Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Cinema, motori e problemi spirituali: il forum per tutto ciò che non è informatica.

Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » ven set 05, 2008 6:01 pm

[:)]
Buonasera,saluto la Redazione,lo Staff e tutti i membri del Forum.
(Spero che i Moderatori mi permettano di scrivere queste frasi,sono un po lunghe!)

Sono di recente rientrato dalle vacanze,dalla Spagna (precisamente dall'isola di Minorca),io ed un carissimo amico,e nel viaggio di ritorno in aereo abbiamo avuto una curiosa e inattesa e animata discussione (ovviamente in positivo), che riguardava il rapporto che noi italiani abbiamo con le nostre donne e con le donne straniere.

Il discorso è nato,dal momento in cui ci hanno assegnato i posti sull'aereo,io ed il mio amico,abbiamo avuto la fortuna di essere seduti accanto a delle donne di nazionalità danese ed irlandese,abbiamo incominciato a socializzare (parlavano infatti un'italiano abbastanza fluido).

La cosa curiosa è nata subito poco dopo;alcune persone che ci stavano sedute di due file più avanti hanno iniziato quasi a disprezzare ed essere in disaccordo,lamentandosi quasi risentiti degli argomenti che stavamo trattando (ripetendo uffa!!! queste straniere,tutte uguali,sono tutte tr**e,vanno sempre in cerca del c***o) e altre frasi simili. [:p]

In parole semplici il tema scottante del nostro discorso era che alcuni di noi si trovano meglio con le donne straniere,che con le donne italiane.

Io,che ho avuto modo di lavorare per diversi anni all'estero,posso affermare che non c’è paragone con le straniere.
Sono magnifiche, dolci, stupende, sincere, senza preconcetti e pronte a scoprirti e scoprirsi. Devi saper parlare le lingue, questo è un must.

Prendevano qualsiasi mezzo per venire a trovarmi e mi facevano sorprese su sorprese: sapevano coccolarmi e stupirmi come fosse ogni volta la prima volta.
Anch'io ricambiavo stupendole, e sorprendendole,tutto che veniva praticamente da sé senza dire né “mah” né “beh”.

Poi le relazioni sono finite di pari accordo (il passo successivo sarebbe stata la convivenza), con rammarico e grande tristezza da entrambe le parti, ma con la lucida convinzione che così non si sarebbe potuto andare avanti e per la distanza e per gli impegni reciproci che ci vincolavano entrambi fino a poco tempo fa.
Relazioni che sono finite, sì, ma è rimasto un bel rapporto e tutt’ora le sento e ci scriviamo e ci vediamo se passano di qui o io di lì.
Insomma: abbiamo agito in modo maturo lasciando una porta aperta per il futuro: una sorta di stand-by, “dell’avvenir non v’é certezza” diceva qualcuno.

Io con loro,e loro con me, ho costruito un’aura di conoscenza e di fiducia sulla base delle emozioni e dei momenti unici trascorsi insieme come un profondo solco nel cuore che ci porteremo col sorriso per tutta la vita.

In poche righe mi è impossibile descrivere le emozioni e il desiderio di vederci che cresceva all’avvicinarsi delle chiamate quotidiane o ancor più degli incontri..ma giuro che erano indescrivibili perché eravamo coinvolti in un turbinio di emozioni che è molto di più della semplice infatuazione (che non giustificherebbe i ripetuti spostamenti per una semplice e gretta “t******a”).

Ho avuto anche altre ragazze durante le mie vacanze e i miei soggiorni rigorosamente all’estero anche se non sono state relazioni importanti.

Ora il capitolo italiano: una tragedia o poco ci manca.

Io sono sempre io e, a parte la lingua parlata, non sono un’altra persona se mi trovo in Italia!
Ebbene sembrerebbe di sì.

Ho avuto una ragazza italiana che,dopo avermi fatto impazzire a lungo portandomi ad una crisi di nervi, ho scoperto che era rimasta incinta.

A parte questo “intermezzo” molto triste sono uscito con altre ragazze italiane ma non so com’é non ha più funzionato..la cosa durava da 2/3 settimane a 1/2 mesi..tante volte senza beccare molto anche perché io non vivo in funzione della ragazza perché sono molto
impegnato e poi non mi sembra il caso e non mi piace che il mondo debba ruotare attorno alla ragazza di turno.
Ciò non significa che io non sia propositivo, anzi, ma il tempo che metto a disposizione è limitato e non infinito.
Tutto la conoscenza acquisita in precedenza veniva applicato con le italiane senza però dare un riscontro positivo.

Quindi mi sono stufato della italiane e ho continuato a coltivare le relazioni con ragazze straniere. Inoltre,non essendomi mai comportato male, gentile sì, ma non come un pollo da farsi spennare, ho sempre mantenuto un certo grado di distacco e ciò mi ha permesso di mantenere sempre un bel rapporto anche dopo che le relazioni erano finite: chiamatelo “spirito imprenditoriale” o come vi pare ma mantenere il contatto fa piacere perché lusinga ricevere periodicamente qualche sms o chiamata.

Le italiane invece oddio!!! un disastro.

Tirare in ballo il destino in una situazione del genere mi sembra inappropriato e inopportuno come tirare una bestemmia in chiesa.
Le relazioni sono come un barca: se remi solo tu giri in tondo.

Quando esco con delle ragazze voglio vedere oltre al target letto perché incontrare una persona è stimolante e ti arricchisce e chissà mai che si riveli poi quella giusta.

Sempre meglio essere se stessi gentili o cinici o bastardi o cos’altro,ma almeno non si tradisce in primis se stessi.

Però a me in Italia con le Italiane non va e con le straniere sì.
La mia non è una questione di insicurezza, paura delle donne o qualsivoglia.

Cerco sempre di partire da zero,senza preconcetti ma poi mi accorgo che “leggendo” la ragazza che ho davanti sento spesso un allarme nella mia testa che mi dice:” attento, questo è un segno negativo..”
Si rivelano,per diversi gradi e situazioni, viziate, con un umore altalenante, logorroiche, fobiche, maniache della moda Vuitton/Tiffany/Gucci, ragazze disponibili nei modelli bionda vera,“mechata”, mora, difficili e problematiche, senza grandi prospettive oltre l’aperitivo, inquadrate nello stereotipo della loro vita Milano-Santa Margherita-Porto Rotondo/Cervo-Forte dei Marmi-Crans/Cortina.

Queste le Italiane a Milano, almeno una buona parte.
(parlo di Milano perché e qui che allora mi trovavo)

Tante qui in Italia si sono “innamorate” della bella vita piuttosto che di me (e non sono un ragazzo senza argomenti), ma se all’inizio facevo fatica a rendermene conto, ora sono più scaltro e, se é questo che vogliono, per brutto che possa essere dirlo, ci sfruttiamo implicitamente a vicenda con la consapevolezza da parte mia che quando mi stufo non ci rimarrò male se la relazione finisce per mia o per sua volontà.

Che tristezza, che differenza c’é tra loro ed una accompagnatrice/prostituta d’alto borgo?

Voglio essere cattivo: nessuna, solo che loro si fanno pagare “implicitamente” con la bella vita che permetti loro di fare e non con il contante o assegno.
Tante ragazze italiane sono una bella cornice e niente più perché oltre quello che vedi, spesso e volentieri, non c’é niente di più.
Ne ho conosciute anche di buone di Italiane, ma sono le felici ragazze dei miei cari e fortunati amici.

Quindi io dico W la ragazza straniera, semplice, senza troppo trucco, che non ci mette 2 ore a prepararsi tipo restauro, senza preconcetti, che viene anche a conoscerti, che non gioca a nascondino se sei sincero e vero, che se ti deve dire una cosa te la dice perché la pensa veramente e ci ha ragionato.

La bellezza sta nelle cose semplici e anche una birra con la ragazza giusta può rivelarsi molto più magica di una serata nel più bel ristorante di St.Tropez con una cretina ingioiellata.

Credo questo: le italiane dovrebbero essere più umili, semplici e prendere esempio dalle
straniere perché, scusate l’espressione, “non ce l’hanno solo loro” e il mercato è libero, aperto e offre molto oltre i confini italici.

Secondo me una donna straniera è generalmente più disponibile di un’Italiana, a prescindere che si tratti di donne dell’est Europa o di altre nazionalità.

Che l’Italia fosse un paese d’individualisti, probabilmente era noto a tutti, che tutti cercassero in modo ossessionante di elevarsi rispetto agli altri è un altra condizione con cui viviamo ogni giorno e che si riflette sui nostri acquisti quotidiani.

Apparire più ricchi, apparire più sicuri di sè stessi, apparire sexy, la parola chiave sembra essere proprio apparire.

Ma se un jeans di Armani e una camicia di Versace possono farci sembrare più eleganti, più ricchi, più sexy, chi ci da la garanzia che poi una donna ci trovi attraenti all’inizio o alla fine di una serata trascorsa insieme?

Come potrete immaginarvi la risposta è nessuno.

L’abbigliamento, la semplice sensazione di sentirsi eleganti, contribuiscono sicuramente a darci una sicurezza interiore superiore a quella che potremmo avere andando in giro in mutande, su questo non ci piove. Ma la capacità di stimolare la mente di una donna ha effetti ben più interessanti di quelli che potrebbe avere la semplice abilità di scegliere gli indumenti da indossare.

Se l’abbigliamento ha dei risvolti psicologici su noi maschietti, figuriamoci per le donne, dove il culto dell’apparire “belle e ricche sfondate” è quasi sentito come un dovere religioso per le Italiane.

Per una donna la cura del corpo, del vestiario, della scelta degli accessori hanno effetti impressionanti sui processi mentali e sul suo modo di interagire con le persone che la circondano.

A quanti di voi sarà capitato di conoscere una ragazza strepitosa, bella, elegante, tanto sexy da farvi passare l’ebbrezza da champagne e farvi una determinata idea sulla sua personalità.

Una volta che ve la siete portata a casa, avete testato il suo talento, quale pensate che possa essere la probabilità che al mattino, davanti a cornetto e cappuccino, senza trucchi, pettinatura, vestito da 500 euro, etc. la vostra idea sulla sua personalità resti la stessa di quella che potevate esservi fatti la sera precedente?

Ti dico, tutte le volte che mi ritrovavo al bar, e le guardavo negli occhi davanti a me, restavo talvolta sorpreso da quanto fossero diverse da quello che mi erano sembrate. Roba da rimanere in silenzio per tutta la colazione, perché non sai proprio cosa dire, tant’è lo stupore per questo suo cambiamento radicale.

Una donna straniera che viene in Italia si sente letteralmente minacciata dalle altre femmine, sente il peso psicologico di non essere vestita come le altre, del fatto che il suo atteggiamento è diverso. Per sentirsi “accettata” evitando di essere emarginata delle altre, cede alla tentazione di comportarsi in un “certo modo” (o di fare la zoccola, per parlarci chiaramente).

La situazione è identica se vai a prendere il caso delle Italiane che non sono ancora state “contagiate”, magari quelle che abitano in campagna o in centri dove la vita cittadina non si è ancora imposta come consuetudine.

Se non hai una personalità forte, è facile finire per accettare di conformarsi alle regole della società. Per questa ragione non si possono biasimare molte donne di oggi.

Solo poche sono dotate di una personalità strutturata e non mi riferisco semplicemente al discorso dell’abbigliamento elegante, ma a quel fastidioso comportamento da “zoccola” della quale molte sembrano non essere più in grado di farne a meno.


Scusatemi se potete dello sfogo. [B)]

Spero di non avervi annoiato. [brindisi]

Voi che ne pensate ?

Che esperienze avete vissuto ?

Ciao [ciao]

betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda kap » ven set 05, 2008 6:23 pm

Azz, ti meriteresti il sottonick "IL POETA" [crylol] [crylol]

Essendo un sondaggio dovresti inserire l'apposito form con la votazione ma magari ci penserà un mod [;)]

Per quanto riguarda la mia esperienza di Milanese a Milano, a sentire le tue parole, mi ritengo fortunato.

La mia attuale fidanzata, anch'ella milanese, ci mette 10 minuti a vestirsi, è bella, intelligente, pensa (forse troppo [:D] ) alle cose che mi deve dire e ci parlerei le giornate intere...

Ti dico solamente che la prima volta che l'ho incontrata (visto che ci siamo conosciuti su msn tramite amicizie comuni..lo so, lo so, sembra la solita castroneria), sono rimasto con lei dalle 10 del mattino alle 19 di sera a parlare e parlare e parlare, senza passare da via torino, montenapoleone, zara, gucci, dior, via della spiga..ecc..ecc..

Mi sento di spezzare una lancia per le italiane perché mi ci sono trovato sempre bene....certo, le menose ci sono e sono anche tante, ma si riconoscono! non puoi andare con una e dopo dire <<beh, ma che menosa che è>> oppure <<va lì, senza trucco è inguardabile!>> [nonono] ...Se l'hai conosciuta in discoteca, all'aperitivo dell'apertura del nuovo locale sui navigli o alla sfilata è quasi ovvio (QUASI) che si tratti di una ragazza di quel genere e quelle attitudini....

Sarà che non ho mai messo piede in una discoteca o che non vado agli aperitivi dei locali fashion [:D] ma non ho mai avuto modo di stringere una relazione seria (anche solo di amicizia) con una ragazza menosa..

Ma non menosa come modo di fare ma anche e soprattutto come modo d'essere, per cui tutto deve essere così e cosà e non colì e colà..che a pranzo deve mangiare trota cotta per 20 minuti a 180° e non può prendere un panino imbottito di schifezze [sh]

Poi ci sarà questo genere di ragazze anche all'estero! non penso sia una prerogativa delle italiane.......o no? [uhm]


beh. questo è quanto.....vado a comprare il collier di diamanti che devo regalare alla mia bella!

[rotolo] [rotolo] [rotolo] [rotolo] [rotolo] [rotolo] [rotolo]


saluti gente
In bocca al lupo per tutto ragazzi
Avatar utente
kap
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2876
Iscritto il: lun ott 09, 2006 11:10 am
Località: car el me car milan

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda dararag » sab set 06, 2008 9:54 am

uff... ho tredici anni, e sono già all'antica, pensate, io alla mia ragazza regalo dei fiori [mandibol] lo so, è incredibile, mah, eh... sono fatto così. [:D]
veramente, io sono in una classe metà italiane e metà straniere, francamente, sono stato pari numero con primo tipo e con secondo, nessuna differenza.

Beh, magari, col passare degli anni cambierò idea, boh! [ciao]
Maledette aziende produttrici, l'unico telefilm interessante degli ultimi tempi l'hanno interrotto alla decima puntata... e chi voleva sapere la fine?
Avatar utente
dararag
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1116
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:57 pm
Località: Casoria


Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » sab set 06, 2008 10:33 am

risposta per kap:
[:)]
Ciao ho letto in questo istante la tua risposta,non sono proprio un poeta [crylol] ma non ne ho la stoffa (secondo me ci vogliono sensibilità e sfumature fuori dal comune) è forse ognuno di noi è un po poeta a modo suo [bleh] chissà.

Per quanto riguarda il modo di inserire il sondaggio non saprei proprio come fare. [boh]

Tu dici bene,ma io ho voluto proporre questo tipo di argomento attraverso il forum in base ai racconti e alle storie di ognuno di noi che ha vissuto; e fuori luogo che ognuno di
noi (uomini e donne) parli e racconti in base alle esperienze di vita vissute.

Senza essere ripetitivo di quello che ho detto ieri,affermo che le straniere, non ti guardano dall'alto al basso con quel senso di superiorità misto ad acidia e sono più semplici.

Valutano piu' quello che sei come persona e non solo come appari,se vesti firmato,se fai lo sbruffoncello,e se hai la macchina da figlio di papa'.

Questo (come molte furbette italiane che rosicano scriveranno) non vuol dire che le estere non danno mai picche,non vuol dire che la "danno" al primo che passa ne che siano stupide, sono solo molto meno "montate e superficiali" delle italiane,ma fortunatamente sanno
ancora apprezzare chi si comporta in maniera semplice ed educata.

Al contrario qui c'e' la moda del "piu' te la tiri e fai lo stro**o piu' sei interessante",di cui ogni singola donna di questo paese sembra aver fatto il suo cavallo di battaglia,non c'e' da stupirsi poi che all'estero ci si trovi meglio semplicemente perche' non bisogna fingere di essere un "tronista" per essere trattato con rispetto.

[!!!]
Dicendo questo non dico che le donne italiane siano davvero così male e che siano davvero tutte come le descrivo. E’ abbastanza normale che se si parla di culture completamente diverse (ad esempio: un’italiana paragonata a una cinese) una differenza di cultura ed abitudini ci sia, questo è indubbio. E’ anche vero che in alcuni casi, alcune donne italiane si rispecchiano pienamente in ciò che ho descritto, ma per fortuna non è la massa.
[;)]
Nel mio piccolo, qualche donna italiana la conosco: la maggior parte “accasate” da tempo, chi con figli chi no, che non gliene frega un accidenti se il marito è ricco o povero e che con lui fanno sacrifici per tirare avanti ogni giorno, che non si separano alla prima cavolata, che non rimangono stranamente incinte al di fuori del matrimonio per farsi sposare (eh sì perché pur essendo nel 2007 ci sono ancora donne italiane e straniere che pensano di farsi sposare rimanendo incinta), chi lavora e fa combaciare gli impegni professionali con quelli familiari, chi non lavora e si dedica completamente alla famiglia.

Non passano il tempo a fare shopping, a tirarsela, ad andare in palestra e via dicendo ma escono due volte a settimana perché durante la settimana lavorano, si pagano la benzina, si pagano la loro consumazione, si pagano la loro parte di hotel quando vanno in vacanza o a dormire fuori, a cena fanno “alla romana” e se le va pure di sfiga pagano pure per l’uomo.
Quando conoscono un uomo non gli chiedono prima il 730 o il modello Unico ma scelgono in base all’attrazione fisica e ai gusti personali di ognuna di loro. A volte l’incontro va bene e si dura anni, si convive o ci si sposa poco importa, altre volte lamentano il fatto che l’uomo a 30 anni passati è ancora “attaccato alla sottana della mamma”, “immaturo anche solo per vivere da solo”, “che non vuole responsabilità”
e via di sto passo e tutto naufraga in un mare di lacrime.

[info] Questa è stata la mia storia,ma non è detto che lo sia anche per tanti altri:medesimo discorso lo si può fare all'inverso. (ossia,quello che è capitato a me,non è detto che succeda anche a te - in senso lato - uomini e donne).

A voi la parola.

Che il dibattito sia aperto.

Buone cose a tutti.

betelgeus [ciao]
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda zenith » sab set 06, 2008 12:16 pm

Da diciottenne serio ( [:D] ) e "maturo" ( [:D] [:D] ) non posso far altro se non appoggiarti, caro betelgeus. Hai perfettamente ragione quando parli di ragazze che "più se la tirano più sembrano interessanti". Siceramente non riesco davvero a capire da dove sia venuta tutta 'sta moda di fare le zocc*** con tutti... Dove sono finite quelle ragazze "acqua e sapone"? Cioè, non proprio acqua e sapone... insomma, quelle ragazze che persone come me definirebbero semplicemente "normali"? Quelle che, come si diceva, quando le passi a prendere sotto casa, si vestono in cinque minuti (e non ci stanno a pensare dalla settimana prima! perché giuro che succede...), non passano un ora davanti allo specchio truccandosi come una pu***** o acconcianosi i capelli... Quelle ragazze con cui puoi parlare di tutto e di niente? Dove sono finite? Mistero.
Carissimi, non conosco ragazze straniere. Non ho avuto occasione di conoscerne e qui non se ne vede manco l'ombra. Ergo posso confermare solo ciò che betelgeus pensa delle nostre conterranee: [:p] .

PS: mi mancava quancuno sul forum che scrive poemi nei post! L'avrei fatto anche io in diverse occasioni ma ho sempre scelto di contenermi... [ciao]
«Our philosophy at “New Scientist” is this: science is interesting, and if you don’t agree you can fu** off.»
Avatar utente
zenith
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: lun ago 13, 2007 3:31 pm
Località: Mola di Bari

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda wulma » sab set 06, 2008 1:40 pm

di cose da dire ce ne sarebbero.. parlando da donna.

- innanzi tutto, MAI farsi troppi pregiudizi su dove si conosce qualcuno.
io sono stata in discoteche scabrose e a volte ci vado tutt'ora, ca volte ci trovo trans e gay..
mi piace la musica. non mi drogo, non sono bisex, e ho il ragazzo.. e non sono una pusher.

- spesso le ragazze tutte in tiro sono delle montate o insicure.
C'è solo molta insicurezza di apparire al meglio, perché spesso sono in gruppo e tutte uguali.. fateci caso. una non può vestirsi meno "attopata" delle altre.. la loro meta è solo APPARIRE. con rivalità una verso l'altra.
Tipicamente poi si lamentano che non trovano il ragazzo o vengono cornificate facilmente, o vengono lasciate.. perché si accoppiano appunto, con gente che tende solo ad apparire, quindi di fondo ci sono pochi valori amorosi e morali.
E a volte non sono nemmeno passionali.. perché non sanno tenersi un uomo e non crescono sul'ESSERE, ma solo sull'apparire. Non sono molto sviluppate nella qualità, collezionano e basta.
E nel sesso, si sa.. ci vuole il calore. non basta qualche colpo di bacino.. [sh]
Vogliamo scommettere che un belloccio insieme a una bella tipa, la tradisce con una più semplice perché il sesso gli piace di più? perché quelle pensano al tanga in spiaggia, ma non al loro uomo.

- le straniere a volte, venendo da posti poveri, è chiaro che si sono fatte il c**o, per vivere.. hanno passato il peggio, conoscono lati oscuri della vita.
quindi non sono viziate, pensano primariamente al bene, più che al vizio.. ma non è detto che il loro sia amore.
Cercano sostegno economico, sicurezza, una casa sicura dove stare, un lavoro fisso.. (non sto parlando necessariamente delle sciupa-famiglie, anche quelle più tranquille..)
allora devono essere considerate meglio di noi "benestanti"? che comunque si vive di stenti o precarietà? lo trovo un discorso un po storto.

- in base alle esperienze si tende a generalizzare e schematizzare in categorie... ma io resto sempre nell'idea che ovunque c'è il meglio, il peggio e la via di mezzo:

potete trovare italiane brave o arriviste, ricche o povere, ricche e non viziate e col cervello (una delle mie migliore amiche è così), o ricche viziate e stupide.. come una montata in una famiglia modesta o una hippy in una famiglia ricca.

potete trovare una rumena / russa / slava brava, che vi ama, nonostante l'abbiate conosciuta in un night.. perché si innamora, finalmente..
.. come potete trovare una rumena / russa / slava con il solo scopo della cittadinanza, magari conoscendola in un bar, vestita normale, che pensiate sia una per bene.

tutto è relativo e tutto è fatidico.
I mali che fuggi sono in te. (Seneca) La passione è una fiamma, che se è incustodita, brucia fino alla sua distruzione. (K.Gibran)
Avatar utente
wulma
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2184
Iscritto il: lun feb 05, 2007 3:01 am

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » sab set 06, 2008 3:46 pm

[:)]
Ciao ho letto la tua risposta ed il tuo giudizio, e devo dire che mi sono piaciuti i tuoi argomenti.

Devo francamente riconoscere e devo dirti che apprezzo molto il tuo pensiero obbiettivo ed il tuo modo franco. [applauso+]

Mi piace che anche con le donne ci sia un confronto di vedute,di opinioni e di concetti anche differenti. [8D]

Volevo completare l’opera aggiungendo che:
[;)]
Avendo avuto la possibilita’ di girare il mondo,ho conosciuto molte donne straniere,e vi dico che sono molto ma molto e aggiungo molto piu madri e donne delle nostre italianette complessate, bulemiche o anoressiche , maniache degli acquisti,e f***e di gomma (gnocche da laboratorio...).

Tenete conto come già detto dei notevoli vantaggi (giudizio strettamente personale),una straniera oltre al fatto prettamente estetico,cioè sono piu belle,c'è anche il fatto sociale di immergersi in un altra cultura nuova,imparare
cose nuove,una nuova lingua,nuovi valori,nuovi modi di vivere.

I migliori anni della mia vita sono stati grazie alla convivenza con una splendida ragazza francese di alcuni anni più giovane di me. Imparagonabile con qualsiasi relazione precedente. Negli ultimi dieci anni ho avuto una sola relazione con una donna italiana. Con il complesso della velina (ed altri ancora). Lascio a voi ogni saggia conclusione.

Oltre alla mia esperienza diretta,ho osservato moltissime storie di coppie italiane.
Potrei scrivere un libro. E le donne italiane (una parte) raggiungono livelli di indecenza impensabili.

[info]
Tenete presente che dicendo tutto questo non voglio imporre a nessuno e per nessuna ragione il mio modo di essere e di pensare,bensì sto cercando di farvi capire tutto quello che è stato il risultato della mia esperienza personale,non dimenticatelo !!!
La mia non vuole essere una provocazione al dibattito.


La scrittura e libertà,ognuno di noi esprime le proprie idee,così come anch'io esprimo le mie,e tutto ciò succede in tutte le democrazie e vale anche per quelli che non la pensano come me; per questo “ perdo tempo ad esprimere la mia opinione” e voi la vostra". [info]

Vi saluto con affetto. [ciao]

Vado al mare che qui ci sono ancora più di 30 (trenta) gradi. [cazzegg] [dance]

betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Messaggioda wulma » sab set 06, 2008 4:44 pm

ci resto un po male... [cry]

di gente seria in Italia ce n'è... ovviamente la tua storia con la francese incosciamente t'ha marcato il modo di pensare.
Poi hai avuto ulteriori esempi, quindi ormai giustamente, resti delle tue idee.

io ho conosciuto un ragazzo polacco, l'unico straniero della mia vita, e devo dire che la bellezza era esagerata.. e un bravo ragazzo. ma siccome sto in Italia... [:D]

per carità.. qualche anno in Australia me lo farei.. in Polonia... e un giretto anche in Austria.. e in Svezia... [sh] (mi piacciono i biondi.... [:-D] )
I mali che fuggi sono in te. (Seneca) La passione è una fiamma, che se è incustodita, brucia fino alla sua distruzione. (K.Gibran)
Avatar utente
wulma
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2184
Iscritto il: lun feb 05, 2007 3:01 am

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda Amantide » sab set 06, 2008 5:09 pm

Secondo me l'unico problema che hai con le donne italiane è che frequenti i posti sbagliati [sh] , tra l'altro in una città dove apparire è più importante di essere. Già se scendi giù, verso Roma, inizierai a notare la differenza [;)]

Pur essendo straniera io, non me la sento di condannare tutte le donne italiane anche se è vero che in quasi 10 anni non sono riuscita a trovare nemmeno una col la quale creare un rapporto d'amicizia vera, nel segno di fiducia completa e di compressione totale, ciò che con le donne di altre nazionalità mi riusciva molto più facile.
...per volare alto, bisogna saper cadere...
Avatar utente
Amantide
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 8126
Iscritto il: lun feb 06, 2006 4:13 pm
Località: Abruzzo

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » sab set 06, 2008 8:17 pm

risposta per wulma:
[:)]
ciao non rimanerci male! Non essere [V]
Ho detto forse qualcosa che ti ha offeso ? [acc2]
Se l'ho fatto ti chiedo subito scusa!

Tu dici bene,c'è tanta gente seria,posata e responsabile,non bisogna però mischiare una cosa che sembra forse di primo achito istintiva nel cercare di vedere il mio modo di fare e di essere,con quello che ripeto e sottolineo è stato il mio percorso.

Probabile che sia anche un lato del mio carattere. [rolleyes]

Sai ci sono cose e situazioni che nel corso della vita che ti accadono e che più delle volte
forse non riesci neanche a dominare;ti ritrovi in questo o quel vortice e lasci che sia...

Buone cose. [ciao]

betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » sab set 06, 2008 9:35 pm

riposta per Amantide:

[ciao]
[:)] Devo ammettere che l'argomento sostenuto da voi donne mi piace molto;sentire tanti pareri da differenti versioni, rende l'argomento in certo qual modo più ricco e appettitoso.

E a me piace confrontarmi ed aprirmi anche con voi donne. [^]

Rispondo alla tua domanda:
[devil]
Ti dirò,essendo di origine sarde,mi sono abituato sempre a stare fuori casa e di conseguenza a girare;ho sempre frequentato posti vari e non in città solo del nord Italia,Lazio,Umbria,Liguria,Sicilia,Abruzzo e tra l'altro anche centri minori; vedi il fatto di riuscire ad instaurare certi tipi di discorsi,parlare del più e del meno,riuscire quantomeno a esprimerti e che l'altro che ti sta di fronte non capisca fiaschi per fischi,non puoi imputarlo solamente al posto in cui vai,abiti ,risiedi o sei semplicemente di passaggio.

Quindi secondo me non è tanto il posto (inteso come città o paese), ma le circostanze,i dialoghi,l'atmosfera che si crea.i modi in cui si viene accettati,se fai parte di questa o di quella elite, l'aria che si respira quando ti trovi in svariate situazioni; tu cosa ne pensi ? A primo impatto potrei sembrare un tipo difficile,ma credimi queste cose accadono realmente.

Io mi ritengo una persona di valori semplici ed essenziali,leale, educato e rispettoso degli altri.

Non credi forse che anche a Roma non si faccia a gara per cercare di apparire e vedere signore, a cui piace essere "venerate" che
sembra che siano su di un piedistallo ? [udisgust]

Tu dirai non sono tutte così - è vero,ma qui stiamo uscendo fuori dal "seminato"dell'argomento. [;)]

Comunque sia,continua ad essere un mistero,la molla che ti fa scegliere questa o quella..
nel mio caso continuo a preferire la straniera.

[ciao]

betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda Amantide » sab set 06, 2008 9:55 pm

betelgeus ha scritto:Quindi secondo me non è tanto il posto (inteso come città o paese), ma le circostanze,i dialoghi,l'atmosfera che si crea.i modi in cui si viene accettati,se fai parte di questa o di quella elite, l'aria che si respira quando ti trovi in svariate situazioni; tu cosa ne pensi ?

[uhm] non so... sarà la sfiga, boh.. oppure sei tu che attiri solo quel genere di donne italiane. Può essere anche che rifletti talmente tanto su questa questione, che le ragazze "genuine" te lo leggono in faccio e si tengono alla larga. Difficile dirlo senza conoscere la persona.
Io ti consiglio di fissarti di meno sulla cosa e vedrai che le cose andranno diversamente [;)] , oppure fai come me... se una persona non mi va a genio sin dal primo impatto, non "attacco nemmeno il bottone", di conseguenza a maggioranza ho a che fare solo con le persone che piacciono a me e la mattina dopo non mi rimane l'amaro in bocca.
...per volare alto, bisogna saper cadere...
Avatar utente
Amantide
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 8126
Iscritto il: lun feb 06, 2006 4:13 pm
Località: Abruzzo

Messaggioda wulma » sab set 06, 2008 10:09 pm

Sai ci sono cose e situazioni che nel corso della vita che ti accadono e che più delle volte
forse non riesci neanche a dominare

su questo ti do ragione.

comunque ti capisco.. è come una macchina: se uno si trova bene con una certa marca, e con un certo tipo di auto, perché cambiare genere?
anche io come te, preferisco instaurare una relazione con un determinato tipo di ragazzo, anzichè un altro.
E quindi se dovessi ritrovarmi da capo, tenderei sempre a cercare il solito tipo..

... a volte mi chiedo che persona sarei all'estero.. [:D] [sh]

@ amantide
anche sul tema d'amicizia le varianti sono infinite.
a scuola andavo d'accordo con una filippina e una guatemalese - mia amica stretta per parecchi anni - però una siciliana che era troppo "pesante" e una polacca dispettosa, le avrei strozzate.. è solo carattere.

ps. ho un amico mezzo tedesco.. lineamenti stupendi, ma io ci durerei un giorno, coi modi di pensare che ha..

comunque riprendo il tema dell'amicizia. capisco Vic.
cosa più unica che rara, trovare un'amica degna di essere chiamata tale.
proprio oggi una mia amica mi ha raccontato che ha litigato con 2, che per tutta l'estate erano appiccicate, con lei.. si sono rivelate 2 bimbette.
Le compagnie, ormai, spesso sono formate da soli interessi su come passare le serate.. l'interesse morale non esiste.

Le amicizie - nel mio caso, ma come credo, nella maggior parte delle volte - nascono vere in 3 casi:
- come in amore: 2 persone fatte per stare insieme, a incastro, che si trovano.
- perché si è diviso insieme momenti difficili.. quindi resta l'attacamento, l'empatia.
- amicizie radicate dall'infanzia.. se ci si vuole bene e ci si vede sempre, è raro che ci si perda di vista. Va avanti per tutta la vita.
I mali che fuggi sono in te. (Seneca) La passione è una fiamma, che se è incustodita, brucia fino alla sua distruzione. (K.Gibran)
Avatar utente
wulma
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2184
Iscritto il: lun feb 05, 2007 3:01 am

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » sab set 06, 2008 10:27 pm

[;)] Vedi anche la questione del primo impatto con una persona può essere discutibile:
Ok tu dici che vai ad intuito e allora ti chiedo:

Non ti è forse mai capitato qualche volta di incontrare e conoscere uomini e donne in svariate situazioni che al primo tentativo ,quasi a pelle li respingevi e successivamente magari con un po di meraviglia scoprivi che ti trovavi a tuo agio frequentandoli ?

Vedi a me succede l'inverso:prima conosco le persone,ci si frequenta,dopo quando inizi a prenderci le misure ti accorgi di tutte quelle sfumature e note caratteriali che ho raccontato ed evidenziato nei messaggi che ho finora scritto.

Io non mi preoccupo e ne mi angoscio in particolar modo,ma cerco di raccontare quello che mi è accaduto;comunque sia seguo il tuo suggerimento...non tutto però... [:D] [:D] [:D]

Spero di non averti annoiato.

[:)] betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda ninjabionico » dom set 07, 2008 5:00 am

Discussione molto interessante... [^]

... e molto gradito anche l'intervento del gentil sesso... [;)] [:D] ... mi piacerebbe partecipare in modo più attivo, ma la mia esperienza nel campo e alquanto limitata...

... non ho mai avuto storie con straniere, ne ho conosciute certo, ma di norma non mi espongo mai con le ragazze/donne(straniere o italiane che siano) per un semplice motivo, sono già impegnatissimo con un'italiana (calabrese e molto gelosa). [fischio]

Da quanto dura?

[uhm] ... quasi 16 anni. [8D]

Questo non vuol dire che io non parli con nessuna o che non mi accorga di quello che mi capita attorno...
... anzi, devo dire che quello che vedo col passare del tempo mi piace sempre di meno, questo a causa della perdita dei valori nei giovani, della tv che li ha sostituiti con finzione e apparenza...

.... bleh, se qualcuno ha già letto molti dei miei post nelle sezioni Off Topic e Discussioni & Attualità dovrebbe avere già un'idea di come la penso.

[ciao]
Io dico le cose così come stanno! Questo è il mio credo ninja - by Naruto Uzumaki
Expert-Advanced User Powered by Gnu/Linux
Avatar utente
ninjabionico
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5207
Iscritto il: lun mar 20, 2006 10:51 pm
Località: Prov. Pd

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » dom set 07, 2008 10:26 am

per ninjabionico:
[:)]

Ciao,leggendo la tua versione mi ricorda la storia dell'amico di mio zio;lui di un
piccolo centro della provincia di Novara, e lei della città di Messina. [acc]

Anche loro hanno fatto un insieme un bel rodaggio.
(quasi 15 anni). [:D] [:D] [:D] e tutt'ora resistono.

Ma,a differenza tua,entrambi gelosissimi all'inverosimile,con continue e roventi discussioni. [bangbang] [up]

Sai secondo me in linea generale, è la vita stessa che con la sua inesauribile fantasia che ci riserva, e ne mai monotona,che ci fa incontrare e ci fa conoscere più o meno questa o quella persona in un determinato momento della tua vita,e te ne traccia il cammino.

In fondo siamo noi stessi che con le nostre decisioni,siamo diventati e siamo arrivati ad essere quello che oggi siamo.

E ognuno sceglie in base alla propria libertà. Io ho scelto le straniere.

Ti auguro ogni bene che tu possa desiderare. [brindisi]


Nota
Opinione strettamente personale del sottoscritto.


Molte persone (secondo me), uomini e donne, sono purtroppo "reclusi" nella nostra Italia di usi e consumi , e non sanno come è sconfinato il mondo fuori dai nostri confini.

Una compagna , ti riempie e ti completa il 50% della vita,ma ciò non toglie , che lo si può cercare altrove.

E ciò non vuol dire neanche partire da qui,perché in fondo qui non si sta male, ma scegliere per noi il meglio che il mondo ci da,senza restare confinati in un solo stato.

Posso dirvi nella mia fattispecie, di non fossilizzarsi e di girare ( chi ovviamente può farlo e può permetterselo).

Il mondo è grande,quando avete la possibilità uscite dalla frontiera,e vi accorgerete come cambia il mondo e
quanto e piccolo e fossilizzato qua da noi.

Oltre la frontiera c’e veramente di molto molto da vedere, e vi assicuro che ci sono splendide ragazze,capaci di farvi sorridere,con le quali e un piacere rapportarsi, per dolcezza, modi, e gioia di vivere.

Il confronto è sempre una ricchezza.

Io che ho avuto la fortuna di viaggiare,racconto ai miei amici come è al di la della frontiera, e li invito ad uscire, a viaggiare, e come diceva Kevin Kostner in “Balla coi Lupi”,a vedere la frontiera prima che scompaia...

[ciao] e buone cose.

betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda Amantide » dom set 07, 2008 11:24 am

betelgeus ha scritto:Non ti è forse mai capitato qualche volta di incontrare e conoscere uomini e donne in svariate situazioni che al primo tentativo ,quasi a pelle li respingevi e successivamente magari con un po di meraviglia scoprivi che ti trovavi a tuo agio frequentandoli ?

Di solito il mio intuito non mi tradisce mai [sh] Si, a volte capita che frequentando un po' di più la persona che al primo impatto non ti è stata simpatica al 100%, si scoprono anche le caratteristiche positive che non avevi nemmeno sospettato che avessero, ma ciò non cambia l'immagine generale che mi sono fatta di questa persona a primo impatto. Sarò fortunata, oppure sarò limitata.. ma mi trovo bene così.
...per volare alto, bisogna saper cadere...
Avatar utente
Amantide
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 8126
Iscritto il: lun feb 06, 2006 4:13 pm
Località: Abruzzo

Messaggioda wulma » dom set 07, 2008 6:07 pm

@ amantide:
le donne sono più sensibili.. in genere, le cose le possono sentire a pelle.
come per carità, anche gli uomini, a volte.. ma non per la sensibilità - non perché non ne abbiano, ma perché non usano essa per "captare" una persona, usano altri criteri meno "emotivi" - , ma per l'intelligenza, che li fa astuti e quindi hanno gli occhi aperti..

@betelgeus
Posso dirvi nella mia fattispecie, di non fossilizzarsi e di girare ( chi ovviamente può farlo e può permetterselo).

ecco, se non lo dicevi tu, l'avrei detto io!! [;)]
eccome se la varcherei, la frontiera, se potessi!!! [cry+] adesso non per cercare l'amore, ma di sicuro per viaggiare e vedere... [^]
(è già un lusso se mi permetterò, d'ora in poi, un viaggio all'anno.. (lavoratrice come la maggior parte di noi... .. [cry] [:p] )
I mali che fuggi sono in te. (Seneca) La passione è una fiamma, che se è incustodita, brucia fino alla sua distruzione. (K.Gibran)
Avatar utente
wulma
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2184
Iscritto il: lun feb 05, 2007 3:01 am

Re: Argomento:donne italiane o donne straniere ?

Messaggioda betelgeus » dom set 07, 2008 6:55 pm

Quanto ti capisco,ma tanto tanto,non ti puoi immaginare [^]

Non sei la sola ahime !!

Io quello che ho potuto farlo l'ho già messo dentro "lo zaino",ma anche quelli (i quattrini prima o poi se ne vanno ).

Ma poi dov'è il dramma ?

Dimmi quanti soldi ti occorrono et voilà ? [:D] [:D] [:D] te ne mandi un sacchetto [;)]

[ciao]

betelgeus
Avatar utente
betelgeus
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 103
Iscritto il: mar lug 22, 2008 8:14 am
Località: Pesaro-Urbino


Torna a Chiacchiere in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising