Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Guida al DVD supremo (Sezione 1)

Problemi con i sistemi operativi di casa Microsoft? Questa è la sezione che fa per te!

Guida al DVD supremo (Sezione 1)

Messaggioda Comatrix » mar feb 24, 2004 10:16 am

Questa guida permette di crearvi un DVD bootabile capace di:

- Installare più versioni di Windows (a partire da Windows95 fino a Windows 2003, passando attraverso 98 SE, ME, NT, 2000 o XP).
- Utilizzare una versione ridotta autonoma di WinXP (o 2003) BartPE con interfaccia grafica, multi-opzioni, NTFS ecc...
- Utilizzare delle distribuzioni di LINUX autonome, come Knoppix, Slax..
- lanciare degli strumenti come ricovero/diagnostica basato su dei dischetti di DOS (immagini) LINUX o altro
- Installare i programmi di Windows (o DOS) di vostra scelta
- Immagazzinare i vostri dati

Si deve sapere che sono delle possibilità, che si possono ragruppare su un solo DVD, ma che potete solamente integrarne gli elementi di cui avrete bisogno
Questa guida é corretta e permette di ottenere un DVD funzionante, come lo pretende.
ATTENZIONE: rispettate alla lettera le indicazioni della guida, affinché funzioni tutto correttamente. Non é necessario avere conoscenze approfondite in programmazione professionale.
Questa guida si divide in varie sezioni, e tutto cio' che é spiegato non é obbligatorio, alcune cose sono opzionali. Inoltre noterete che alcune sezioni in questa guida sembrino ripetitive, invece prestate molta attenzione, poiché il testo sembra uguale ma i nomi dei files indicati posso risultare differenti.

Ecco le varie sezioni:

<font color="red">1. Di cosa si necessita (necessario)
2. Preparazione (necessaria)
3. Capire il processo di boot (necessario per capire come si deve agire esattamente)
4. Preparazione dei files per i sistemi operativi della famiglia di Windows NT (necessario)
5. Preparazione dei files per i sistemi operativi della famiglia di Windows 9X (necessario)
6. Integrazione di "Bart PE builder" (facoltativo ma utilissimo)
7. Integrazione di ERD Commander 2003 (facoltativo ma utile)
8. Pulizia dei files inutili (necessaria)
9. Preparazione dei files per altri strumenti o sistemi operativi (quasi necessaria la consiglio vivamente)
10. Aggiunta di files permettendo di installare dei programmi per windows (non necessario)
11. Aggiunta di files personali (non necessario)
12. Aggiunta di distribuzioni linux autonome (necessaria per chi desidera linux)
13. Creare il menu di lancio multi-boot (necessario)
14. Creare il file di lancio (automatico) per Windows (necessario)
15. Creare il file ISO (necessario)
16. Test del file ISO con VmWare o Virtual PC (non necessario, ma per non rovinare quantità di DVD meglio di si)
17. Masterizzare il DVD multi-boot (necessario)
18. Domande frequenti (a leggere imperativamente)
19. Ringraziamenti</font id="red">


Infine si ricordi che questa guida é basata sul mio disco rigido il che comporta la lettera di unità <b>D:</b> Quindi sarete poi voi a scegliere in quale unità del disco duro si dovrà svolgere questa programmazione (in genere la lettera di default é <b>C:</b>) e per di più il nostro sistema operativo utilizzato usato per creare il DVD é Windows XP in francese.


<font size="3"><u><b>DI COSA SI NECESSITA (necessario)</b></u></font id="size3">

- Dei CD di installazione di ogni sistema operativo che desiderate installare sul DVD
- Un masterizzatore di DVD, con supporto DVD-RW (riregistrabile)
- Qualsiasi programma di masterizzazione che sappia registrare immagini ISO
- Spazio sufficiente sul Disco Rigido
- Visionare TUTTI i files (compresi i files di sistema e nascosti)
- Un editore esadecimale (per esempio questo gratuito: HEX EDITOR) scaricabile qui
- CD SHELL 2.0.11
- WinImage 6.10
- Opzionale la VMware Workstation 4.0.5 ou Virtual PC 5.0.2. (non gratuiti) ma potete trovarli scaricabili, ed usarli per un periodo di 30 gg di prova


<font size="3"><u><b>PREPARAZIONE (necessaria)</b></u></font id="size3">

Nel vostro PC siate sicuri di poter visionare tutti i files, sia di sistema che nascosti, con le loro estensioni, per far cio' aprite una qualsiasi cartella poi andate sulla barra e cliccate strumenti->opzioni cartella->visualizzazione, e levate la spunta a "Nascondi le estensioni per i tipi di file conosciuti".
Prima di copiare tutti i files determiniamo una directory dove dobbiamo inserirli. Teniamo a mente che un DVD pieno contiene più di 4 Gb (la taglia del nostro file ISO finale), e che tutti i files, avendo una ottimizzazione creata da CDIMAGE (che evita i doppioni), possono occupare 7Gb, percio' si necessita di una taglia massimale di 11 Gb di spazio libero sul nostro Disco Rigido se desiderate il DVD con TUTTI i sistemi operativi.
Create la vostra directory principale per esempio <b>"D:ROOT"</b>
In questa directory, create una sottodirectory che chiameremo "BOOT", ed inserite i files di CD SHELL che erano in boot.
E' ugualemnte consigliato di creare un'altra sottodirectory col nome di "SETUP", che conterrà i differenti contenuti dei differenti CD. Non é necessario, ma permetterà di avere una arborescenza più pulita. In seguito vedrete che creeremo appunto altre directory per ogni sistema operativo della famiglia "NT".
Quindi dovreste avere queste directory seguenti:

<font color="red"><b>D:ROOT
D:ROOTBOOT
D:ROOTSETUP</b></font id="red">

Vi consiglio anche di scaricarvi quitutti i sistemi di boot disk dei sistemi che desiderate avere, questo semplificherà il proseguimento, avrete solamente da utilizzare le immagini dei settori di boot necessari.
Questa guida non utilizza il metodo di riduzione di proprietà dei files di installazione. Percio' permette di utilizzare i files SETUP.EXE per ogni sistema operativo, nel caso in cui vogliate verificare la compatibilità del vostro hardware o fare degli aggiornamenti da una versione di windows meno recente. Vedremo dopo come ridurre le proprietà dei files di installazione più tardi.


<font size="3"><u><b>CAPIRE IL PROCESSO DI BOOT</b></u></font id="size3">

<b>Per cio che riguarda la famiglia dei sistemi operativi "NT" (WindowsNT, 2000, XP, 2003)</b>
Un CD di installazione normale comporta una directory chiamta "i386" alla base del CD stesso. E comporta anche i files necessari per l'installazione.
Ecco il processo di installazione dei CD della famiglia dei sistemi operativi della famiglia "NT":

1. il settore di boot specifica d lanciare dalla directory <font color="red">"i386"</font id="red">,il file "setupldr.bin".
2. <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> da le istruzioni di guardare un file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> in <font color="red">"i386"</font id="red">.
3. <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> indica di guardare "" (base del CD) e di lanciare <font color="red">"setup.exe"</font id="red">.
4. "setup.exe" lancia effettivamente l'installazione del sistema operativo.

Per ricreare un DVD di installazione bisogna estrarre il settore di boot (dal CD originale) in un file, generalmente nominato <font color="red">"bootsect.bin" o "bootsect.dat"</font id="red">. Per creare effettivamente un DVD d'installazioni multiple, bisogna creare delle directory e modificare alcuni files, poiché alcuni files non si trovano più nella directory <font color="red">"i386"</font id="red"> alla base:

1. Una nuova directory di boot di 4 lettere <b>(IMPERATIVAMENTE alla base del DVD e in MAIUSCOLO)</b> deve essere creata, al di fuori della directory dove i files del CD di installazione sono stati copiati. Questa directory conterrà tutto il contenuto dei dischetti di installazione di questo sistema operativo.
2. <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> deve essere editato per modificarne le occorrenze di <font color="red">"i386"</font id="red"> con le <b>4</b> lettere della directory di installazione.
3. La linea <b>"SetupSourcePath=" </b>di <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> deve essere editata per adeguarsi con la directory in cui abbiamo copiato i files di installazione. Avremo dunque qualcosa come: <b>SetupSourcePath = "SETUPWINXPPRO"</b>, se il sistema operativo che desideriamo copiare é XPPRO per esempio.
4. Il file contenente il settore di boot del CD di installazione originale <font color="red">("bootsect.dat"</font id="red">) deve essere modificato in occorrenza per <font color="red">"i386"</font id="red">, con le <b>4</b> lettere della directory di installazione.
5. Piazzare i files immagini del settore di boot alla base del DVD (directory ROOT).

Quindi i files <font color="red">"txtsetup.sif" e "setupldr.bin"</font id="red"> (di ogni sistema operativo) devono essere situati nella directory di installazione. I files immagini del settore di boot devono restare nella directory "ROOT".

<b>Per cio' che concerne i sistemi operativi della famiglia di Windows 9x</b>

L'installazione si effettua dai dischetti con supporto CD-ROM che lancia poi l'installazione dai files del CD. Esistono anche dei CD bootabili ma non é la cosa più facile per cio' che desideriamo fare.

Quindi utilizzeremo la procedura seguente:

1. Creare un dischetto di ripristino (vi ho già dato il link prima ove poterli scaricare per ovviare al problema di crearli manualmente) .
2. Editare <font color="red">"config.sys" </font id="red">per inserire solamente l'opzione di partire dal CD
3. Modificare <font color="red">"autoexec.bat"</font id="red"> per tener conto ove si trova il file "setup.exe"
4. Ricreare il file immagine del dischetto di ripristino
5. Inserire l'immagine del dischetto di ripristino nella directory <b>"ROOT"</b>.

Ecco per la teoria, passiamo ora alla pratica


<font size="3"><u><b>PREPARAZIONE DEI FILES PER I SISTEMI OPERATIVI DELLA FAMIGLIA DI WINDOWS NT (necessario)</b></u></font id="size3">

La procedura é la stessa per tutti i sistemi operativi di tutta la famiglia degli NT (NT4, 2000, XP, 2003), quindi lo spieghero' una sola volta, ma tenete a mente che dovrete ripetere questa operazione per ogni sistema operativo che desiderate avere sul vostro DVD, variando solamente i nomi delle directory e dei files, rispettando la logica di questo riquadro che segue:


<b>Versione di Windows--|--Nome del file del settore di boot-----|--Directory di installazione----------|---Directory contenente i files di installazione-|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2003Datacenter-------|--------------3DCT.DAT-------------|--------D:ROOT3DCT---------|--------D:ROOTSETUPWIN2003DCT---------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2003Enterprise-------|--------------3ENT.DAT-------------|--------D:ROOT3ENT---------|--------D:ROOTSETUPWIN2003ENT---------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2003 Standard--------|--------------3STD.DAT-------------|--------D:ROOT3STD---------|--------D:ROOTSETUPWIN2003STD---------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2003 Web-------------|--------------3WEB.DAT-------------|--------D:ROOT3WEB---------|--------D:ROOTSETUPWIN2003WEB---------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
XP Pro---------------|--------------PRO1.DAT-------------|--------D:ROOTPRO1---------|--------D:ROOTSETUPWINXPPRO------------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
XP Home--------------|--------------HOM1.DAT-------------|--------D:ROOTHOM1---------|--------D:ROOTSETUPWINXPHOM------------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2000 Advanced Server-|--------------2ADV.DAT-------------|--------D:ROOT2ADV---------|--------D:ROOTSETUPWIN2000ADVSERV------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2000 Server----------|--------------2SRV.DAT-------------|--------D:ROOT2SRV---------|--------D:ROOTSETUPWIN2000SERVER-------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
2000 Pro-------------|--------------2PRO.DAT-------------|--------D:ROOT2PRO---------|--------D:ROOTSETUPWIN2000PRO----------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
NT4 Serveur----------|--------------NT4S.DAT-------------|--------D:ROOTNT4S---------|--------D:ROOTSETUPWINNT4SERVER--------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
NT4 WorkStation------|--------------NT4W.DAT-------------|--------D:ROOTNT4W---------|--------D:ROOTSETUPWINNT4WRKSTN--------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________</b>


In questo riquadro si riprendono le informazioni di Windows XP Pro SP1a. Notate che bisognerà effettuare tutte queste tappe per ognuno di questi sistemi operativi che vogliate installare dal vostro DVD.
Due soluzioni: o fate tutte le tappe per un sistema operativo, poi ricominciate dall'inizio per i sistemi operativi seguenti, oppure fate la tappa 1 per tutti i sistemi operativi e poi applicate la seconda e la terza e via dicendo.

1. Copiare i files da un CD di installazione:
Create una directory "WINXPPRO" nella directory "SETUP" nella directory "ROOT".
Avrete quindi <b>"D:ROOTSETUPWINXPPRO"</b>.
COPIATE tutto il CD di installazione di Windows XPPRO SP1a in questa directory. Se il vostro CD non comprende l'SP1a potete aggiungerlo ( da un pc con 2000 o XP) direttamente ai files di installazione, per far cio',aprite una linea di comando, piazzatevi nella directory contenente SP1a, e digitate il comando seguente:

<b>xpsp1a_it_x86.exe -s:D:ROOTSETUPWINXPPRO</b>

Potete sopprimere la directory temporanea creata con uno strano nome su D:
Non modificheremo nessun file in questa directory, cui permette di rigenerare un CD di installazione di origine.
2. Creare la directory di installazione
Create adesso la directory di installazione, di 4 caratteri "PRO1", nella directory "ROOT" quindi avrete: <b>D:ROOTPRO1</b>
Bisogna estrarre i differenti dischetti di ripristino in questo file
ATTENZIONE siate prudenti a utilizzare bene i dischetti corrispondenti alla vostra versione dei file di installazione. Per esempio per Windows XPPRO esiste una versione per XP, una per XPPRO SP1, una per XPPRO SP1a. E la stessa cosa vale per la versione HOME e per le diverse lingue.

- Per 2003 inseriremo delle informazioni quando avremo trovato qualcosa di più sicuro
- Per XP potete trovare i diversi files al centro download di Microsoft (eccone un esempio qui oppure qui)
- Per 2000 possono essere trovati nella directory "BOOTDISK" sul CD di installazione
- Per NT4 sono creati con il comando <b>"WINNT32 /OX" ou "WINNT /OX"</b> dalla directory "i386" di NT4, <b>(D:ROOTSETUPWINNT4WRKSTNi386 o D:ROOTSETUPWINNT4SERVERi386).
</b>
Per far cio' aprite le immagini dei dischetti con WINIMAGE ed estraete il contenuto ricreando esattamente le directory.


Immagine

Immagine

Se tutto é fatto correttamente le vostre directory avranno una proprietà di circa:

<font color="red">9,42 Mb per 2003 Server,
6,63 Mb per XP Pro,
6,61 Mb per XP Home,
4,32 Mb per 2000,
3,38 Mb per NT4.</font id="red">

3. Modificazione del file "setupldr.bin" per la directory di partenza:

Bisogna editare adesso il file <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> situato nella directory <b>"D:ROOTPRO1"</b>, con un editore esadecimale.
Cercate' le occorrenze su "i386" (nella parte ASCII), con la funzione ricerca e rimpiazzateli manualmente (piazzando il cursore sulla "i") in <b>"PRO1"</b>. Non modificate soprattutto nient'altro. Dovreste avere <b>4</b> occorrenze per XP e 2003, <b>3</b> per 2000 e <b>2</b> per NT4. Se non é il caso, sussiste un problema e questo non funzionerà correttamente.

Immagine

4. Modificazione del file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> per la directory contenente i files di installazione:
Copiate il file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> situato nella directory <b>"D:ROOTSETUPWINXPPROI386" </b>,verso la directory <b>"D:ROOTPRO1"</b>.
Bisogna ora editare il file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> situato nella directory <b>"D:ROOTPRO1" </b>,con un editore di testo (blocco note per esempio).
Cercate con la funzione ricerca la linea contenente <b>"SetupSourcePath="</b>, e modificatela per avere: <b>"SetupSourcePath = "SETUPWINXPPRO"</b>.
ATTENZIONE se un giorno utilizzerete un arborescenza esistente la quale aggiornate con un service pack (l'SP2 di XP per esempio), bisognerà rifare questa tappa di copia e modificazione del file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red">.`
5. Modificazione dell'immagine del settore di boot per le directory di installazione.
Se lo desiderate potete scaricarvi qui (16Kb) i files immagini del settore di boot, modificati pronti all'utilizzo (non é bello avere già tutto pronto? [^]), ed estrarne tutto cio' che avete bisogno (attenzione tutti i files sono già stati nominati, quindi di conseguenza eseguite i comandi dei files a seconda dei loro nomi, non cambiatene la struttura ed il nome.
Per esempio "PRO1" sarà riferito a cio' che stiamo eseguendo). Senno' seguite la procedura che segue per modificarli voi stessi:

Creazione dell'immagine del settore di boot

Per far cio' potete utilizzare il programma chiamato BBIE (Bart Boot Image Extractor), scaricabile qui. Questo programma permette di estrarre i settori di boot da una immagine ISO o da un CD-ROMM bootabile. BBIE é stato programmato e quindi eseguibile in Win32, e puo' essere eseguito via linee di comando su:

<b>- Windows 95/98/ME
- Windows NT4/2000/XP/2003 </b>

ATTENZIONE: l'estrazione dei settori di boot da un CD-ROM funziona solo esclusivamente sulle piattaforme NT (NT4/W2K/XP), non su Windows 9x/ME.

Sintassi di utilizzazione:

Uso in linee di comando e opzioni

<b>bbie [option] <source></b>

source : il file ove il lettore source deve fare l'estrazione

option :
<b>-v</b> Dettagli del file
<b>-b </b> Scrive anche Bootrecord et Bootcatalog

Esempi:
<b>bbie z:
bbie redhat71.iso</b>

Per esempio, se il nostro lettore CD-ROM é Z: basta lanciare il comando "bbie z:" per estrarne le immagini del settore di boot:

<b>BBIE - Bart's Boot Image Extractor v1.x, (c) 2001, Bart Lagerweij
http://www.nu2.nu
Reading boot record from sector 17 (0x11)
Reading boot catalog from sector 2913 (0xB61)
CD-ROM manufacturer/developer: "NU2 Productions"
1) mode "Floppy drive emulation 1.44MB". Sector is 33 (0x21)
Writing 720 block(s) to "image1.bin"
2) mode "Floppy drive emulation 1.44MB". Sector is 1473 (0x5C1)
Writing 720 block(s) to "image2.bin"
3) mode "Floppy drive emulation 1.44MB". Sector is 2193 (0x891)
Writing 720 block(s) to "image3.bin"
4) mode "Floppy drive emulation 1.44MB". Sector is 753 (0x2F1)
Writing 720 block(s) to "image4.bin"</b>

Questo esempio ha creato 4 immagini di settore di boot chiamate: <font color="red">image1.bin, image2.bin, image3.bin e image4.bin</font id="red">
Ora rinominate i vostri file del settore di boot in funzione del sistema operativo che desiderate installare (vedi immagine sotto).
Aprite il file di immagine del settore di boot <b>"PRO1.DAT"</b> con un editore esadecimale, e cercate con la funzione ricerca dal lato carattere non cifre, la linea <b>"SETUPLDR.BINBOOTFIX.BINI386"</b>. Modificate quest'ultimo per rimpiazzare "i386" per <b>"PRO1.DAT"</b> e soprattutto non toccate a nient'altro.

Immagine


Mettete questo file nella directory <b>"D:ROOT"</b>
6. Copia dei files inerenti ad ogni sistema operativo:
COPIATE i files seguenti dalla directory contenenti i files di installazione <b>("D:ROOTSETUPWINXPPRO") </b>nella directory <b>"D:ROOT"</b>:

- Per NT4 WorkStation : cdrom_w.40
- Per NT4 Server : cdrom_s.40
- Per 2000 : cdrom_nt.5 per tutte le versioni, più cdrom_ia.5 (per Advanced Server), cdrom_is.5 (per Server), o cdrom_ip.5 (per Professionnal), ed anche cdromspx.tst se avete applicato l'SPx.
- Per XP : readme.html, win51, win51ip, ed anche spnotes.html et win51ip.sp1 se avete integrato l'SP1.
- Per 2003 : readme.html, più win51d (per DataCenter), win51a (per Entreprise), win51s (per Standard), o win51b (per Web).

Se avete dei files comuni a più versioni di windows, é sufficiente di tenerne uno solo, di preferenza il più recente.
Tutti i files necessari sono ora presenti per una installazione normale di base.
Se desiderate poter scegliere tra attuare una installazione normale, una automatizzata (con il file unattend.txt) ed una preinstallazione <b>OEM</b> (automatizzata + <b>$OEM$</b>), bisognerà fare ancora qualche aggiunta ed arrangiamento.
Faremo un giro veloce di informazioni per poter, con un altro metodo, fare quello che é spigato in seguito, perdendo meno spazio possibile sul DVD ed evitando di creare troppe directory:
Bisognerà copiare la directory <b>"PRO1</b>" ed anche il file immagine del settore di boot <b>"PRO1.DAT"</b>.
Con le 3 opzioni, dovreste dunque avere le directory seguenti:
<b>"D:ROOTPRO1", "D:ROOTPRO2", "D:ROOTPRO3"</b>
Ed i settori di boot seguenti:
<b>"PRO1.DAT", "PRO2.DAT", "PRO3.DAT"</b>
Nelle nuove directory, dovrete editare il file "setupldr.bin" per tener conto la directory di installazione. Quindi bisognerà rimpiazzare <b>"PRO1" in "PRO2" o "PRO3"</b>.Non avrete alcun bisogno di modificare il file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red">, che é situato già nella corretta directory.
Dovremo pero' editare il file immagine del settore di boot, per modficarne la linea <b>"SETUPLDR.BINBOOTFIX.BINxxxx"</b> e rimpiazzarla da <b>"PRO1" in "PRO2" o "PRO3"</b>.
Se la directory <b>"PRO2"</b> deve contenere una installazione automatizzata, bisognerà copiare il file <font color="red">"winnt.sif"</font id="red"> nella directory di <b>"PRO2"</b>.
Se la directory <b>"PRO3"</b> deve contenere una preinstallazione <b>OEM</b>, bisognerà copiare il file <font color="red">"winnt.sif"</font id="red"> nella directory di "PRO3" e copiare la directory $OEM$ nella vostra directory d'installazione (<b>"D:ROOTSETUPWINXPPRO"</b>).
Se desiderate le 3 opzioni il file <font color="red">"winnt.sif"</font id="red"> della directory <b>"PRO2"</b> non dovrà contenere le linee <font color="red">"OEMPreinstall = Yes" o "GUIRunOnce"</font id="red">.


<font size="3"><u><b>PREAPARAZIONE DEI FILES PER I SISTEMI DELLA FAMIGLIA DI WINDOWS 9x (necessario)</b></u></font id="size3">


La procedura per i sistemi operativi della famiglia di windows 9x (95, 98 SE, ME) é differente da quelli della famiglia dei sistemi operativi di windows NT, cui necessita una directory di installazione sua prorpria. In questa sezione non c'é alcun bisogno di directory di
installazione da creare tramite editori esadecimali, ma di una immagine dei dischetti con suporto CD-ROM (cui abbiamo già dato il link ad inizio guida per scaricarli), che lancia l'installazione dal appunto dal CD stesso. Presentero' un solo metodo di preparazione dei files per la famiglia dei sistemi operativi della famiglia di windows 9x, ma ricordatevi che dovrete ripeterla per ogni sistema operativo che desideriate inserire nel DVD, variando solo i nomi le directory ed i files, rispettando la logica.


<b>Versione di Windows|----------------Nome dell'immagine-------------------------|--------Directory contenente i files di installazione---|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
ME-----------------|------------------WINME.IMA-------------------------------|-------------D:ROOTSETUPWINME-------------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
98 SE--------------|-----------------WIN98SE.IMA------------------------------|-------------D:ROOTSETUPWIN98SE-----------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________
95-----------------|------------------WIN95.IMA-------------------------------|-------------D:ROOTSETUPWIN95-------------------|
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________</b>


Due soluzioni: o fate tutte le tappe per un sistema operativo e poi proseguite con il seguente, oppure fate la prima tappa per tutti i sistemi operativi, poi la seconda, la terza e via dicendo.
In questa spiegazione renderemo l'esempio per il Win98SE.

1. Copiare i files dal CD di installazione:
Create una directory <b>"WIN98SE"</b> nella directory <b>"SETUP"</b> nella directory <b>"ROOT"</b>.
Avrete quindi dunque: "D:ROOTSETUPWIN98SE".
Copiate tutto il CD di installazione di Windows 98SE in questa directory.
2. Modificare l'immagine del dischetto di boot per il lanciamento automatico dell'installazione:
Utilizziamo per far cio' un dischetto di boot di Windows 98SE (che potete scaricare, vi ho già dato il link ad inizio guida).
Bisogna dopo aprire l'immagine del dischetto con WINIMAGE, ed estrarne i files <font color="red">"config.sys"</font id="red"> ed <font color="red">"autoexec.bat"</font id="red"> per editarli:


Immagine



Immagine



Editare il file <font color="red">"config.sys"</font id="red"> che abbia solo ed esclusivamente le linee seguenti (fate un copia-incolla)


<b>files=10
buffers=10
dos=high,umb
stacks=9,256
lastdrive=z
device=himem.sys /testmem:off
device=oakcdrom.sys /D:mscd001
device=btdosm.sys
device=flashpt.sys
device=btcdrom.sys /D:mscd001
device=aspi2dos.sys
device=aspi8dos.sys
device=aspi4dos.sys
device=aspi8u2.sys
device=aspicd.sys /D:mscd001
devicehigh=ramdrive.sys /E 2048
device=display.sys con=(ega,,1)
country=033,850,country.sys
install=mode.com con cp prepare=((850) ega.cpi)
install=mode.com con cp select=850
install=keyb.com it,,keyboard.sys</b>


Notate l'ultima linea di comando. E' creata per tastiere italiane: <font color="red">"install=keyb.com it,,keyboard.sys"</font id="red">. Infatti la referenza come potete notare é la sigla <font color="red">"it"</font id="red"> che é la proprietà delle tastiere italiane. Se fosse in un'altra lingua che dovete far capire al sistema operativo la vostra tastiera, basta cambiare la sigla. Per esempio se fosse la tastiera francese come noi abbiamo basta cambiare la sigla in <font color="red">"fr"</font id="red">.
Quindi:

<font color="red">install=keyb.com it,,keyboard.sys</font id="red">-->tastiera italiana (sigla <font color="red">"it"</font id="red">)
<font color="red">install=keyb.com fr,,keyboard.sys</font id="red">-->tastiera francese (sigla <font color="red">"fr"</font id="red">)
Questo é valido per tutte le tastiere in commercio che il sistema operativo supporta.

Editare il file <font color="red">"autoexec.bat"</font id="red">:
Se la vostra directory <b>"D:ROOTSETUPWIN98SEWIN98"</b> comporta un file <font color="red">"oemsetup.exe"</font id="red">, modificare la sezione <b>:EXT </b>nella maniera seguente (senza modificare il resto):

<b>:EXT
%RAMD%:extract /y /e /l %RAMD%: ebd.cab > NUL
echo I strumenti di diagnostica sono sul lettore %RAMD%.
echo.
LH %ramd%:MSCDEX.EXE /D:mscd001 /L:%CDROM%
echo.
cls
echo Installazione di Windows 98 SE
echo.
echo Caricamento...
<font color="red">path=%RAMD%:;a:;%CDROM%:SETUPWIN98SEWIN98
OEMSETUP.EXE</font id="red">
echo.
GOTO QUIT</b>

Se il vostro CD non comporta il file <font color="red">"oemsetup.exe"</font id="red">,possiamo lanciare il file install.exe (o setup.exe per le versioni inglesi o italiane verificate voi stessi, avendo noi la versione francese) di installazione normale, modificando la linea di comando che segue (cambiare la linea di comando in rosso che vi ho appena segnalato per il file <font color="red">"autoexec.bat"</font id="red"> con questa che segue):

<font color="red">path=%RAMD%:;a:;%CDROM%:SETUPWIN98SE
INSTALL.EXE</font id="red">

ATTENZIONE: siate sicuri che non resti alcun spazio supplementare alla fine delle linee.
Inoltre verificate che le informazioni fornite (directory e nome di file) in grassetto permettono di lanciare l'eseguibile che esiste sul
vostro CD, di modo che l'installazione si possa effettuare.
Anche se create il dischetto per installare Windows 95 o ME, potete utilizzare i files del Windows98. Bisogna solo adattare le linee che vi ho descritto in grassetto per utilizzare la giusta directory.
Bisogna adesso rimpiazzare con un sposta-incolla (spero sia giusto in italiano :P) i files <font color="red">"config.sys" e "autoexec.bat"</font id="red"> nel'immagine del
dischetto di boot (sempre con <b>WINIMAGE</b>) rimpiazzando i files già esistenti.



Immagine

Immagine



Potete salvaguardare l'immagine sempre con <b>WINIMAGE</b>, poi eliminare i files <font color="red">"config.sys" e "autoexec.bat"</font id="red"> dalla vostra directory temporanea di estrazione.
3. Piazzare l'immagine del dischetto nella directory <b>"D:ROOT"</b>.
Rinominate l'immagine del dischetto in WIN98SE.IMA poi inseritela nella directory <b>"D:ROOT"</b>Per non sovraccaricare la directory di base del DVD finale, si possono raggruppare tutte le immagini in una directory: <b>"D:ROOTIMAGES"</b>


<font size="3"><u><b>INTEGRAZIONE DI "BART PE BUILDER" (facoltativo ma utilissimo)</b></u></font id="size3">

Potete facilmente integrare al vostro DVD il programma "Bart PE Builder" che potete trovare qua. Bart é un programma formidabile che inizializza una versione ridotta di Windows XP/2003, con multi-opzioni, interfaccia grafica, supporto NTFS ed ancor di più. Per ulteriori informazioni vi rimando qua.

<b>Creazione dell'immagine con Bart PE Builder</b>

1. Scaricate il Bart nel link che vi ho dato, per esempio in <b>"D:PEbuilder"</b>.
Attenzione siate sicuri di ricreare le directory.
2. Opzionale (tranne se il vostro CD non integra il service pack SP1), per guadagnare tempo:
copiate da qualche parte sul vostro disco rigido (per esempio in <b>"D:cdxp"</b>) il contenuto del CD di installazione (almeno i files di base del CD<font color="red"> win51*.*</font id="red"> e la directory <font color="red">i386</font id="red">). Dovreste quindi avere una directory <b>"D:cdxpi386"</b>.
Se il vostro CD non include anche l'SP1, DOVETE scaricarlo qua, e lanciate il comando seguente:

<b>xpsp1_it_x86.exe -s:d:cdxp</b>

Cio' permette di avere una base intergrando l'SP1 più rapida per generare l'immagine.
3. Lanciate il programma <font color="red">"pebuilder.exe"</font id="red">. Seguite le istruzioni che il programma vi indica (in inglese purtroppo, ma alcune persone sono già all'opera per la traduzione in italiano a quanto pare) e guardate lo svolgimento sullo schermo:


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Immagine


Per la directory contenente i files di installazione, <b>non</b> bisogna specificare la directory <font color="red">"i386"</font id="red">, ma il livello superiore. Se una opzione non é chiara si puo' utilizzare la funzione "help", ma come detto prima é in inglese.Per certi plugins dovrete scaricare il programma adeguato e inserire i files nel directory adeguata. PE Builder ve lo indicherà. Se richiedete l'attivazione di un plugins senza aver inserito i files nella directory adeguata, un messaggio di errore apparirà allo schermo. Selezionate un Plugin e cliccate su <font color="red">[PluginHelp]</font id="red"> per aver maggiori informazioni.
<b>ATTENZIONE: LASCIATE L'OPZIONE "CREATE ISO IMAGE ATTIVATA" CIO' CREERA' L'IMMAGINE PER VOI. NON PROVATE A GENERARE L'IMMAGINE ISO CON UN ALTRO PROGRAMMA DI MASTERIZZAZIONE. LA MAGGIOR PARTE DEI PROGRAMMI PER MASTERIZZARE APPUNTO NON POSSONO CREARE UN FILE CON SISTEMA DI FILE ISO-9660:1999 (VERSIONE 2) E LA MAGGIOR PARTE NON FUNZIONERANNO ALL'INIZIALIZZAZIONE.</b>
Se tutto procede bene l'ultimo messaggio di PE Builder sarà: "Build process done..."

Ecco la procedura da seguire perinserire BART PE al vostro DVD:

1. Potete utilizzare come directory di uscite per PE Builder <b>"D:ROOTBARTPE"</b>.
2. Copiate o spostate tutti i files e le directory nella direttoria di uscita di BART PE: <b>"D:ROOTBARTPE"</b> verso la directory <b>"D:ROOT"</b>.
Avrete quindi le seguenti directory: <b>"D:ROOTi386" </b>e <b>"D:ROOTPrograms"</b>.
Eliminate quindi la directory <b>"D:ROOTBARTPE"</b> ormai vuota.
3. Per una questione di coerenza rinominate il file <b>"D:ROOTootsect.bin"</b> in <b>"D:ROOTBartPE.DAT"</b>.
Ecco tutto qua se volete inserire solamente integrare una versione di Bart PE semplicemente.
Ma per essere più coerenti con noi stessi (o se volete avere più di una versione di BART PE sul vostro DVD) eseguite le tappe seguenti:
4. Rinominate la directory <b>"D:ROOTi386"</b> con un nome di <b>4</b> caratteri, ad esempio <b>"D:ROOTPEXP"</b>.
5. Modificate con un editore esadecimale il file del settore di boot <b>"D:ROOTBartPE.DAT"</b> per rimpiazzare la linea <font color="red">"i386"</font id="red"> in <b>"PEXP"</b> come spiegato per la famiglia dei sistemi operativi di Windows NT
6. Modificate con un editore esadecimale il file <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> situato nella directory <b>"D:ROOTPEXP"</b>, per rimpiazzarne la coerenza (<b>4</b>) della linea <font color="red">"i386"</font id="red"> in <b>"PEXP"</b>, come spiegato sempre per i sistemi operativi della famiglia di Windows NT.
Si puo' anche utilizzare l'opzione <font color="red">"/inram"</font id="red"> alla chiave <font color="red">"OsLoadOptions"</font id="red"> nel file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> per caricare il nocciolo di BART PE in RAM invece di utilizzarlo a partire dal DVD. IL vantaggio e che le performance sono incrementate e la possibilità di rimuovere il DVD durante la sessione (tanto che non si lancino dei programmi), ma questa operazione necessita di almeno 256 Mb di RAM. Cio' significa che bisogna conservare il modo normale per i PC possedenti meno di 256 Mb di RAM. Vedremo adesso come raggruppare queste 2 opzioni utilizzando 2 files <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> caricati in 2 settori differenti:

1. Fate una copia del settore di boot di BART PE <b>"D:ROOTBartPE.DAT"</b>, e nominatela <b>"D:ROOTPEINRAM.DAT"</b>.
2. Fate una copia del file <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> nella directory <b>"D:ROOTPEXP"</b> (antecedente <font color="red">"i386"</font id="red">) di Bart PE, e nominatela <font color="red">"setupldr.ram"</font id="red">.
3. Fate una copia del file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> nella directory <b>"D:ROOTPEXP"</b> (precedentemente <font color="red">"i386"</font id="red">)di Bart PE, e nominatela <font color="red">"txtsetup.ram"</font id="red">.
4. Editate il file <b>"D:ROOTPEINRAM.DAT"</b> con un editore esadecimale e cercate la linea ASCII <font color="red">"SETUPLDR.BIN"</font id="red">, e ripiazzatela con <font color="red">"SETUPLDR.RAM"</font id="red">, e salvaguardate il file.
5. Editate il file <font color="red">"txtsetup.ram"</font id="red"> con un editor di testo (blocco note) e cercate la linea <font color="red">"OsLoadOptions"</font id="red">, e aggiungete l'opzione <font color="red">"/inram"</font id="red"> alla fine delle opzioni, per aver qualche cosa come:

<b>OsLoadOptions ="/fastdetect /minint /inram"</b>

e salvaguardate il file.
Con questa tecnica caricando <font color="red">"PEINRAM.DAT"</font id="red">, quest'ultimo caricherà <font color="red">"setupldr.ram"</font id="red">, e lui stesso caricherà <font color="red">"txtsetup.ram"</font id="red">.
E potrete sempre caricare il settore di boot originale <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red">, e lui stesso caricherà <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red">.
Per di più se desiderate integrare più versioni di Bart PE al vostro DVD, una basata su XP per esempio e l'altra su 2003, con 2 plugins
differenti come XPE, bisognerà:

1. Ripetere tutta la procedura per la seconda versione di Bart PE, utilizzando un altro nome che <font color="red">"i386" </font id="red">(ed in <b>4</b> caratteri) e per il settore di boot (<font color="red">BartXPE.DAT</font id="red"> per esempio).
IL dossier programs sarà comune alle differenti versioni ma i collegamenti saranno creati (ed i programmi utilizzabili) solo a partire dalle versioni ove i plugins erano integrati.
2. Possiamo per ogni versione di Bart PE organizzare un caricamento in RAM come spiegato prima
IL caricamento di Bart PE si farà a partire da CD Shell, inserendo nel file <font color="red">cdshell.ini</font id="red"> una linea di comando del tipo <font color="red">"chain /BartPE.DAT"</font id="red">.
Per di più un file <font color="red">autorun.inf</font id="red"> é creato in <b>"D:ROOT"</b> che lancia Bart PE all'inserimento del DVD.
Se infine creerete un menu finale di installazione per Windows che permette di installare più versioni di Windows o di lanciare varie applicazioni, questo rimpiazzerà l'<font color="red">autorun.inf </font id="red">esistente, e bisognerà aggiungere una opzione per Bart PE con la linea di comando <font color="red">"Programs
u2menu
u2menu.exe"</font id="red"> se desiderate utilizzare delle applicazioni integrate a Bart PE a partire da Windows.


<font size="3"><u><b>INTEGRAZIONE DI ERD COMMANDER 2003 (facolatativo)</b></u></font id="size3">

Potete facilmente aggiungere al vostro DVD la possibilità di lanciare ERD Commander 2003, che pero' dovrete acquistare. ERD Commander 2003 é un'applicazione che inizializza una versione di Windows XP ridotta per farne un ricovero/diagnostica.

Ecco la procedura per inserire ERD Commander 2003 al vostro DVD:

1. Create la directory <b>"D:ROOTERD1"</b> che conterrà i files per ERD Commander 2003.
2. Copiate in questa directory tutti i files e directory contenuti in <font color="red">"i386"</font id="red"> (o la directory contenente le sotto directory <font color="red">"SYSTEM32"</font id="red"> e <font color="red">"WINSXS"</font id="red">) di ERD Commander 2003.
3. Modificate, con un editore esadecimale, il file <font color="red">setupldr.bin</font id="red">, situato nella directory <b>"D:ROOTERD1"</b>, per rimpiazzarne le coerenze (<b>4</b>) della linea <font color="red">"i386"</font id="red"> in <font color="red">"ERD1"</font id="red">, come spiegato per i sistemi operativi della famiglia dei Windows NT.
4. Bisogna adesso editare il file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red">, situato nella directory <b>"D:ROOTERD1"</b>, con un editore di testo (blocco note).
cercate con la funzione ricerca la linea <b>"SetupSourcePath="</b>, e modificatela per aver <font color="red">"SetupSourcePath = ""</font id="red">.
5. Modificate, con un editore esadecimale, il file del settore di boot <b>"D:ROOTERD1.DAT"</b> per rimpiazzare la linea <font color="red">"i386"</font id="red"> in <font color="red">"ERD1"</font id="red">, sempre come spiegato per la famiglia dei sistemi operativi della famiglia dei Windows NT.
Si puo' anche utilizzare l'opzione <font color="red">"/inram"</font id="red"> alla chiave <font color="red">"OsLoadOptions"</font id="red"> nel file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> per caricare il nocciolo di BART PE in RAM invece di utilizzarlo a partire dal DVD. IL vantaggio e che le performance sono incrementate e la possibilità di rimuovere il DVD durante la sessione (tanto che non si lancino dei programmi), ma questa operazione necessita di almeno 256 Mb di RAM. Cio' significa che bisogna conservare il modo normale per i PC possedenti meno di 256 Mb di RAM. Vedremo adesso come raggruppare queste 2 opzioni utilizzando 2 files <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> caricati in 2 settori differenti:

1. Fate una copia del settore di boot di ERD Commander 2003 <b>"D:ROOTERD1.DAT"</b>, et nominatela <b>"D:ROOTERD1RAM.DAT"</b>.
2. Fate una copia del file <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> nella directory <b>"D:ROOTERD1"</b>, e nominatela <font color="red">"setupldr.ram"</font id="red">.
3. Fate una copia del file <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> nella directory <b>"D:ROOTERD1"</b>, e nominatela <font color="red">"txtsetup.ram"</font id="red">.
4. Editate il file <b>"D:ROOTERD1RAM.DAT"</b> con un editore esadecimale e cercate la linea <font color="red">ASCII "SETUPLDR.BIN"</font id="red">, e ripiazzatela con <font color="red">"SETUPLDR.RAM"</font id="red">, e salvaguardate il file.
5. Editate il file <font color="red">"txtsetup.ram"</font id="red"> con un editor di testo (blocco note) e cercate la linea <font color="red">"OsLoadOptions"</font id="red">, e aggiungete l'opzione <font color="red">"/inram"</font id="red"> alla fine delle opzioni, per aver qualche cosa come:

<b>OsLoadOptions ="/fastdetect /minint /inram"</b>

salvaguardate il file.
Con questa tecnica caricando <font color="red">"PEINRAM.DAT"</font id="red">, quest'ultimo caricherà <font color="red">"setupldr.ram"</font id="red">, e lui stesso caricherà <font color="red">"txtsetup.ram"</font id="red">.
E potrete sempre caricare il settore di boot originale <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red">, e lui stesso caricherà <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red">.
Il lanciamento di ERD Commander 2003 si farà da CD Shell, inserendo nel file cdshell.ini una linea di commando del tipo <font color="red">"chain /ERD1.DAT"</font id="red">.



<font size="3"><u><b>PULIZIA DEI FILES INUTILI (necessaria)</b></u></font id="size3">


Perché il nostro DVD funzioni correttamente, bisogna eliminare qualche file inutile (che possono dar disturbo). Cercate nel file di "ROOT" e le sotto directory i files seguenti:

Tipo di nome dei files e azione da effettuare

<font color="red">bootfix.bin</font id="red">
Questi files espongono una scritta: "Premere un tasto per iniziare l'installazione dal CD (DVD). Quindi si possono tranquillamente cancellare per lanciare direttamente il sistema operativo che si é scelto.

<font color="red">.bak</font id="red">
I files di bak sono dei files di salvaguardia che sono stati creati dal vostro editor di testo e/o esadecimale. Possono essere eliminati.

<font color="red">txtsetup.si_</font id="red">
Se ne esistono possono essere eliminati.

<font color="red">txtsetup.sif</font id="red">
Si possono sopprimere i files <font color="red">"txtsetup.sif"</font id="red"> che sono nella directory <font color="red">"i386"</font id="red">.
Attenzione a non eliminare i files se sono nella directory di installazione (<b>PRO1, PRO2, 3ENT, NT4S,</b> ecc...).

<font color="red">setupldr.bi_</font id="red">
Se ne esistono possono essere eliminati.

<font color="red">setupldr.bin</font id="red">
Si possono sopprimere i files <font color="red">"setupldr.bin"</font id="red"> che sono nella directory <font color="red">"i386"</font id="red">.
Attenzione a non eliminare i files se sono nella directory di installazione (<b>PRO1, PRO2, 3ENT, NT4S,</b> ecc...).
Se non fate questa pulizia, avrete dei messaggi di errore tali quali: "Il programma d'installazione non trova il contratto di licenza dell'utente finale".


<font size="3"><u><b>PREPARAZIONE DEI FILES PER ALTRE APPLICAZIONI O SISTEMI OPERATIVI (quasi necessaria la consiglio vivamente)</b></u></font id="size3">

Questa procedura permette di aggiungere applicazioni che entrano normalmente in un dischetto di boot, inizializzando l'immagine appunto dal dischetto stesso. Cio' si puo' effettuare per tutte le applicazioni basate sui dischetti di inizializzazione in DOS, come per esempio GHOST, Partition Magic, Memtest, Ranish Partition Manager ecc...

Ecco la procedura per integrare delle applicazioni inserite in un dischetto:

1. Create una directory "D:ROOTIMAGES", nella quale raggrupperemo tutte le immagini delle applicazioni dei dischetti che desideriamo inserire.
2. Create l'immagine del dischetto. Utilizzate per far cio' il programma WINIMAGE (Menu Floppy, Read Floppy, Save)
3. Questa procedura permette anche di inserire altri programmi di ricovero/diagnostica basati su un massimo di 1 o 2 dischetti. Si possono per esempio integrare delle mini distribuzioni di Linux....
Se si necessita di raggruppare dei files di programmi che sono su 2 dischetti, si puo' utilizzare una immagine di un dischetto di 2.88 Mb:

1. Create l'immagine del primo dischetto, come indicato prima.
2. Aprite l'immagine del dischetto appena creato con WINIMAGE.
3. Modificate il tipo di immagine (Menu Image, Change Format) per passare alla capacità di 2.88 Mb.
4. Copiare il contenuto del secondo dischetto nell'immagine del dischetto.
5. Salvaguardare questa immagine di dischetto in <b>".IMG"</b> (senza compressione) nella directory "D:ROOTIMAGES".
L'immagine pottrà essere richiamta dal menu di inizio con una linea di comando quale: <font color="red">"memdisk /IMAGES/nome_immagine.img"</font id="red">.
Attenzione: quando si utilizza una immagine di dischetto a partire da un CD-ROM o DVD (nel nostro caso) di installazione, solo il contenuto
dell'immagine del dischetto é naturalmente visibile, come disco A:
Per vedere il contenuto del CD-ROM o DVD bisogna caricare i driver del CD-ROM.
Potete utilizzare per esempio questo.
Se si vuole accedere a più applicazioni DOS senza aver bisogno di riavviare il PC, bisogna: o utilizzare l'immagine del dischetto con
supporto CD-ROM, e inserire le differenti applicazioni nella directory <b>"D:ROOTDOSTOOLS"</b>, o utilizzare delle immagini di dischetti di grande capacità (5 o 11 Mb), che caricheremo grazie a <b>Bootable CD Wizard </b>(bcdw). Per far cio' utilizzeremo in <font color="red">cdshell.ini</font id="red"> una linea stile:

<b>"bcdw /fd011520.img"</b>

per caricare l'immagine del dischetto de 11,52 Mb.



<font size="3"><u><b>AGGIUNTA DEI FILES PER PERMETTERE DI INSTALLARE DEI PROGRAMMI PER WINDOWS (non necessaria)</b></u></font id="size3">

Potete ugualmente integrare al vostro DVD le installazioni dei vostri programmi favoriti. Questo permetterà di installare su vostra richiesta i programmi di vostra scelta (come lettori multimediali vedi VideoLan):

1. Per organizzare tutto correttamnte create un'arborescenza coerente per i programmi di installazione, per esempio <b>"D:ROOTPROG-WIN"</b> o <b>"D:ROOTSOFT-WIN"</b>.
2. Create le sotto directory per organizzare i vostri programmi, sia per lingua (IT, FR, ENG ecc..), sia per tipi di dominio di attività (NET, MEDIA, GIOCHI).
3. Inserite in queste directory i vostri files di installazione dei programmi Windows.
Si potrà eventualmente integrare al menu principale di installazione autorun di Windows il lancio di queste installazioni



<font size="3"><u><b>AGGIUNTA DI FILES PERSONALI (non necessario)</b></u></font id="size3">

Potete eventualmente aggiungere dei dati personali di vostra scelta. Ancora una volta perché il DVD sia bene organizzato, raggruppate il tutto in una directory specifica.
1. Create una directory per i dati personali, per esempio <b>"D:ROOTPERSO"</b> o <b>"D:ROOTDATI"</b>.
2. Create le sotto directory di vostra scelta in casi in cui ne avete bisogno (se desiderate accedervi da DOS, <b>8</b> caratteri massimo).
3. Inserite in queste directory e sotto directory i dati di vostra scelta.
Tutto qui.


<font size="3"><u><b>AGGIUNTA DI DISTRIBUZIONI LINUX (necessario per chi desidera Linux)</b></u></font id="size3">

uesta procedura spiega come inserire al nostro DVD delle distribuzioni di Linux autonome, sarebbe a dire che si possono eseguire a partire da un CD (DVD), come Bart PE (creato con PE builder) per Windows.
Tra le distribuzioni autonome le più conosciute troviamo Knoppix e i suoi derivati (Damn Small Linux, Flonix, Morphix...), MandrakeMove,
Slax-live (anciennement Slackware-live), DemoLinux.
Il principio generale di integrazioni di distribuzioni Linux é di copiare l'integralità del CD (o contenuto dell'immagine ISO) nella nostra directory "D:ROOT". Non copieremo obbligatoriamente tutte le directory contenente i files di installazione di origine, per esempio una directory/isolinux. Non bisogna che più distribuzioni utilizzino le stesse directory e nomi di files.
Un limite (del numero di distribuzioni simultanee) sarà dunque dato dal fatto che non si potrà integrare più distribuzioni (Knoppix e i suoi derivati ad esempio) che utilizzano la stessa arborescenza (directory Knoppix) dei files, o allora bisognerà fare (puo' darsi) delle modifiche supplementari qui in inglese, che non abbiamo testato e quindi non possiamo darvi ulteriori informazioni a riguardo.
Invece siamo riusciti a far funzionare su uno stesso DVD Knoppix, Slax e WOMP.
MandrakeMove, invece resta bloccato al lancio dell'interfaccia grafica del DVD rimuovendomelo dal lettore, "eject" (tranne se lo lanciamo dalla VMWARE con una immagine ISO, allora funziona perfettamente).
il più difficile, ma non insuperabile, sarà di reperire la procedura di lancio, generalemnte basata su isolinux (a volte alla radice o in una directory /isolinux) o una immagine di dischetto di boot. Bisognerà in seguito adattarlo per integrarlo al nostro menu di lancio.
Piuttosto che fare più spiegazioni, dettaglieremo come fare per qualche distribuzione, questo dovrebbe servire da esempio per le altre.

<b>Preparazione per Knoppix</b>
1. A partire dal CD, o immagine ISO del CD di KNoppix, copiate tutti i files e le directory nella nostra directory di base <b>"D:ROOT"</b>.
2. Trovare i files utilizzati per lanciare la distribuzione, in questo caso, é l'immagine del dischetto situato in "D:ROOTKNOPPIXoot.img".
3. Per informazione l'inizializzazione del menu di lancio si farà semplicemente caricando questa immagine di dischetto con un comando in <font color="red">cdshell.ini</font id="red"> che sarà:

<b>"memdisk /KNOPPIX/boot.img"</b>

4. Per informazione, per poter integrare Knoppix, che é un po restrittivo sul sistema dei files, bisognerà modificare le opzioni permettendo di generare l'immagine ISO del DVD finale. Abbiamo aggiunto questo comando specifico in questa guida.
Potrebbe succedere che alcuni plugins di Bart PE non funzionino più (poiché 1 o 2 files della directory "D:ROOTi386WinSxSManifests" non possono essere più copiati correttamente). Non abbiamo avuto personalmente dei problemi a riguardo.
Per riassumere, per Knoppix, é sufficiente copiare i files e di nominare l'immagine del dischetto di boot dal menu multi-boot, utilizzando correttamente il buon comando per generare l'ISO.

<b>Preparazione per Slax</b>
1. A partire dal CD o dall'immagine ISO di Slax, copiare tutte le directory ed i files nella nostra directory di base <b>"D:ROOT"</b>
2. Trovare i files utilizzati per lanciare la distribuzione, in questo caso, troveremo i parametri di lancio nel file <font color="red">/isolinux.cfg.</font id="red">

<b>display splash
default slax
prompt 1
timeout 20

label slax
kernel vmlinuz
append max_loop=255 initrd=initrd.gz init=linuxrc livecd_subdir=/ load_ramdisk=1 prompt_ramdisk=0 ramdisk_size=7777 root=/dev/ram0 rw</b>

3. I files utilizzati per lanciarlo sono <font color="red">"/vmlinuz"</font id="red"> e <font color="red">"/initrd.gz"</font id="red"> situati nella directory <b>"D:ROOT"</b>.
4. Per informazione l'inizializzazione del menu di lancio si farà adattando il caricamento di questi files (<font color="red">isolinux.cfg</font id="red">), con un comando in <font color="red">cdshell.ini</font id="red"> che sarà:

<b>"isolinux /vmlinuz initrd=/initrd.gz max_loop=255 init=linuxrc livecd_subdir=/ load_ramdisk=1 prompt_ramdisk=0 ramdisk_size=7777
root=/dev/ram0 rw"</b>

<b>Preparazione per WOMP</b>
1. A partire dal CD o dall'immagine ISO di Womp, copiare la directory "Womp" nella nostra directory di base <b>"D:ROOT"</b>.
2. Trovare i files utilizzati per lanciare la distribuzione, in questo caso, troveremo i parametri di lancio nel file <font color="red">isolinux/isolinux.cfg</font id="red">.

<b>default b1


label b1
kernel kernel/vmlinuz
append initrd=init.gz rw root=tmpfs video=vesa:ywrap,mtrr vga=788

label b2
kernel kernel/vmlinuz
append initrd=init.gz rw root=tmpfs video=vesa:ywrap,mtrr vga=789

label b3
kernel kernel/vmlinuz
append initrd=init.gz rw root=tmpfs video=vesa:ywrap,mtrr vga=791

label b4
kernel kernel/vmlinuz
append initrd=init.gz rw root=tmpfs video=vesa:ywrap,mtrr vga=792

implicit 0
display womp.msg
prompt 1
timeout 100
F1 help.txt</b>

L'ideale sarebnbe conoscere la specificità di ognuna di queste opzioni, per intergrale tutte...
3. Copiare i files utilizzati per lanciarlo, sarebbe a dire <font color="red">"isolinux/kernel/vmlinuz"</font id="red"> e <font color="red">"isolinux/init.gz"</font id="red"> direttamente nella directory <b>"D:ROOTwomp"</b>.
Quindi avremo: <b>"D:ROOTwompvmlinuz"</b> e <b>"D:ROOTwompinit.gz"</b>.
4. Per informazione l'inizializzazione del menu di lancio si farà adattando il caricamento di questi files (<font color="red">isolinux.cfg</font id="red">), con un comando in <font color="red">cdshell.ini</font id="red"> che sarà:

<b>"isolinux /womp/vmlinuz initrd=/womp/init.gz rw root=tmpfs video=vesa:ywrap,mtrr vga=788"</b>

Ecco per il principio di funzionamento per questi casi. Cio' puo' servire di esempio per integrare altre distribuzioni. Se siete riusciti ad integrare altre distribuzioni, potete mandarmi la procedura, per integrarla a questa guida. Intanto noi continueremo a provare.


<font size="3"><u><b>CREARE IL MENU DI LANCIO MULTI-BOOT (necessario)</b></u></font id="size3">

Questa procedura spiega come creare il menu di lancio multi-boot cui permette di scegliere il sistema operativo che si desidera installare o il programma da installare ecc... Questo menu si lancerà all'accensione del pc inserendo il DVD o sempicemente inserendo il DVD su un'unità.
Per far cio' utilizzeremo "CD Shell" (precedentemente chiamato BootScriptor). Quindi bisognerà creare un file chiamato "cdshell.ini" tramite il suddetto programma. Inserite il file <font color="red">"cdshell.ini"</font id="red"> che creerete nella directory <b>"D:ROOTBOOT"</b>
Poi dovrete adattare il file a seconda di cosa desiderate inserire sul vostro DVD.


Continua qui
Avatar utente
Comatrix
Bronze Member
Bronze Member
 
Messaggi: 861
Iscritto il: sab ago 23, 2003 4:00 am
Località: Estero

Messaggioda theprince » mar feb 24, 2004 11:26 am

Complimenti...gran bella guida molto dettagliata...BRAVO!!![^]

2 sole critiche negative:

1) pè lleggela me devo pià le ferie !!!!![:D][:D][:D]
2) la dicitura "disco DURO" la sostituirei con Disco RIGIDO,
mi fa pensare a qualcosa di diverso che ad un HD..... [:D]

COMPLIMENTI ancora !!!
ciao
Avatar utente
theprince
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2808
Iscritto il: sab set 20, 2003 3:37 am
Località: Lazio

Messaggioda Zane » mar feb 24, 2004 12:44 pm

<blockquote id="quote"><font size="1" face="Verdana, Arial, Helvetica" id="quote">citazione:<hr height="1" noshade id="quote"><i>Messaggio inserito da theprince</i>
1) pè lleggela me devo pià le ferie !!!!![:D][:D][:D]<hr height="1" noshade id="quote"></blockquote id="quote"></font id="quote">[:D][:D]

Coma, complimenti anche da parte mia [applauso]: cm già ti ho detto riguardo a VNC, queste guidone sarebbe meglio pubblicarle direttamente sul sito...
Avatar utente
Zane
MLI Hero
MLI Hero
 
Messaggi: 7935
Iscritto il: lun ago 05, 2002 9:36 am
Località: Ferrara

Messaggioda M@ttia » mar feb 24, 2004 12:46 pm

[wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow][wow]
[^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^][^]
[applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso][applauso]
Avatar utente
M@ttia
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 8363
Iscritto il: lun giu 09, 2003 2:18 pm
Località: Ticino - Estero

Messaggioda xenius » mar feb 24, 2004 6:03 pm

Ammazza!![:0][:0]
[applauso][applauso]<font size="4"><font color="red">Mega Complimentoni!</font id="red"></font id="size4">[applauso][applauso]
Avatar utente
xenius
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 2193
Iscritto il: mar ott 14, 2003 8:33 pm
Località: Vittoria (RG)


Torna a Sistema Operativo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising