Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Farmaci a rischio con l'estinzione di piante e animali

Cinema, motori e problemi spirituali: il forum per tutto ciò che non è informatica.

Farmaci a rischio con l'estinzione di piante e animali

Messaggioda The King of GnG » lun mar 10, 2008 12:21 am

http://salute.agi.it/primapagina/notizi ... 2-art.html

(AGI) - Roma - La biodiversita', con le centinaia di migliaia di specie di piante e animali presenti sul pianeta, non e' solo fondamentale per la natura, ma anche per gli esseri umani, se non altro per un motivo sanitario: il 50% dei principi attivi dei moderni farmaci derivano da specie vegetali o animali, e l'estinzione di alcune di queste puo' interrompere la produzione dei farmaci stessi. E' l'allarme lanciato da Enrico Alleva, direttore del Reparto di Neuroscienze comportamentali dell'Istituto Superiore di Sanita', intervenuto al Bioparco di Roma alla presentazione di exenatide, nuovo farmaco antidiabete prodotto sulla base di un enzima contenuto dalla saliva di una lucertola, il "Gila monster". Proprio il lucertolone nordamericano e' uno degli esempi di animali fondamentali per la ricerca a rischio estinzione, tanto che Eli Lilly, la casa farmaceutica che produce exenatide, ha donato al Bioparco 6 esemplari del rettile per preservarne la specie. Ma sono numerosi, e a volte inaspettati, i farmaci che devono tutto alla natura: da un raro e velenosissimo serpente Rita Levi Montalcini scopri' il modo per far "esplodere" i neuroni, riuscendo cosi' a classificarli (e ottenendo nell'86 il Nobel). E un altro Nobel, Daniel Bovet, lontano predecessore proprio di Alleva all'Iss, sintetizzo' chimicamente i curari e i sulfamidici partendo dagli estratti vegetali amazzonici gia' ben conosciuti dagli Indios, che ne impregnavano le loro frecce letali. "Da Bovet - sottolinea Alleva - abbiamo ereditato il piu' grande insegnamento su come utilizzare a fini terapeutici la biodiversita' tropicale". Ma l'elenco e' lunghissimo: la Chinina antimalarica estratta da un albero andino; la Castanospermina, contro l'Aids, estratta da un castagno australiano; il Ziconotide, analgesico derivato da una lumaca marina; il taxolo, usato in chemioterapia, dalla corteccia del tasso; l'antinfiammatorio Scalaradiale, isolato da una spugna. Senza contare gli esempi piu' illustri, la penicillina, che come noto e' estratta da un fungo, la serotonina, dalla pelle urticante dei rospi, e l'acido acetil salicilico, cioe' l'aspirina, estratto in origine dalla corteccia del salice bianco. Tutto questo, pero', e' a rischio: "Dal 2000 - avverte Fulvio Fraticelli, direttore scientifico della fondazione Bioparco - si sono estinte 215.000 specie diverse. Solo oggi se ne sono estinte oltre 40, il che vuol dire 40 possibilita' in meno di sopravvivenza per altre specie, in un effetto domino". Eppure, mentre l'industrializzazione mette a rischio l'ecosistema, pochi scienziati, i "cacciatori di molecole", battono in lungo e in largo il pianeta, studiano antichi rimedi, medicine tribali, infusioni antichissime, per scoprire nuovi farmaci. E' il caso di una recente ricerca tutta italiana: "Artemisia", un'associazione romana, sta lavorando in Africa sulla pianta omonima per estrarre una molecola in grado di ridurre i danni della malaria, obiettivo fondamentale soprattutto nel sud del mondo. (AGI)
People should just buy a cd and rip it. You are legal then" - William Henry Gates III (detto "Bill")
Avatar utente
The King of GnG
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 11144
Iscritto il: mer mar 02, 2005 8:24 pm
Località: La Biblioteca di Babele

Torna a Chiacchiere in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising