Punto informatico Network

20090111111627_346769029_20090111111516_370962822_Lara_Croft.png

Videogame e multi-core: quali benefici?

17/03/2009
- A cura di
Zane.
Hardware & Periferiche - Un interessante articolo fa il punto della situazione sui benefici prestazionali ottenibili in ambito gaming mediante CPU dual oppure quad-core.

Tag

Passa qui con il mouse e visualizza le istruzioni per utilizzare i tag!

videogiochi (1) , processori (1) , dual-core (1) , cpu (1) , multi-core (1) , videogame (1) .

Valutazione

  •  
Voto complessivo 5 calcolato su 139 voti
Il pezzo che stai leggendo è stato pubblicato oltre un anno fa. AvvisoLa trattazione seguente è piuttosto datata. Sebbene questo non implichi automaticamente che quanto descritto abbia perso di validità, non è da escludere che la situazione si sia evoluta nel frattempo. Raccomandiamo quantomeno di proseguire la lettura contestualizzando il tutto nel periodo in cui è stato proposto.

La tecnologia dual-core è stata adottata sia da Intel, sia da AMD su CPU di tutte le fascie di prezzo, compresi i processori "Atom" destinati ai piccoli netbook. Per di più, non è inusuale vedere workstation di fascia alta equipaggiate con processori tri oppure quad-core, chiaro segnale che l'architettura multi-motorizzata è sicuramente il futuro di questo settore.

Ciò nonostante, sono ancora moltissime le circostanze in cui i benefici prestazionali apportati dalle CPU multi-core sembrano essere quantomeno "discutibili".

Spesso si attribuisce la responsabilità alla scarsa ottimizzazione delle applicazioni, sostenendo che sarà necessario attendere che gli sviluppatori realizzino nuove versioni esplicitamente studiate per sfruttare al meglio le due CPU a disposizione, ma si tende a dimenticare quanto l'adeguamento sia tutt'altro che semplice, a causa dalla maggiore complessità intrinseca al problema della calcolo parallelo.

La redazione di DinoxPc ha deciso di fare il punto della situazione mettendo sul banco di prova il nuovissimo processore Intel Core i7 965, e confrontando i risultati ottenibili mantenendo attivi uno, due e quattro dei core totali presenti sul processore

Proces28.gif

I risultati sono, per certi versi, incoraggianti. Numerosi (sebbene non tutti) titoli sono in grado di trarre interessanti benefici dalla presenza di due core, con miglioramenti che spaziano fra il 5 e il 25% a seconda del gioco.

Al contrario, i videogame dell'attuale generazione non si dimostrano capci di sfruttare a dovere l'architettura quad: l'articolista ha infatti rilevato incrementi nulli, o comunque scarsamente rilevanti rispetto al prezzo d'acquisto, sensibilmente superiore rispetto ai prodotti dual.

L'interessante articolo completo è accessibile qui.

Iscriviti gratuitamente alla newsletter, e ti segnaleremo settimanalmente tutti i nuovi contenuti pubblicati su MegaLab.it!

 

Segnala ad un amico

Tuo nome Tuo indirizzo e-mail (opzionale)
Invia a:
    Aggiungi indirizzo email
    Testo

    megalab.it: testata telematica quotidiana registrata al Tribunale di Cosenza n. 22/09 del 13.08.2009, editore Master New Media S.r.l.; © Copyright 2017 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER Spa Tutti i diritti sono riservati. Per la pubblicità: Master Advertising

    • Gen. pagina: 0.23 sec.
    •  | Utenti conn.: 95
    •  | Revisione 2.0.1
    •  | Numero query: 19
    •  | Tempo totale query: 0.11