Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Ingegneria informatica...(ancora)

Scambia pareri sull'informatica in generale: le manovre dei discografici, le nuove versioni di Windows, il fatto del momento. Questo è il forum giusto anche per richiedere delucidazioni sui termini tecnici.

Ingegneria informatica...(ancora)

Messaggioda dararag » dom ago 17, 2008 1:16 pm

dopo aver parlato in altri post ed essere andato leggermente off-topic [:-H] [fischio] , ho deciso di aprire una discussione a parte, la domanda è, vedo dappertutto hce l'ingegnere informatico guadagna bene, ma praticamente non fa niente, ecc. ecc., solo, che a me non va di non fare niente, e visto che voglio fare ingegneria informatica, volevo sapere se secondo voi è una buona strada, oltretutto pare ch ora il linguaggio più richiesto sia il JMEE, ma i vecchi C e C++ che vanno bene per tutto no?
Maledette aziende produttrici, l'unico telefilm interessante degli ultimi tempi l'hanno interrotto alla decima puntata... e chi voleva sapere la fine?
Avatar utente
dararag
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1116
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:57 pm
Località: Casoria

Messaggioda KeyroEvolution » dom ago 17, 2008 1:47 pm

Allora, secondo me, e` giusto che un informatico sappia cosa sia il C e il C++, non dico in modo molto approfondito, ma teniamo presente il fatto che Windows e` scritto in C e Linux in C++ ( tutto ovviamente anche con chiamate assembly ).
Ora, parliamo anche dal punto di vista dei driver. Una volta essi venivano scritti in istruzioni a livello macchina, ma da un po' di anni sono tutti scritti in C++.

La gamma del C e` incredibile, puoi fare tutto e di piu` e io credo che sia il linguaggio di programmazione per eccellenza.
Se tu un giorno vuoi imparare qualsiasi altro linguaggio di programmazione avendo come base C/C++, lo imparerai piu` facilmente o quasi immediatamente.

Tutto per dire che una base C/C++ ci vuole. [:)]
Avatar utente
KeyroEvolution
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 311
Iscritto il: dom gen 20, 2008 3:12 pm
Località: Padova!

Messaggioda eDog » dom ago 17, 2008 2:05 pm

KeyroEvolution ha scritto:Windows e` scritto in C e Linux in C++ ]


E' il contrario.. [rolleyes] [;)]

Comunque, Zane lo aveva spiegato abbastanza bene una volta, l'ingegnere informatico si occupa dell'informatica più in generale mentre il dottorato d'Informatica dovrebbe basarsi più sul campo software (programmazione).

Sempre se non sbaglio. Non faccio l'università e non ho nemmeno molta intenzione di farla.. [^]
eDog,
"È meglio essere temuti o rispettati? Io dico: è troppo chiedere entrambe le cose?" - Tony Stark
Avatar utente
eDog
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 3679
Iscritto il: sab dic 30, 2006 7:58 pm
Località: Vescovana (Padova)


Messaggioda dararag » dom ago 17, 2008 2:11 pm

no, è che pareva quasi che l'ingegnere informatico fosse pagato per non fare niente e non sapere niente, delegare tutto agli altri e starsene spaparanazato, e visto che per me l'informatica è pure un divertimento, non mi andava di farlo se era così...
@KeyroEvolution: sono veramente d'accordissimo, anche se, cme già a detto edog, è il contrario, C++ a Win e C a linux
Maledette aziende produttrici, l'unico telefilm interessante degli ultimi tempi l'hanno interrotto alla decima puntata... e chi voleva sapere la fine?
Avatar utente
dararag
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1116
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:57 pm
Località: Casoria

Messaggioda bluesummer » dom ago 17, 2008 2:49 pm

Attenzione, non confondiamo il dottorato con la laurea.
Il dottorato di ricerca è una cosa che si fa dopo la laurea e che non c'entra nulla col fatto che un laureato in informatica venga chiamato "dottore".

Chi sia più o meno teorico dipende molto dall'università seguita (ovvero dai docenti che vi insegnano...): ad esempio, il corso di laurea che ho sostenuto a Verona anni fa è stato molto teorico. Su una trentina di esami, meno di un terzo si potevano definire "pratici" e di questi circa la metà avevano comunque una componente teorica rilevante.

Non vorrei infrangere i sogni di qualcuno ma se credete, come ho fatto io tanti anni fa, di andare all'università e programmare dalla mattina alla sera, beh, scordatevelo. Informatica = analisi matematica (e suoi derivati), e di quella tosta per giunta.

Ricordo ancora chiaramente il discorso che il preside di facoltà ci fece il primo giorno: "il nostro scopo non è quello di creare dei superperiti. Per fare il lavoro dei periti, basta e avanzano loro." (ciò non toglie il fatto che comunque oggi conosco periti molto più capaci di certi laureati con 110 e lode)

Altro consiglio per chi è molto giovane: non serve preoccuparsi ora di quale sarà il linguaggio che servirà quando finirete l'università... mancano ancora troppi anni e in questo campo le innovazioni sono all'ordine del giorno. Infine, qualunque scuola decidiate di scegliere sarà molto probabilmente deludente: la cosa più importante rimane la curiosità personale che spinge ad imparare anche senza avere nessuno che insegna.
Avatar utente
bluesummer
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 104
Iscritto il: lun mag 19, 2008 12:47 pm

Messaggioda eDog » dom ago 17, 2008 3:24 pm

bluesummer ha scritto:Attenzione, non confondiamo il dottorato con la laurea.
Il dottorato di ricerca è una cosa che si fa dopo la laurea e che non c'entra nulla col fatto che un laureato in informatica venga chiamato "dottore".


Ops, mio errore, pardon [:-H]
eDog,
"È meglio essere temuti o rispettati? Io dico: è troppo chiedere entrambe le cose?" - Tony Stark
Avatar utente
eDog
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 3679
Iscritto il: sab dic 30, 2006 7:58 pm
Località: Vescovana (Padova)

Messaggioda KeyroEvolution » dom ago 17, 2008 4:51 pm

Chiedo scusa per aver confuso i due sistemi operativi, con 6 desktop tutti pieni e` difficile non fare confusione! [^]
Avatar utente
KeyroEvolution
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 311
Iscritto il: dom gen 20, 2008 3:12 pm
Località: Padova!

Messaggioda zenith » dom ago 17, 2008 6:07 pm

Bluesummer ha ragione in tutto.
Studiare alla facoltà di Informatica è davvero tosta (voi direte: e tu che ne sai? Ho amici che ci studiano da diversi anni). L'informatica universitaria è spesso molto teorica. Si studia la matematica, l'analisi matematica e un sacco di cose interessanti ma non proprio semplici. Pensate che qui a Bari (ma penso anche altrove) è richesta l'idoneità anche per Italiano e Storia della Lingua Italiana, giusto per ricordare che Informatica non è stare davanti ad un pc a smanettare.

So che ingegneria informatica è una facoltà da tirarsi via i capelli. Per non finire in fuori corso devi fare 33 esami in 3 anni (11 esami all'anno: praticamente impossibile, a meno di spararsi), e poi ci sono i 2 anni della specialistica, che devi fare per forza perché sennò non vai da nessuna parte...
dararag ha scritto:no, è che pareva quasi che l'ingegnere informatico fosse pagato per non fare niente e non sapere niente, delegare tutto agli altri e starsene spaparanazato, e visto che per me l'informatica è pure un divertimento, non mi andava di farlo se era così...

Infatti l'ingegnere informatico non se ne sta spaparanzato, ma si fa un mazzo quadrato!
Infine, dararag, non devi minimamente preoccuparti dei linguaggi di programmazione. Alla facoltà di Informatica mica dal primo giorno ti mettono davanti ad un pc... preparati a riempire quaderni e quaderni di appunti e schemi. Si studiano linguaggi apparentemente inutili, ma che poi si capisce che sono importantissimi. Un amico mi diceva l'altra sera che aveva da poco dato un esame in cui bisognava progettare un linguaggio che creasse determinate stringhe di caratteri con determinate regole (ad esempio: dopo la "c" va sempre la "i" e così via)...

E concludo con un pensierino: beato te che hai già le idee chiare... Io ero partito con un sacco di "seghe mentali", che si stanno tutte mettendo in discussione, una dopo l'altra... Ho propositi per il futuro che spaziano dalla Fisica (scienza per cui nutro una profonda ammirazione) alla Medicina... Ma chissà dove andrò a finire tra un solo anno! [;)]
«Our philosophy at “New Scientist” is this: science is interesting, and if you don’t agree you can fu** off.»
Avatar utente
zenith
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2778
Iscritto il: lun ago 13, 2007 3:31 pm
Località: Mola di Bari

Messaggioda dararag » dom ago 17, 2008 7:36 pm

non ho capito il fatto dell'esame, ma è interessante [std]
Maledette aziende produttrici, l'unico telefilm interessante degli ultimi tempi l'hanno interrotto alla decima puntata... e chi voleva sapere la fine?
Avatar utente
dararag
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1116
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:57 pm
Località: Casoria

Messaggioda Slevin86 » lun ago 18, 2008 12:01 am

l'ingegnere informatico è un'ottima strada (pressochè tutti gli indirizzi di ingegneria lo sono, a parte secondo me civile che sta diventando sputtanatissimo come indirizzo), l'importante è di studiare ciò che piace e naturalmente per te il problema non si pone... ma non mi preoccuperei dei linguaggi di programmazione poichè questi esami li vedrai forse alla fine del secondo anno, e comunque farai il C++ (io laureando in ing. meccanica, ho fatto fondamenti d'informatica.... col fortran [...] studiato da mia madre all'università...) ....invece preparati a farti un mazzo tanto dietro agli esami di analisi che possono arrivare a 3, poi geometria, fisica generale e robe di cui neanche immagini l'esistenza... come già detto da bluesummer, questo tipo d'indirizzo, a parimerito con telecomunicazioni, sono il più teorici di tutta ingegneria...

riguardo poi la facoltà da scegliere... tieni bene d'occhio l'ordinamento.. perché ingegneria è strutturata come le altre a 3+2, ma alcune sono strutturate in TRIMESTRI, (come la mia... sob..) ciò vuol dire fare 11-12 esami all'anno, 3 esami ogni 2mesi e mezzo.... io a settembre inizio il quarto anno e conto di laurearmi per giugno... del mio anno i laureati in regola a settembre saranno 3 (di cui uno che ha un bel calcio in posto dove non batte mai il sole). insomma una vera batosta, ed infatti dopo anni di sperimentazione, in cui la gente non si laureava a tempo e comunque aveva una preparazione penosa dovendo fare esamini tutti spezzettati in fretta e furia, ora si passa al semestre e ci sono state un po' di modifiche negli indirizzi... non so a Napoli come stanno messi, perciò pondera bene la scelta.. [^]
You'll never walk alone
Avatar utente
Slevin86
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1736
Iscritto il: mer set 20, 2006 9:41 am
Località: Cassino

Messaggioda Xero » lun ago 18, 2008 7:53 am

zenith ha scritto:Pensate che qui a Bari (ma penso anche altrove) è richesta l'idoneità anche per Italiano e Storia della Lingua Italiana, giusto per ricordare che Informatica non è stare davanti ad un pc a smanettare.

Ti riferisci alla facoltà di Informatica?
Che io sappia (a Bari) informatica è piena zeppa di contenuti paralleli, si sviluppa molto sulla logica e naturalmente la programmazione.

So che ingegneria informatica è una facoltà da tirarsi via i capelli. Per non finire in fuori corso devi fare 33 esami in 3 anni (11 esami all'anno: praticamente impossibile, a meno di spararsi), e poi ci sono i 2 anni della specialistica, che devi fare per forza perché sennò non vai da nessuna parte...


13 Esami al primo anno, e circa altrettanti agli anni successivi.

Io ti dico (per esperienza diretta) che il problema non sono solo le materie "toste" ma soprattutto alcuni professori "strafottenti"

Di un corso di laurea di circa 60/70 ragazzi ci siamo ritrovati a fine semestre quasi dimezzati. Di questa metà 1 o 2 ragazzi hanno fatto il pieno di esami (tutti superati), altri 10 al massimo sono in condizioni buone (1/2/3 esami mancati) e il resto si divide tra chi se la prende con comodo e chi si danna l'anima.

Poi considera che le materie sono molto vicine tra loro, a livello di contenuti, l'analisi matematica e la fisica servono ovunque (elettrotecnica, elettronica, ecc..)...quindi dimentica la programmazione per un attimo (a parte i primi 2 esami di Fondamenti Di informatica non credo serva più fino alla specialistica)
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari

Messaggioda bluesummer » lun ago 18, 2008 8:19 am

E' proprio il caso di dire "università che vai usanze che trovi".
A Vr, fondamenti dell'informatica è un esame "avanzato" (si fa al 3° anno se non erro") ed è totalmente teorico.

Il programma del corso è:

Automi e linguaggi formali: Linguaggi e grammatiche, Automi a stati finiti e linguaggi regolari, Linguaggi liberi da contesto, forme normali e automi a pila, Classificazione di Chomsky (cenni).

Calcolabilità: Nozione intuitiva di algoritmo, Modelli formali per il calcolo: Macchine di Turing/funzioni ricorsive/programmi While, Tesi di Church, Goedelizzazione, Universalità e Teorema s-m-n, Problemi solubili e non: problema della terminazione, Metaprogrammazione: compliazione, interpretazione e specializzazione, Insiemi ricorsivi e r.e., Teoremi di Ricorsione e Teorema di Rice, Riducibilità funzionale: Insiemi completi, creativi e produttivi.
Avatar utente
bluesummer
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 104
Iscritto il: lun mag 19, 2008 12:47 pm

Messaggioda Xero » lun ago 18, 2008 8:30 am

bluesummer ha scritto:E' proprio il caso di dire "università che vai usanze che trovi".
A Vr, fondamenti dell'informatica è un esame "avanzato" (si fa al 3° anno se non erro") ed è totalmente teorico.

Il programma del corso è:

Automi e linguaggi formali: Linguaggi e grammatiche, Automi a stati finiti e linguaggi regolari, Linguaggi liberi da contesto, forme normali e automi a pila, Classificazione di Chomsky (cenni).

Calcolabilità: Nozione intuitiva di algoritmo, Modelli formali per il calcolo: Macchine di Turing/funzioni ricorsive/programmi While, Tesi di Church, Goedelizzazione, Universalità e Teorema s-m-n, Problemi solubili e non: problema della terminazione, Metaprogrammazione: compliazione, interpretazione e specializzazione, Insiemi ricorsivi e r.e., Teoremi di Ricorsione e Teorema di Rice, Riducibilità funzionale: Insiemi completi, creativi e produttivi.


Caspita!

Da noi in Fondamenti Di Informatica 1 si fa una introduzione macroscopica al C, per capire come funziona in generale un linguaggio, studio della macchina di Von Neumann, qualche cenno alle periferiche di archiviazione (come funziona un hard disk, un cd, ecc...) e poi casi particolari di algoritmi (ordinamento e ricerca). Studio delle pile, code, ecc.. Programmazione ricorsiva e non ricordo cos'altro. Il tutto accompagnato da un programmino sviluppato nelle ore di laboratorio (almeno questo è ciò che riguarda il mio professore)
Fondamenti 2 invece è basato sul C++ come punto di riferimento della programmazione orientata agli oggetti, quindi UML e un progettino da sviluppare in gruppi e da consegnare (completo di Analisi, progettazione, stesura del codice ed eseguibile già pronto).
Che poi credo si tratti degli stessi argomenti, maggiormente approfonditi in Ingegneria del software al 1° anno della specialistica.
[boh] [boh]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari

Messaggioda dararag » lun ago 18, 2008 9:22 am

[wow] [book] [grazie]
Maledette aziende produttrici, l'unico telefilm interessante degli ultimi tempi l'hanno interrotto alla decima puntata... e chi voleva sapere la fine?
Avatar utente
dararag
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1116
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:57 pm
Località: Casoria


Torna a Attualità Tecnologica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron
Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising