio ad essere in difficoltà...dobbiamo acquistare la treccani per 12mila€? [:D]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari


Torna a Chiacchiere in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising