Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Vuoi discutere qualcosa che riguarda le nostre News? Vuoi darci la tua opinione sui nostri articoli? Complimentarti o muovere una critica? Questa è la sezione giusta!

Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Francesca Buraschi » mer feb 24, 2010 6:25 pm

Immagine
Condannati tre dirigenti di Google - Commenti

Tre dirigenti di Google sono stati giudicati colpevoli di violazione della privacy, per non aver impedito la pubblicazione sul web di un video che riprendeva un ragazzo down maltrattato dai compagni. [continua...]
Avatar utente
Francesca Buraschi
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 358
Iscritto il: ven dic 12, 2003 7:23 pm
Località: Emilia Romagna

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda ste_95 » mer feb 24, 2010 6:35 pm

Più che per la notizia, sono [sbav] per il suo autore!!
«A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio.» Oscar Wilde
Avatar utente
ste_95
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 17271
Iscritto il: lun ago 06, 2007 11:19 am

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Francesca Buraschi » mer feb 24, 2010 10:42 pm

ste_95 ha scritto:Più che per la notizia, sono [sbav] per il suo autore!!


[:D]
Avatar utente
Francesca Buraschi
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 358
Iscritto il: ven dic 12, 2003 7:23 pm
Località: Emilia Romagna


Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda marcor » gio feb 25, 2010 1:14 am

Scusate ma non ho capito una cosa, in quanto a suo tempo non ho seguito la vicenda.

Praticamente di cosa erano colpevoli questi dirigenti? Era stato caricato questo video e nonostante la segnalazione non è stato eliminato?

Perché se è così se la sono meritata tutta la condanna. Se invece appena segnalato l'hanno tolto allora la colpa non è la loro, non possono controllare tutto quello che viene caricato su internet!

Grazie a chi risponderà :)
Avatar utente
marcor
Neo Iscritto
Neo Iscritto
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lun ago 10, 2009 2:39 pm

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda gioia271965 » gio feb 25, 2010 7:33 am

marcor ha scritto:Scusate ma non ho capito una cosa, in quanto a suo tempo non ho seguito la vicenda.

Praticamente di cosa erano colpevoli questi dirigenti? Era stato caricato questo video e nonostante la segnalazione non è stato eliminato?

Perché se è così se la sono meritata tutta la condanna. Se invece appena segnalato l'hanno tolto allora la colpa non è la loro, non possono controllare tutto quello che viene caricato su internet!

Grazie a chi risponderà :)

Il video fu censurato dopo qualche settimana. Non saprei dirti se l'intervento sia stato tempestivo. Sta di fatto che, secondo quando detto in ambito processuale, è stato cliccato circa 5000 volte. Una cosa è certa. Che se si dovessero condannare tutti i webmaster dei siti in cui vengono caricati video ai limiti della legge, dovrebbero oscurare mezzo internet.
"Nulla di finito, nemmeno l'intero mondo, può soddisfare l'animo umano che sente il bisogno dell'eterno"
Avatar utente
gioia271965
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1422
Iscritto il: ven ott 24, 2008 9:40 am
Località: Taranto

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Gingo » gio feb 25, 2010 8:00 am

A mio parere i giudici italiani potrebbero aver ragione e male fanno i commentatori a tirare in ballo la cd. "libertà di internet" che in questo caso non c'entra proprio per niente.
I dirigenti di Google sono stati condannati non a causa di Google come motore di ricerca o come provider internet o vettore di informazioni o dati, ma perché responsabili di un servizio assimilabile ad una bacheca in cui non hanno controllato cosa veniva pubblicato.
Mi spiego meglio: se un soggetto mette a disposizione uno spazio a scopo di lucro o gratuitamente, ad es. un ambiente fisicamente individuabile come una stanza o una bacheca su cui consente che altri mettano ciò che vogliono, logicamente risponde del difetto di controllo se altri commettono reati grazie a quello spazio e il reato in questo caso era la lesione dell'onorabilità e del diritto alla privacy del ragazzo dileggiato.
Il punto è poi un altro, ossia che il responsabile della bacheca elettronica può, se vuole, controllare ogni singolo post effettuato, senza che gli possa scappare un solo bit. Insomma, se volesse nulla potrebbe filtrare se un minimo di controllo lo facesse davvero. Finora i fornitori di simili servizi si sono concentrati sulla bontà tecnica degli stessi, su cui non c'è nulla da dire; ora e dico purtroppo, dovranno cominciare a interessarsi anche dei contenuti che la massa di utenti caciaroni mette su annichilendo l'utilità sociale del mezzo stesso. Per il resto è chiaro che Google non può fare appello a nessuna scriminante conosciuta se un reato o un danno è stato prodotto tramite la diffusione di quel filmato alla singola persona coinvolta e risponde insieme agli autori dello stesso.
Ripeto: Google mette la bacheca, non si limita a far passare i bit in modo più o meno criptato su dei fili.
Avatar utente
Gingo
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 57
Iscritto il: lun set 03, 2007 12:47 pm

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Pacopas » gio feb 25, 2010 11:45 am

Gingo ha scritto:A mio parere i giudici italiani potrebbero aver ragione e male fanno i commentatori a tirare in ballo la cd. "libertà di internet" che in questo caso non c'entra proprio per niente.

Condivido sul fatto di lasciare stare la "libertà di internet" anche perché dovremmo aprire un topic solo per analizzare il termine "libertà" che spesso si confonde con i termini "anarchia" o "censura" a seconda delle idee personali che ognuno ha.
Quindi passiamo a gli altri due aspetti della vicenda.
Forse il più decisivo è quello giuridico
Gingo ha scritto:I dirigenti di Google sono stati condannati non a causa di Google come motore di ricerca o come provider internet o vettore di informazioni o dati, ma perché responsabili di un servizio assimilabile ad una bacheca in cui non hanno controllato cosa veniva pubblicato.

E qui che la cosa non mi è chiara. Google giuridicamente parlando è un editore o un intermediario o un mediatore?
A prescindere per cosa lo condannano cosa è giuridicamente parlando?
Se non si stabilisce questo credo sia fondamentalmente inutile, a mio modo di vedere, fare esempi più o meno attinenti.

Credo che la sentenza sia discretamente pressappochista (e lo dico da ignorante di diritto) in quanto non stabilisce nulla.
I dirigenti sono stati condannati per violazione della privacy e di conseguenza non puniscono youtube (o google per esso) ne come editore ne come intermediario ne come mediatore. Anche io posso violare la privacy di qualcun altro senza entrare in nessuna delle suddette categorie, tant'è vero che l'accusa originale di diffamazione mezzo stampa che avrebbe sottinteso il ruolo di editore di google è caduta.
Non so sono perplesso... Un giurista può illuminarmi ammicco ammicco

Altra questione è il lato umano della faccenda.
Possibile che queste società non siano intervenute prima a difesa del ragazzo?
Mi direte... l'hanno scoperto da youtube, allora la figura di youtube acquista un altro spessore... positivo direi...
Gli autori del video sono stati puniti?
Chi di sicuro aveva dei doveri di sorveglianza (preside della scuola, professori genitori) sono stati perseguiti?

Concludendo, amo internet, meno la maggiorparte dei loro utilizzatori [:D] e della maggioranza dei contenuti che postano [:p]
Ma credo si faccia un po' troppa faciloneria quando si parla di determinati aspetti, da parte dei detrattori e dei sostenitori, professionisti e non del settore [:)]
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Gingo » gio feb 25, 2010 12:15 pm

La mia voleva essere una via interpretativa che si discosta dalla massa dei commenti di chi pensa che una simile sentenza possa intaccare le libertà di espressione su internet (che hanno un'estensione pari alle libertà fondamentali di espressione e sottolineo pari, non superiore o inferiore).
Certamente qualcosa di più preciso potrà dirsi solo leggendo le motivazioni della sentenza. Senza sapere altro, tuttavia, mi pare abbastanza verosimile che ai responsabili di Google il giudice abbia imputato una sorta di culpa in vigilando, dato che di dolo assolutamente non può parlarsi. Vado oltre, ipotizzo che ciò che in realtà i giudici abbiano imputato alle persone, no possa nemmeno essere una vera e propria colpa nel fatto, ma una colpa per non aver predisposto un meccanismo facile e rapido di segnalazione del contenuto per la sua rimozione. Evidentemente qualcosa, se è passata una settimana o più (questo non lo so), si deve essere inceppato in tale meccanismo che dovrebbe lavorare, non dico alla velocità dei bit, ma di qualche ora (anche 10, 20, 30, ma non tanto di più).
Sicuramente sarà un caso di scuola oggetto di studio, tutt'al più che si tratta solo del primo grado...
Avatar utente
Gingo
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 57
Iscritto il: lun set 03, 2007 12:47 pm

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Pacopas » gio feb 25, 2010 12:46 pm

Gingo ha scritto:La mia voleva essere una via interpretativa

Premessa doverosa, io mi legavo al tuo discorso... certamente non "rispondevo" a te in senso stretto... per contraddirti o giudicarti [:)]
che si discosta dalla massa dei commenti di chi pensa che una simile sentenza possa intaccare le libertà di espressione su internet

è qui il punto secondo me... se in effetti non si sa per quale motivo i dirigenti siano ritenuti responsabili... non si può concludere se effettivamente la sentenza "limiti" la libertà o applichi invece semplicemente delle sanzioni per mancate responsabilità.
Il mio giudizio cambierebbe a seconda delle motivazioni della sentenza... poi ti do atto che il fiume di parole digitali riversatosi sia stato fondamentalmente allarmistico, ma solo perché preventivo, non perché non possa divenirlo arrivati alla fine del giudizio [:)]

(che hanno un'estensione pari alle libertà fondamentali di espressione e sottolineo pari, non superiore o inferiore).

come non quotarti [^]
Senza sapere altro, tuttavia, mi pare abbastanza verosimile che ai responsabili di Google il giudice abbia imputato una sorta di culpa in vigilando, dato che di dolo assolutamente non può parlarsi.

Esattamente! Ma dire se è giusto o meno attribuire questa imputazione è, imho, fondamentale definire se questi amministratori (e quindi youtube e di riflesso google) avevano questo dovere o meno, e quindi definire il ruolo che hanno nella vicenda (editori/mediatori/intermediari)

Vado oltre, ipotizzo che ciò che in realtà i giudici abbiano imputato alle persone, ... [cut] ... una colpa per non aver predisposto un meccanismo facile e rapido di segnalazione del contenuto per la sua rimozione

Questa è una "sfumatura" di cui potremmo parlare, perché introduce una serie di discorsi.
Dovevano interporre il meccanismo? Con quali criteri si basa la valutazione dell'efficacia di tale meccanismo?
anche perché il meccanismo esiste -per segnalazione- ed è arbitrario di chi vede come lo è la pubblicazione o meno dei video,
questo per dire che se fosse a discrezione di qualcuno, si potrebbe imputare al selezionatore tale responsabilità (es. editore)
La questione è spinosa.... ed in alcuni casi potrebbe essere una china pericolosa...

Detto questo e la culpa in vigilando e la culpa in educando dei genitori dei professori e dei presidi che certamente è palese? Nessuno se la pone?

Hai un punto di vista molto interessante e non banale sarebbe un piacere continuare a discuterne [std]
ps
sei un giurista?
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Gingo » gio feb 25, 2010 3:24 pm

Pacopas ha scritto:...
Vado oltre, ipotizzo che ciò che in realtà i giudici abbiano imputato alle persone, ... [cut] ... una colpa per non aver predisposto un meccanismo facile e rapido di segnalazione del contenuto per la sua rimozione

Questa è una "sfumatura" di cui potremmo parlare, perché introduce una serie di discorsi.
Dovevano interporre il meccanismo? Con quali criteri si basa la valutazione dell'efficacia di tale meccanismo?
anche perché il meccanismo esiste -per segnalazione- ed è arbitrario di chi vede come lo è la pubblicazione o meno dei video,
questo per dire che se fosse a discrezione di qualcuno, si potrebbe imputare al selezionatore tale responsabilità (es. editore)
La questione è spinosa.... ed in alcuni casi potrebbe essere una china pericolosa...

Detto questo e la culpa in vigilando e la culpa in educando dei genitori dei professori e dei presidi che certamente è palese? Nessuno se la pone?

Hai un punto di vista molto interessante e non banale sarebbe un piacere continuare a discuterne [std]
ps
sei un giurista?

Riguardo a cosa debba intendersi per colpa è opportuno chiarire, in generale, che, a quanto ci insegnano, è funzione dello Stato moderno far sì che le condotte dei singoli si orientino all’osservanza di regole che tendono ad evitare eventi dannosi o delittuosi, anche non voluti dal soggetto agente. Ciò si ottiene accollando a chi compie determinate attività il rischio, definito da taluni pervasivo, che da tali attività derivino simili eventi non desiderati, nè previsti in alcun modo. E' la nozione stessa di colpa generica ad aprire la strada a questa linea di pensiero, perché al di là della espressa inosservanza di leggi, regolamenti, ordini o discipline le quali prevedono determinate specifiche condotte vietate o ammesse (colpa specifica), da sempre, sin dal diritto romano e soprattutto nel common law, si sono punite condotte semplicemente negligenti,imprudenti o dettate da imperizia e, attenzione, maggiore è la difficoltà tecnica dell'attività intrapresa, maggiore sono la perizia e la prudenza richieste nello svolgerla, indipendentemente dal fatto che una norma stabilisca quale condotta specifica dovesse essere tenuta, perché sarà il giudice a stabilirlo nel caso concreto ad evento avvenuto, guardando al risultato finale. Probabilmente in questo caso il giudice ha valutato che il tempo richiesto per minimizzare il danno è stato eccessivo, paragonato alla velocità con cui opera in altri settori quella società.
Peronalmente credo che quella società non possa essere considerata un vero e proprio editore, dato che youtube è più assimilabile ad un repository video o una bacheca che non ad un giornale con una linea editoriale, tanto per capirci.

Quanto agli altri soggetti coinvolti, autori del filmato e genitori, penso che saranno oggetto di separato procedimento, come pure oggetto di richiesta di bei soldi di risarcimento civile.
Avatar utente
Gingo
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 57
Iscritto il: lun set 03, 2007 12:47 pm

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Zane » gio feb 25, 2010 3:47 pm

Interessantissime opinioni ragazzi: personalmente, da figura di gestione di una piattaforma di User-generated content nella quale stiamo scrivendo, sono d'accordo con alcuni punti, ma rimango comunque piuttosto perplesso delle conseguenze che una sentenza del genere potrebbe avere sulla rete. Non voglio generalizzare: come ho avuto modo di ripetere in altre occasioni, sono fermamente convinto che spesso in rete ci si appelli alla libertà d'espressione e, rilancio, alla "libera circolazione delle idee" anche per farsi bellamente i propri comodi fregandosene altamente di quanto questa liberà possa nuocere alla... libertà degli altri.

Ad ogni modo: fra qualche ora esce il mio pezzo in merito alla specifica questione Google Video: se vi interessa, è "Condanna Google Video: un pericoloso precedente per la rete italiana?"
Avatar utente
Zane
MLI Hero
MLI Hero
 
Messaggi: 7935
Iscritto il: lun ago 05, 2002 9:36 am
Località: Ferrara

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Gingo » gio feb 25, 2010 4:11 pm

Ottimo pezzo, dai risvolti inquietanti nell'ipotesi peggiore e pienamente condivisibile nei contenuti.

Per questo spero che il giudice abbia detto: "... ti condanno, non perché hanno messo il filmato sul tuo portale, ma perché ti hanno chiesto di togliere quel filmato con la procedura da te prevista, mettiamo il giorno 10, e tu l'hai tolto il 20, causando l'amplificazione del danno che tu stesso hai riconosciuto esserci nel momento in cui l'hai tolto".
Pensiamo anche al fatto che non si tratta di un reato di opinione o politico, ma di lesione di un diritto individuale, perseguibile su querela.
Avatar utente
Gingo
Aficionado
Aficionado
 
Messaggi: 57
Iscritto il: lun set 03, 2007 12:47 pm

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Zane » gio feb 25, 2010 4:34 pm

Gingo ha scritto:Per questo spero che il giudice abbia detto: "... ti condanno, non perché hanno messo il filmato sul tuo portale, ma perché ti hanno chiesto di togliere quel filmato con la procedura da te prevista, mettiamo il giorno 10, e tu l'hai tolto il 20, causando l'amplificazione del danno che tu stesso hai riconosciuto esserci nel momento in cui l'hai tolto".

Sarà che io sono di parte, ma personalmente trovo che anche questa motivazione sarebbe giusta fino ad un certo punto. Se si parla di realtà "piccole" mi può star bene un discorso del genere, ma scala estremamente male: quante richieste potrebbe ricevere un sito da 400 milioni (ripeto: "milioni"!) di utenti come Facebook? quanto tempo è necessario per le opportune verifiche? quante risorse bisognerebbe mettere in campo per garantire costantemente un servizio di takedown affidabile? e si iniziassero a tuffarsici a pesce anche coloro che ritengono di essere stati danneggiati per la violazione di copyright?

A mio avviso, in questa situazione i soggetti da punirsi sono solamente coloro che hanno compiuto l'infamia ripresa dal filmato. Ti potrei anche dire "e anche chi ha caricato il filmato in rete", ma la faccenda risulterebbe assai delicata: e se è stata utilizzare una wireless sprotetta per il collegamento? e se in altri casi un filmato del genere apparisse a scopo di denuncia? [uhm]
Avatar utente
Zane
MLI Hero
MLI Hero
 
Messaggi: 7935
Iscritto il: lun ago 05, 2002 9:36 am
Località: Ferrara

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Pacopas » gio feb 25, 2010 4:50 pm

Gingo ha scritto:Riguardo a cosa debba intendersi per colpa è opportuno chiarire ... guardando al risultato finale.


Concetto interessante e magistralmente espresso [applauso]

Credo sia un punto di vista interessante.

Però la prima domanda che mi sorge spontanea è:
"Quindi tutto si riduce a se lo toglievi prima non ti facevo nulla?"
Credo che la questione sia anomala...

Mentre inviavo ho visto il resto dei vostri interventi...

dai risvolti inquietanti nell'ipotesi peggiore e pienamente condivisibile nei contenuti.

condivido, ed è proprio questo che intendevo quando sostenevo
La questione è spinosa.... ed in alcuni casi potrebbe essere una china pericolosa...


letto l'articolo inviato da Zane (ottimo come sempre) la mia attenzione si è focalizzata su questa frase
D'altro canto, non è da escludere che l'unica mancanza di GoogleTube sia stata quella di non trasferire in capo agli utenti la responsabilità inerente il rispetto delle normative sulla privacy: un problema formale che, in caso, potrebbe essere rettificato semplicemente modificando il legalese della licenza d'uso del videoportale.


Anche qui, tutto si riduce ad un disclaimer poco efficace.

Devo dire che non ho ancora ben chiara la faccenda... non riesco a focalizzare ma c'è qualcosa che non mi torna [uhm]
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Francesca Buraschi » gio feb 25, 2010 8:48 pm

Zane ha scritto: A mio avviso, in questa situazione i soggetti da punirsi sono solamente coloro che hanno compiuto l'infamia ripresa dal filmato. Ti potrei anche dire "e anche chi ha caricato il filmato in rete", ma la faccenda risulterebbe assai delicata: e se è stata utilizzare una wireless sprotetta per il collegamento? e se in altri casi un filmato del genere apparisse a scopo di denuncia? [uhm]


Per me, invece, la responsabilità andrebbe suddivisa tra chi ha girato e messo su il video (sempre se riesci ad individuarli...) e i gestori-responsabili (lo dice il loro stesso nome!) del sito. Sarà che ho l'art. 40, comma 2, c.p. stampato in testa, ma nella mia ottica la condotta omissiva dei dirigenti di Google (che hanno un preciso obbligo di garanzia) equivale alla condotta commissiva di chi ha caricato il filmato.

Quando i dirigenti hanno deciso di assumere quel prestigioso incarico, si sono anche impegnati ad impedire eventi del genere. Lo so che è un compito difficile (se non impossibile), ma discende inevitabilmente dalla loro carica. Credo ne fossero consapevoli...

L'unica soluzione possibile è quella di intensificare i controlli, aumentando il numero di controllori.
Avatar utente
Francesca Buraschi
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 358
Iscritto il: ven dic 12, 2003 7:23 pm
Località: Emilia Romagna

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Pacopas » gio feb 25, 2010 10:36 pm

Ciao Francesca, ci sentiamo davvero sporadicamente ma è sempre un piacere [std] e complimenti per l'articolo
convenevoli a parte mi chiedo se
Francesca Buraschi ha scritto:la responsabilità andrebbe suddivisa tra chi ha girato e messo su il video (sempre se riesci ad individuarli...) e i gestori-responsabili (lo dice il loro stesso nome!) del sito. Sarà che ho l'art. 40, comma 2, c.p. stampato in testa, ma nella mia ottica la condotta omissiva dei dirigenti di Google (che hanno un preciso obbligo di garanzia) equivale alla condotta commissiva di chi ha caricato il filmato


anche noi potremmo essere giudicati, in quanto amministratori, responsabili di ciò che viene messo sul nostro forum?... o no?...
A quanto sembra gli amministratori (anche se il video è rimasto su circa un mese) hanno rimosso il video poche ore dopo la prima segnalazione, ma questo non è stato sufficiente...

Di conseguenza non c'è disclaimer che tenga... o c'è qualche aspetto "legale" che non mi è chiaro? [uhm]

Abbandonando per un istante il caso in se (violenza su minore ) mi chiedo, pur volendo pormi ... in qualità di eventuale amministratore... come selezionatore di cosa è pubblicabile e cosa no, come faccio a decidere in casi meno evidenti?
esempio la pubblicazione di una foto che qualcuno spaccia per sua e invece è di un fotografo del suo paese che non ne concede i diritti
o prese di posizione che possono risultare diffamanti per qualcuno però in linea generale non lo sono...
Non ci mettiamo, in questo modo, in un circolo vizioso che porta a rendere in pratica insostenibile qualunque "spazio di comunicazione pubblico virtuale", anche filtrando ad uno ad uno (ponendo sia possibile) gli interventi?

e aggiungo, questa regolamentazione avrebbe un riscontro in una situazione reale? esempio piazza comunale?
Te lo chiedo da un punto di vista giuridico [;)] oltre che personale... [std]
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda ninjabionico » ven feb 26, 2010 2:05 am

Più andiamo avanti e più mi accorgo dell'assurdità della nostra società "moderna"..... [acc2]

... l'ipocrisia, l'egoismo e l'egocentrismo, la continua ricerca di un tornaconto personale, la continua ricerca di un colpevole (e non di una soluzione a un eventuale problema), ecc... [uhm]

... ci si distrae nella ricerca assurda del pelo sull'uovo e si perdono di vista i veri e sani principi. [:p]

Non è che io penso che la ricerca del colpevole sia inutile (e in questo caso concordo con Paco che quoto)...

Pacopas ha scritto:Detto questo e la culpa in vigilando e la culpa in educando dei genitori dei professori e dei presidi che certamente è palese? Nessuno se la pone?


... ma deve essere un'optional, un valore aggiunto. [8D]

L'assurdità sta nel fatto che se io scoprissi un video su YouTube in cui mio figlio subisce violenze da parte di bulli, ringrazierei questo strumento (e chi fornisce il servizio) per avermi aperto gli occhi su di una realtà che mi tocca da vicino e che invece io ignoravo (e non mi preoccuperei certo di fargli causa vista l'utilità).
Poi la mia prima preoccupazione sarebbe di interessarmi della sua salute del ragazzo, alle conseguenze del trauma psico-fisico subito, cercherei di ridurlo e di porvi rimedio se possibile, quindi provvederei a far ripristinare quella che dovrebbe essere la normale condizione di vita nell'ambiente scolastico (scopo principale) e penserei anche alla ricerca delle colpe e delle mancanze (scopo secondario).

Il paradosso di questa vicenda è che si sposta l'attenzione dal problema vero, sociale, quello del fenomeno del "bullismo" in ambiente scolastico, al mondo della rete come se si volesse cambiare un argomento "scomodo" scaricando il "barile" su qualcun altro (e dire non è colpa mia!).

Certo, se è dimostrata ed evidente una carenza da parte degli impiegati di Google è giusto che siano puniti, ma continuo a ritenere che l'importante è di comprendere e analizzare il vero problema in cerca di una soluzione fattibile affinché in futuro non si riproponga più (o in modo molto più limitato) senza per questo ledere la libertà di tutti.

[ciao]
Io dico le cose così come stanno! Questo è il mio credo ninja - by Naruto Uzumaki
Expert-Advanced User Powered by Gnu/Linux
Avatar utente
ninjabionico
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5207
Iscritto il: lun mar 20, 2006 10:51 pm
Località: Prov. Pd

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Francesca Buraschi » ven feb 26, 2010 7:54 am

Pacopas ha scritto:anche noi potremmo essere giudicati, in quanto amministratori, responsabili di ciò che viene messo sul nostro forum?... o no?...


in quanto amministratori non saprei, ma il gestore di un blog, ad esempio, sì: http://www.MegaLab.it/2698/la-responsab ... di-un-blog

per i reati commessi a mezzo stampa ricorre la stessa logica: l'art. 57 c.p. dice che il direttore o il vice direttore responsabile, che omette di esercitare il controllo dovuto sul periodico da lui diretto, risponde a titolo di colpa se un reato è commesso, fatta salva comunque la responsabilità dell'autore della pubblicazione.

Lo so: il direttore di una rivista può controllare i contenuti molto più facilmente di quanto possa fare il responsabile di un portale con un forum & co. E' chiaro che servirebbe una normativa ad hoc. Estendere delle norme degli anni sessanta (l'art. 57 è stato modificato nel 1958) alla situazione attuale è "un attimo" fuori luogo....Ma si fa con quel che si ha.
Avatar utente
Francesca Buraschi
Senior Member
Senior Member
 
Messaggi: 358
Iscritto il: ven dic 12, 2003 7:23 pm
Località: Emilia Romagna

Re: Commenti a "Condannati tre dirigenti di Google"

Messaggioda Pacopas » ven feb 26, 2010 9:42 am

Francesca Buraschi ha scritto:in quanto amministratori non saprei, ma il gestore di un blog, ad esempio, sì: http://www.MegaLab.it/2698/la-responsab ... di-un-blog

Comprendo il punto di vista espresso, ma pur sforzandomi non riesco a vedere la similitudine con le motivazioni della sentenza.
Mi pare giusto infatti che un gestore/amministratore/editore abbia l'obbligo di rimozione dei contenuti segnalati come offensivi o reputati offensivi o addirittura che violino leggi chiare e precise (esempio contenuti pedo pornografici)... e se non lo faccia si rimetta ad una eventuale sentenza in giudizio e ne paghi le conseguenze... ma non comprendo come avvenuta la rimozione si possa accusarlo del fatto che siano stati pubblicati, in quanto a tutti gli effetti la pubblicazione (cioè l'atto di rendere pubblico) è automatizzata... cosa che è avvenuta in questo caso.

In effetti io non parlo della facilità di controllo (poniamo siano ugualmente attuabili in tutti i casi), parlo proprio sul presumere quanto questo controllo deve essere preventivo...

perdona la mia ignoranza giuridica e cerca di intuire il mio concetto.. forse non tecnicamente ineccepibile [:)]

@ninja... quoto tutto.. lo dicevo nell'altra discussione...
alla fine... ogni uomo considera i limiti della propria visione personale come i limiti del mondo...
Avatar utente
Pacopas
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 6708
Iscritto il: mer ott 05, 2005 12:44 am


Torna a Commenti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron
Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising