Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Passare all' OpenSource/FreeSofware

Scambia pareri sull'informatica in generale: le manovre dei discografici, le nuove versioni di Windows, il fatto del momento. Questo è il forum giusto anche per richiedere delucidazioni sui termini tecnici.

Passare all' OpenSource/FreeSofware

Messaggioda kpaolo » mer mar 08, 2006 4:49 pm

Ieri sera ho visto il documentario "Revolution OS II" (non era in TV - il video si trova sui P2P senza copyright) dove si parlava della decisione del governo brasiliano di convertire tutta la sua amministrazione e le scuole all' opensource/freesoftware...

Si è parlato anche di una commissione italiana al riguardo...

Voi che ne pensate?
Quali sarebbero i risvolti economici e sociali in caso avvenga questa conversione in Italia??

L'impiegato di banca si accorgerebbe che la sua solita applicazione sta girando su un sistema operativo diverso?

Mia nonna si accorgerebbe della differenza usando Konqueror al posto di Explorer?

I negozi di informatica sarebbero scontenti x non poter guadagnare più bene con le licenze d'uso o contenti perché aumenterebbe la domanda di assistenza?

L'Italia è il terzo Paese europeo come numero di programmatori...perché dare i soldi a Redmond?
Avatar utente
kpaolo
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 996
Iscritto il: mar nov 08, 2005 8:11 am

Messaggioda Xerex » mer mar 08, 2006 4:54 pm

Sarebbe tutto molto bello, ma bisogna considerare, prima degli enormi effetti positivi, anche quelli negativi, uno su tutti, l'alfabetizzazione degli utenti.
Tua nonna non si accorgerebbe di usare konqueror invece di explorer solo ed esclusivamente se l'interfaccia grafica di konqueror fosse identica a quella di internet explorer, e l'impiegato di banca vorrebbe la stessa applicazione da usare sotto debian e non una con le stesse funzionalita' di quella che gira sotto windows.
Fare la grigliata, è sempre una figata!
Avatar utente
Xerex
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5948
Iscritto il: lun ago 05, 2002 9:36 am
Località: Parma(Pr)

Messaggioda kpaolo » mer mar 08, 2006 5:02 pm

io nn sono un membro del MENSA xò non noto enormi differenze tra Konqueror ed Explorer...
diciamo allora che nessuno si accorgerebbe di nulla se Firefox girasse su Linux e non su Windows...

poi mi pare che certe applicazioni aziendali siano fatte ad hoc per le aziende..quindi i programmatori dovrebbero solo fare il porting da windows a linux e l'impiegato di banca avrebbe la stessa applicazione che gira su un' altra piattaforma...

diciamo la verità...molti molitissimi utenti usano il PC come macchina da scrivere, per navigare, per mandare mail, per vedere foto, per masterizzare lavori...
che cambia da linux a windows per loro??

mia madre lavora in un azienda pubblica...non sa nemmeno che usa windows...
Avatar utente
kpaolo
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 996
Iscritto il: mar nov 08, 2005 8:11 am


Re: Passare all' OpenSource/FreeSofware

Messaggioda Mr.TFM » mer mar 08, 2006 5:10 pm

kpaolo ha scritto:Ieri sera ho visto il documentario "Revolution OS II" (non era in TV - il video si trova sui P2P senza copyright) dove si parlava della decisione del governo brasiliano di convertire tutta la sua amministrazione e le scuole all' opensource/freesoftware...
Figata!!!! Prima che succeda in Italia una cosa del genere, dovremo diventare tutti nonni......

kpaolo ha scritto:Si è parlato anche di una commissione italiana al riguardo...
Sì? Ma va....... Non ci credo! [:D]

kpaolo ha scritto:Voi che ne pensate?
Se così fosse sarebbe una cosa ottima!
kpaolo ha scritto:Quali sarebbero i risvolti economici e sociali in caso avvenga questa conversione in Italia??
Beh, la pirateria informatica sarebbe dimezzata.... O almeno non si concentrerebbe più sul mondo dei warez.......

kpaolo ha scritto:L'impiegato di banca si accorgerebbe che la sua solita applicazione sta girando su un sistema operativo diverso?
Sì..... (Vedi risposta per la nonna.....)

kpaolo ha scritto:Mia nonna si accorgerebbe della differenza usando Konqueror al posto di Explorer?
Bah, se tua nonna sapesse usare un computer si accorgerebbe anche di usare una versione diversa dello stesso expolrer.... a meno che l'interfaccia..........

kpaolo ha scritto:I negozi di informatica sarebbero scontenti x non poter guadagnare più bene con le licenze d'uso o contenti perché aumenterebbe la domanda di assistenza?
Uhmmmmmmm quanto guadagna un rivenditore su una copia di windows? 10, 20€? A voler esagerare eh!
Io dico che i rivenditori già OGGI se ne fregano del software e si preoccupano di più dell'hardware....
Il software.... vabbè ci siamo capiti! [fischio]

kpaolo ha scritto:L'Italia è il terzo Paese europeo come numero di programmatori...
Bene! Vuol dire che siamo importanti....
Ma putroppo i soldi per le ricerche (come negli altri campi) NON CI SONO, così i nostri "cervelloni" vanno in America o dove c'è il denaro.......
kpaolo ha scritto:perché dare i soldi a Redmond?
Io li do a Cupertino.......
MegaLab è una potentissima droga virtuale.
"Nella setta del Codice Macintosh si può entrare, ma non se ne può uscire." V. ZUCCONI
Avatar utente
Mr.TFM
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 23387
Iscritto il: gio mar 18, 2004 11:46 am
Località: Livorno Ferraris (Vercelli)

Messaggioda Mr.TFM » mer mar 08, 2006 5:15 pm

kpaolo ha scritto:diciamo allora che nessuno si accorgerebbe di nulla se Firefox girasse su Linux e non su Windows...
Si nota, si nota....
Le differenze ci sono.... Almeno, io le noto da windows a Mac per molte applicazioni (firefox ad esempio)

kpaolo ha scritto:poi mi pare che certe applicazioni aziendali siano fatte ad hoc per le aziende..quindi i programmatori dovrebbero solo fare il porting da windows a linux e l'impiegato di banca avrebbe la stessa applicazione che gira su un' altra piattaforma...
Non è così semplice!!!!
Ci sono un sacco di cose che complicano tutto!

kpaolo ha scritto:diciamo la verità...molti molitissimi utenti usano il PC come macchina da scrivere, per navigare, per mandare mail, per vedere foto, per masterizzare lavori...
che cambia da linux a windows per loro??
Uhm.... Cavolo.... Cambia eccome!
Linux non è una delle cose più semplici da usare............

kpaolo ha scritto:mia madre lavora in un azienda pubblica...non sa nemmeno che usa windows...
Pensa che tra poco dovrò insegnare alla mia ad usare mac! [fischio]
MegaLab è una potentissima droga virtuale.
"Nella setta del Codice Macintosh si può entrare, ma non se ne può uscire." V. ZUCCONI
Avatar utente
Mr.TFM
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 23387
Iscritto il: gio mar 18, 2004 11:46 am
Località: Livorno Ferraris (Vercelli)

Messaggioda crazy.cat » mer mar 08, 2006 6:43 pm

Ibm passa a linux????

http://www.groklaw.net/article.php?stor ... 5214231974

IBM in the World of Open Source
While the techincal presentations spoke dearly to the computer scientist in me, the most interesting presentation in an overall perspective was IBM's Andreas Pleschek speaking on "IBM vs. Open Source, Friend or Foe". Andreas Pleschek is working at IBM in Stuttgart, Germany, and head of open source and Linux technical sales across North East Europe. As far as Google tells me, he has given the same presentation before, at least in the Netherlands and in Sweden. Nevertheless, it was news to me and provided me with a more detailed understanding of IBM's future plans.

He began by stating that IBM is for open standards. And since open source software drives open standards, they are for open source too. Apparently, it was the Jikes Java compiler, that opened their eyes about open source. IBM developed Jikes, and in 1997 they put it up for free download as binaries for their UNIX platform. When they put Linux binaries up for download in 1998, they experienced a download rate seven times as big as for the UNIX version. That told them that Linux was going somewhere. In late 1998, they open sourced Jikes, and within eight hours, they received a non-trivial enhancement that was so complex that they had to study it for days just to understand it. In 2000, Lou Gerstner announced that IBM was going to invest one billion dollars in Linux, and IBM now have 650 people working on open source projects such as Apache and Linux. Furthermore, IBM has open sourced software such as Eclipse and Cloudscape (the latter is now known as Apache Derby).

IBM found out that they could use open source principles in-house, because open source "enhances multi-site development". They have purchased several products over the years (Lotus, Tivoli, WebSphere, DB2, etc.) and they wanted to break them up into smaller components that could be mixed and matched. But they discovered that the pieces did not fit together, because the different developers did not talk to each other. Andreas Pleschek referenced Eric S. Raymond's "The Cathedral and the Bazaar" and said that IBM wanted to exploit the bazaar model rather than their previous cathedral model. They told their developers just to share, although it took some convincing.

Last year, IBM changed their business model after a Gartner study told them that 19% of the software market will move from commercial, proprietary software to open source software over the next five years. IBM's new philosophy is to take the best from both worlds. They will use open source for the commodities, i.e. things that everyone need, such as file zippers, browsers and word processors. On the other hand, he said, proprietary software is better for specialized software - mainly because there is not enough community interest to drive a complex, fast development for something that only a few people need. He said that there is a pendulum motion between the two, so the border between what is best solved by Open Source and what is best solved by proprietary software moves all the time.

Accordingly, IBM will now offer three categories of software: Some will be Open Source, which they will help develop, sponsor or even donate to the Open Source community. Also, they will offer support and integration for it. Some software will still be proprietary - mostly their big, complex systems in full-blown versions. And some will be offered as closed source, but free download. That will often be watered-down versions of the proprietary software. He used the term "community edition".

When asked from the audience whether the new business model works, he said that IBM's customers loved it but that their sales persons were "concerned". But since Gartner predicted that 19% of the market shares would be lost anyway, he did not think that it makes much difference on sales. And if they can sell support to just 10% of the customers that switch to open source, they will still be better off.

Overall, I had the impression that IBM has seen the writing on the wall that proprietary software eventually will be a thing of the past. But on the other hand they have a huge investment in proprietary software, and that is still where they get their money. So of course, they cannot just open source it all at once. They have to do it gradually so that they can grow a new business to replace the income of the former. Personally, I do not like their closed source/free download idea, but I realize that it is the only way for them to keep the business for the full-blown versions. I think they would open source it if they could. But then again, a more cynical interpretation could be that the "community editions" is just a way to get people dependant on them in the hope that they will upgrade to paid-for versions later on.

At the end of the presentation, Andreas Pleschek revealed that the laptop he used for the presentation was running a pre-release of their new platform, the Open Client. It is actually a Red Hat work station with IBM's new Workplace Client, which is built in Java on top of Eclipse. Because of Eclipse, it runs on both Linux and Windows, and they have been able to reuse the C++ code in Lotus Notes for Windows to run it natively on Linux via Eclipse. Internally in IBM, for years, they have had a need to run Lotus Notes on Linux, and now they can. And they will offer it to their customers.

Workplace uses Lotus Notes for mail, calendar, etc. and Firefox as their browser. For an office suite, they use OpenOffice.org.

Andreas Pleschek also told that IBM has cancelled their contract with Microsoft as of October this year. That means that IBM will not use Windows Vista for their desktops. Beginning from July, IBM employees will begin using IBM Workplace on their new, Red Hat-based platform. Not all at once - some will keep using their present Windows versions for a while. But none will upgrade to Vista.
Avatar utente
crazy.cat
MLI Hero
MLI Hero
 
Messaggi: 30959
Iscritto il: lun gen 12, 2004 1:38 pm
Località: Mestre

Messaggioda kpaolo » mer mar 08, 2006 7:12 pm

io credo che un utente SoHo non senta differenze tra i tre sistemi operativi principali...
e tra questi tre, uno (essendo open) è soggetto a migliorie continue e frequenti.
se adesso le linuxbox sembrano difficili da usare è perché il loro mercato è quello dei power user...
pensate a novell e alla sua SuSE..sublime esempio di facilità su Linux! prima di SuSE 10 avere l'accellerazione 3D era difficilissimo..ora è normale già a fine installazione...
se il mercato si apre...anche l'offerta migliora...questa è economia non utopia...

bisogna fare i conti però con le mafie del settore...
Avatar utente
kpaolo
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 996
Iscritto il: mar nov 08, 2005 8:11 am

Messaggioda Mr.TFM » mer mar 08, 2006 7:40 pm

kpaolo ha scritto:io credo che un utente SoHo non senta differenze tra i tre sistemi operativi principali....
Nono, le sente eccome!

un ufficio con linux e mac non ha bisogno di antivirus e firewall complicatissimi in mezzo alle nocciole....
Per non parlare degli aggiornamenti e delle installazione di pacchetti applicativi...
La produttività poi su WINDOWS è MINATA fortemente dai continui blocchi e dalle deframmentazioni obbligatorie almeno una volta al mese...
per non parlare delle scansioni e delle pulizie del registro........


Diciamo la verità: windows è usato da tutti solo perché nessuno sa delle alternative proprio perché windows è installato di serie sui pc quando li compri.....

mi piacerebbe entrare in un negozio dove i computer sono venduti senza so e il commerciante ti chieda: "cosa vuole come sistema operativo? Windows o linux?"
Molti direbbero "windows" senza pensare (solo perché non hanno mai sentito parlare di windows) qualche persona intelligente potrebbe rispondere "cos'è linux?"
Purtroppo il mondo INFORMATICO, vive ancora in uno stadio di DISINFORMAZIONE totale....

A scuola nelle lezioni di informatica ti parlano sempre delle stesse cose Windows e Office...
(parlo di licei e scuole medie)

La stessa ECDLè un patentino che certifica che sai usare windows e la suite office..... Non un patentino che certifica che sai usare QUALSIASI computer!
Lo sbaglio è lì..... [fischio]
MegaLab è una potentissima droga virtuale.
"Nella setta del Codice Macintosh si può entrare, ma non se ne può uscire." V. ZUCCONI
Avatar utente
Mr.TFM
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 23387
Iscritto il: gio mar 18, 2004 11:46 am
Località: Livorno Ferraris (Vercelli)

Messaggioda kpaolo » mer mar 08, 2006 8:01 pm

Mr.TFm...tu stai dicendo le stesse cose che dico io...
Linux per un utente SoHo (bella fetta di utenti...) è molto meglio di Windows...e comunque io continuo a dire che ai più non importa nulla del sistema operativo, gli basta poter navigare, mandare posta, scaricare warez, sentire musica,guardare e creare divx, etc...
tutte cose che fanno i tre sistemi operativi molto facilmente....

Non sto dicendo di far usare slackware init3 al mio cuginetto di 7 anni...

quello che fa molto "orwell-style" è la mafia che c'è dietro...

l'istituzione della "Patente Europea del Computer" (o di Windows/Office)
gli esami di alfabetizzazione informatica all' università (o di Windows/Office)...
i programmi gratuiti alle scuole... (lo spacciatore che ti regala la prima dose...)

io non credo che i più affezionati a Microsoft possano dire che si comporti bene come azienda...
non c'è niente di più sì-global al mondo della Microsoft...e noi poveracci siamo suoi schiavi,volenti o nolenti, utenti mac e linux...
che skifo... ( a meno che Bill non abdichi a mio favore, s'intende..)
Avatar utente
kpaolo
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 996
Iscritto il: mar nov 08, 2005 8:11 am

Messaggioda atomik » mer mar 08, 2006 8:23 pm

Passare al Free/Software non puo' che portare del bene, ecco i motivi:

1) con i soldi che si risparmiano in licenze ed assistenza, si fanno i corsi ai dipendenti

2) conseguenza del punto 1, e' che i dipendenti acquisiscono una maggiore conoscenza degli strumenti che utilizzano, cosa che li puo' rendere piu' produttivi

3) usando formati APERTI E LIBERI le informazioni comincerebbero ad essere accessibili per TUTTI, con gli strumenti che ognuno preferisce

4) di norma chi lavora utilizza lo stesso sistema operativo anche a casa, potrebbe ridursi significativamente il tasso di pirateria

5) a scuola i bambini comincerebbero ad imparare qualcosa facendo informatica, oltre a saper scrivere 4 parole su word

6) meno virus

7) i classici "esperti" dei miei stivali dovranno necessariamente capirci qualcosa per definirsi tali

Unico svantaggio?

La Microsoft perderebbe milioni di dollaroni, ma onestamente all'Italia questo non dovrebbe importare un fico secco, essendo un'azienda d'oltre oceano.
Avatar utente
atomik
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 266
Iscritto il: gio feb 24, 2005 1:42 pm
Località: Catania

Messaggioda kpaolo » mer mar 08, 2006 8:35 pm

non ci sarà mai una cosa del genere in Italia ( a meno che la Novell non si compri mezzo Congresso Europeo...uhm!che idea...)
Avatar utente
kpaolo
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 996
Iscritto il: mar nov 08, 2005 8:11 am

Messaggioda atomik » mer mar 08, 2006 9:19 pm

kpaolo ha scritto:non ci sarà mai una cosa del genere in Italia ( a meno che la Novell non si compri mezzo Congresso Europeo...uhm!che idea...)


Ci sono alcune persone in politica che hanno questa stessa idea...
mi viene in mente per esempio Cortiana dei Verdi.

Il fatto e' che l'alternativa non viene considerata e discussa, perche' se lo facessero (e seriamente) io credo verrebbe adottata senza riserve e subito.
Avatar utente
atomik
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 266
Iscritto il: gio feb 24, 2005 1:42 pm
Località: Catania

Messaggioda kpaolo » mer mar 08, 2006 9:23 pm

i Verdi???
ma non hanno alcun peso!!!
quindi a meno che non trovino un rientro economico le mafie locali (leggi europee) saremo sempre un feudo di Redmond...anzi una colonia...
Avatar utente
kpaolo
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 996
Iscritto il: mar nov 08, 2005 8:11 am

Messaggioda liverani_99 » mer mar 08, 2006 11:53 pm

Mr.TFM ha scritto:La stessa ECDLè un patentino che certifica che sai usare windows e la suite office..... Non un patentino che certifica che sai usare QUALSIASI computer!
Lo sbaglio è lì..... [fischio]
Non che io sia a favore dei prodotti microsoft [anzi!!!], comunque sul sito dell'ECDL è scritto che l'esame può anche essere su altre suite e sistemi operativi. Tocca all'utente scegliere!
EDCL ha scritto:Neutralità rispetto a prodotti e fornitori: il candidato può infatti effettuare i test su piattaforme tecnologiche sia "proprietarie" (ad es. Microsoft Office), sia "open source" (ad es. OpenOffice, StarOffice)
EDCL ha scritto:Programmi OpenSource supportati da ALICE
Il sistema automatico di valutazione ALICE contiene esami con le simulazioni costruite utilizzando i programmi di tipo OpenSource qui sotto elencati.

Modulo 1: Essendo un modulo essenzialmente teorico i test sono costituiti da domande a risposta multipla e non si riferiscono a nessun prodotto software in particolare.

Modulo 2:
Linux con GUI tipo KDE2/KDE3

Moduli 3, 4, 5 e 6:
StarOffice 5.2
OpenOffice.org 1.1
Se si desidera effettuare gli esami con il programma StarOffice 7.0, è consigliabile scaricare la tabella di corrispondenza delle icone .

Modulo 7, navigazione in rete:
Mozilla 1.3
Modulo 7, posta elettronica:
Mozilla 1.3
La libertà è poter affermare che due più due fa quattro. Se ciò è garantito, tutto il resto segue. George Orwell, 1984
Avatar utente
liverani_99
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1481
Iscritto il: lun nov 22, 2004 7:08 pm
Località: Pisa


Torna a Attualità Tecnologica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising