Punto informatico Network
Login Esegui login | Non sei registrato? Iscriviti ora (è gratuito!)
Username: Password:
  • Annuncio Pubblicitario

Sicurezza stradale - Varate le nuove norme

Cinema, motori e problemi spirituali: il forum per tutto ciò che non è informatica.

Sicurezza stradale - Varate le nuove norme

Messaggioda liverani_99 » ven ago 03, 2007 11:01 pm

Oggi, il governo ha varato un decreto legge che prevede importanti variazioni nel codice della strada. Ora non ci resta che aspettare i controlli più aspri. Personalmente sono d'accordo con gran parte dei provvedimenti che sono stati adottati, perché durante il mio anno e mezzo scarso di patente ne ho viste di tutti i colori. Mi lascia un po' perplesso il provvedimento che riguarda i limiti di 50 Kw/h per le auto che possono guidare i neopatentati [inizialmente ero preoccupato perché pensavo che il provvedimento potesse essere retroattivo, dato che in famiglia abbiamo solo un avensis 1.9 TD, ma entrerà in vigore solo per le patenti rilasciate a partire da febbraio] perché in molte famiglie sono presenti solo un'auto, ma a partire già dai 1.3-1.4, sono oltre i limiti. Pareri, opinioni, dubbi?

Sicurezza stradale, approvato il decreto
Ubriachi al volante, arresto fino a sei mesi

Sicurezza stradale, approvato il decreto
Ubriachi al volante, arresto fino a sei mesi


ROMA - Via libera del Consiglio dei ministri al decreto legge sulla sicurezza stradale. Il provvedimento, presentato dal ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi, prevede un inasprimento delle misure e dei controlli in particolare per chi guida sotto l'effetto di alcol e di droga: è previsto l'arresto fino a sei mesi. "Le norme entreranno in vigore da domani - afferma Bianchi - e saranno pertanto applicate già nel primo temuto weekend di agosto".

Il decreto introduce, fra le altre cose, nuove regole per la guida senza patente prevedendo multe fino a 9.000 euro, e ridefinisce le limitazioni di guida per i neopatentati. Aggiornate anche le norme sui limiti di velocità e sull'uso del telefono cellulare durante la guida.

I livelli alcolici. Centrale la questione della guida "sotto effetto": il decreto prevede per chi viene trovato ubriaco al volante tre livelli di sanzioni differenti, a seconda del tasso alcolemico riscontrato. Il primo "gradino" è quello dei valori compresi tra 0,5 e 0,8 grammi per litro sono puniti con una multa tra i 500 e i 2.000 euro, con l'arresto fino a un mese e la sospensione della patente fra tre e sei mesi. Viene introdotto un tasso "intermedio" (tra 0,8 e 1,5) per cui la sanzione pecuniaria va da 800 a 3.200 euro, l'arresto può arrivare a tre mesi e la sospensione della patente va dai sei mesi a un anno. Infine per il livello massimo, quello che supera l'1,5, sono state stabilite pene durissime: multa da 1.500 a 6.000 euro, arresto fino a sei mesi e sospensione della patente da uno a due anni.

Se poi ci si rifiuta di sottoporsi all'accertamento del tasso alcolico si incappa in una multa tra 2.500 e 10mila euro.

Nel caso in cui chi guida da ubriaco provochi un incidente, le pene vengono raddoppiate per tutti i livelli e viene introdotto il fermo del veicolo per 90 giorni.

Il Consiglio dei ministri, inoltre, ha stabilito la possibilità di sostituire la detenzione con il lavoro nei servizi sociali.

Stupefacenti. Chi guida in stato di alterazione psico-fisica dopo aver assunto sostanze stupefacenti è punito con una multa da mille a 4mila euro, l'arresto fino a tre mesi (con l'opzione dei servizi sociali) e la sospensione della patente da sei mesi a un anno.

Velocità. Si inaspriscono le pene anche per chi supera i limiti di velocità, mentre viene stabilito che possono essere usati come prove dell'infrazione anche i dispositivi che calcolano la velocità media su un tratto predeterminato. In ogni caso le postazioni per il rilevamento della velocità poste sul bordo della strada devono essere ben segnalate: niente autovelox nascosti, dunque.

Due le fasce di eccedenze per cui sono inasprite le pene: chi supera il limite di 40 chilometri orari ma meno di 60, si deve aspettare una multa da 370 a 1.458 euro e la sospensione della patente da tre a sei mesi. Per chi spinge sull'acceleratore superando il limite di più di 60 km/h, scatta una sanzione tra 500 e 2.000 euro e la sospensione della patente da sei a dodici mesi. In questo caso, se in due anni si ripete questa infrazione, si passa alla revoca della patente.

Guida senza patente. Chi viene scoperto alla guida senza aver conseguito la patente, oppure con la patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti previsti, è punito con una multa salata: tra i 2.257 e i 9.032 euro. In caso l'infrazione si ripeta più volte (in caso, cioè, di recidivia) scatta l'arresto fino a un anno e dunque la rilevanza penale.

Cellulari. Vietato guidare con il telefono cellulare incollato all'orecchio, usando apparecchi radiofonici o cuffie. Via libera, invece, a viva voce e auricolari, purché il loro utilizzo non richieda l'impiego delle mani. Le multe per chi si lascia distrarre da sms o telefonate vanno da 148 a 594 euro: se nel corso di un biennio l'infrazione viene ripetuta, si passa alla sospensione della patente (da uno a tre mesi).

Due ruote. Novità anche per quanto riguarda i motocicli: viene infatti recepita la normativa europea che "l'autorizzazione a guidare motocicli di potenza superiore a 25 kW o con rapporto potenza/peso (riferito alla tara) superiore a 0,16 kW/kg è subordinata al conseguimento della patente A da almeno due anni".

Entra in vigore inoltre il divieto assoluto di trasportare bambini con meno di quattro anni sui motocicli. In caso venga infranta la norma è prevista una sanzione pecuniaria che va da 148 a 594 euro.

Neo-patentati. Restrizioni vengono inntrodotte per i neo-patentati, ma solo per quelli che prenderanno la patente B più di 180 giorni dopo l'entrata in vigore del decreto. Questo per tutelare i diritti acquisiti.

Alcol, le reazioni. Secondo il ministro delle Politiche giovanili Giovanna Melandri, l'approvazione del decreto è "un ottimo passo in avanti su un tema davvero importante", perché "viene affermato il principio fondamentale dell'incompatibilità tra alcol e guida. E l'impegno del governo per un'ampia campagna di informazione rivolta ai giovani".

Contestazioni, invece, dal ministro della Solidarietà sociale Paolo Ferrero, la cui proposta di legge per limitare la pubblicità sugli alcolici non è stata presa in esame dal Consiglio. "Nel momento in cui si agisce per istituire strumenti in favore della sicurezza sulle strade, si cede alle pressioni delle lobbies dei produttori di alcolici, perdendo così un'occasione preziosa di intervenire anche sulla prevenzione" ha accusato Ferrero.

Qui potete trovare il testo del decreto legge.
Qui invece si può trovare un elenco di alcune auto compatibili con la nuova normativa per i neopatentati.
La libertà è poter affermare che due più due fa quattro. Se ciò è garantito, tutto il resto segue. George Orwell, 1984
Avatar utente
liverani_99
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1481
Iscritto il: lun nov 22, 2004 7:08 pm
Località: Pisa

Re: Sicurezza stradale - Varate le nuove norme

Messaggioda EntropheaR » sab ago 04, 2007 4:35 pm

liverani_99 ha scritto:Contestazioni, invece, dal ministro della Solidarietà sociale Paolo Ferrero, la cui proposta di legge per limitare la pubblicità sugli alcolici non è stata presa in esame dal Consiglio.


Ed ecco che l'ipocrisia viene fuori!

Non si fanno pubblicità sulle sigarette...perché fanno morire... ma sull'alcol va bene?

Quel "bevi XXXX responsabilmente" scritto in bianco su sfondo bianco basta e avanza vero?

Scrivete in SOVRAIMPRESSIONE sulle pubblicità di alcolici, i tassi alcolemici proibiti e le multe equivalenti. Altro che nocciole!

perché lo stato deve spendere soldi per fare campagne preventive, se prima o dopo c'è la pubblicità di un alcolico?
Avatar utente
EntropheaR
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 12742
Iscritto il: gio feb 20, 2003 11:31 pm
Località: Zena

Messaggioda Xero » sab ago 04, 2007 5:32 pm

Per la gioia dei neopatentati che avranno dalla loro una scusa in più per farsi comprare la macchina nuova [:D]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari

Messaggioda liverani_99 » sab ago 04, 2007 11:19 pm

Se fosse per me, vieterei anche il fumo alla guida. Come l'uso del telefonino tiene occupata una mano, anche quando si fuma succede la stessa cosa, no? Ma se si vietasse il fumo anche alla guida, lo stato italiano si avvierebbe verso la bancarotta... [:p] [:p] [:p]
La libertà è poter affermare che due più due fa quattro. Se ciò è garantito, tutto il resto segue. George Orwell, 1984
Avatar utente
liverani_99
Silver Member
Silver Member
 
Messaggi: 1481
Iscritto il: lun nov 22, 2004 7:08 pm
Località: Pisa

Messaggioda Xero » dom ago 05, 2007 1:39 pm

liverani_99 ha scritto:Se fosse per me, vieterei anche il fumo alla guida. Come l'uso del telefonino tiene occupata una mano, anche quando si fuma succede la stessa cosa, no? Ma se si vietasse il fumo anche alla guida, lo stato italiano si avvierebbe verso la bancarotta... [:p] [:p] [:p]

Beh non fumo, ma non credo sia la stessa cosa.
Un conto è tenere una sigaretta, un altro parlare al cellulare o mandare sms. [boh]
twitter → http://twitter.com/Maurizio_D

«L'innovazione è una questione di priscio.» A. D'elia
Avatar utente
Xero
Membro Ufficiale (Gold)
Membro Ufficiale (Gold)
 
Messaggi: 5145
Iscritto il: mar giu 27, 2006 8:37 pm
Località: Provincia Di Matera / Bari


Torna a Chiacchiere in libertà

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Powered by phpBB © 2002, 2005, 2007, 2008 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it

megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2008 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising